dovrei redigere un contratto di accelerazione di impresa nei confronti di una startup innovativa, con il quale l'acceleratore fornisce per un anno (gratuitamente) i servizi di accelerazione (sede, stanza funzionale, consulenza, attività di mentoring, supporto all'incontro di investitori ecc....) in cambio di una partecipazione al capitale sociale del 10%.

Come configurereste la cosa?
i servizi prestati come possono essere convertiti in equity nell'anno successivo?
se si procede con obbligo di aumento di capitale e opzione nei confronti dell'acceleratore (previsti sin d'ora contrattualmente) come può operativamente l'acceleratore entrare in possesso della quota in maniera gratuita?
convertendo il credito in equity? a tal punto dovrebbe fatturare i servizi offerti?

mi piacerebbe avere un confronto su questo tema, visto che molti snobbano le startup
Cosimo