salve devo effettuare le procedure semplificate per la chiusura di una srl, considerate che è la prima volta che mi accingo a fare questa operazione e ho alcuni dubbi. la società si deve sciogliere per mancato conseguimento dell'oggetto sociale. costituita nel 2011 per sfruttare gli incentivi sulla produzione e vendita del fotovoltaico, l'azienda non ha mai svolto attività (tanto che ancor oggi alla cciaa risulta inattiva) piochè non ha potuto negli anni costruire impianti fotovoltaici, in quanto non sono riusciti a trovare fondi disponibili (pubblici o privati) hanno abbandonato l'idea, fra l'altro oggi gli incentivi non sono quelli di un tempo e non renderebbero più così economica l'iniziativa, di vendita al gestore dell'energia prodotta.
ritengo che ci siano gli estremi per la causa di scioglimento tanto più che la società non ha mai iniziato l'attività e risulta inattiva, fra l'altro l'ultimo bilancio presentato risale al 2012 in cui visto che non si riusciva a avere opportunità di finanziamento è stato ridotto il cap soc (fatto per rendre più agevoli eventuali finanziamenti) e il notaio voleva obbligatoriamente il bilancio presentato per fare la variazione.
Documentandomi su internet mi è venuto però un dubbio. poichè nell'atto costitutivo al fine di evitare interventi notarili successivi si sono indicate molteplici attività, tra cui quelle commerciali e agricole (era stata pensata la possibilità un domani di sfruttare la copertura di serre per la produzione di energia) potrebbe creare problemi alla cciaa per il mancato conseguimento dell'oggetto sociale? pur essendo veramente questo il motivo?
Grazie in anticipo dei vostri consigli.

Antonio