SCUSATEMI AVEVO POSTATO QUESTO MIO QUESITO IN UNA DISCUSSIONE NON ATTINENTE


Salve a tutti e grazie anticipate a chi vorrà darmi una mano a risolvere questo dubbio che vi espongo:

in sede di costituzione di una Coop a R.L. fu nominato come AMMINISTRATORE UNICO un AVVOCATO e a cui furono attribuiti poteri di gestione ordinaria e straordinaria. Faccio presente che l'attività della società ha ad oggetto il commercio.
Ora, la cosa mi ha incuriosito e aiutandomi con internet sembra che effettivamente ci sia INCOMPATIBILITA' per questo caso, sia per il discorso dell'attività commerciale sia per i poteri attribuiti allo stesso in qualità di amministratore.
Vi chiedo se qualcuno si è trovato mai in questa situazione che a me è nuova in quanto è una società che era gestita da altro collega.
In caso affermativo dovrei cambiare amministratore e dato che lo Statuto cita testualmente "La nomina degli amministratori spetta all'assemblea fatta eccezione dei primi amministratori che sono nominati nell'atto costitutivo" potrei convocare una Assemblea per la rinuncia e poi la nomina di un nuovo amministratore deliberando con il voto a maggioranza assoluta come previsto dallo Statuto?
Se si quali sono gli adempimenti che devo fare?

P.S. non so se utile al quesito: ho trovato un verbale di assemblea con il quale l?amministratore (avvocato) rinuncia ai compensi

grazie mille a tutti e buon lavoro