Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Impresa familiare: mancanza di collaborazione effettiva e continuativa

  1. #1
    blackmagic è offline Junior Member
    Data Registrazione
    May 2013
    Messaggi
    2

    Predefinito Impresa familiare: mancanza di collaborazione effettiva e continuativa

    Salve a tutti,
    mia moglie, qualche anno fa, ha aperto una ditta individuale. Dopo qualche tempo, questa è stata "trasformata", con atto notarile, in impresa familiare cui partecipa anche il fratello, con una quota del 49% a fronte del 51% di mia moglie.
    Accade che adesso i rapporti tra i due sono assolutamente compromessi e quindi mia moglie, pur di non vederselo presentare al lavoro ogni mattina, è intenzionata a pagargli una sorta di stipendio pur che lui resti a casa.
    Secondo voi, è possibile andare a prevedere tutto ciò in una scrittura privata in cui si dica che il fratello rinuncia a collaborare effettivamente nella impresa familiare e per questo riceverà un importo di X all'anno, accollandosi in proprio il pagamento dei propri contributi previdenziali e delle proprie tasse?
    So perfettamente che la soluzione migliore sarebbe che gli venga liquidata la quota e si proceda allo scioglimento della impresa familiare, ma purtroppo non accetta questa soluzione.
    Nel momento in cui lui dovesse dichiarare di non collaborare effettivamente e continuativamente nell'impresa, questa sua dichiarazione, sebbene intervenga un compenso in suo favore, potrebbe essere sufficiente per costituire un domani una giusta causa di estromissione dello stesso dalla ditta familiare?
    Spero vogliate darmi qualche suggerimento.
    Grazie per l'attenzione.

  2. #2
    Data Registrazione
    Jan 2017
    Messaggi
    100

    Predefinito

    Legalmente parlando tutto ciò è impraticabile.

    Informalmente vi potete accordare come volete.

    Ma come collaboratore familiare lui deve apportare lavoro e ricevere quello che gli spetta.

    Credo che vi convenga leggere per bene l'atto di costituzione e le modalità di recesso previste.

  3. #3
    La matta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Imperia
    Messaggi
    3,214

    Predefinito

    Bisogna anche tenere conto del fatto che, a norma art. 5 TUIR, il reddito è imputabile in parte al familiare a condizione che questi presti la sua opera nell'azienda in modo continuativo e prevalente. Avere una scrittura che dica il contrario è molto pericoloso anche per questo.
    Sayonara aoki hibi yo!
    Sarò pure un Senior Member, ma seppur con tanti anni di anzianità, sono solo un'impiegata: quello che dico è da prendersi con le molle e ben più di un grano di sale. Sempre!

  4. #4
    aspinillo è offline Member
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Salerno
    Messaggi
    256

    Predefinito Impresa familiare: mancanza di collaborazione effettiva e continuativa

    Citazione Originariamente Scritto da La matta Visualizza Messaggio
    Bisogna anche tenere conto del fatto che, a norma art. 5 TUIR, il reddito è imputabile in parte al familiare a condizione che questi presti la sua opera nell'azienda in modo continuativo e prevalente. Avere una scrittura che dica il contrario è molto pericoloso anche per questo.
    Concordo pienamente!

    Inviato dal mio MIX utilizzando Tapatalk

  5. #5
    blackmagic è offline Junior Member
    Data Registrazione
    May 2013
    Messaggi
    2

    Predefinito

    Perchè dici molto pericoloso? Il mio obiettivo è ottenere una dichiarazione dalla quale si evinca che lui non presta alcuna attività e per tale via estrometterlo dalla impresa familiare.

  6. #6
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    7,761

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da blackmagic Visualizza Messaggio
    Perchè dici molto pericoloso? Il mio obiettivo è ottenere una dichiarazione dalla quale si evinca che lui non presta alcuna attività e per tale via estrometterlo dalla impresa familiare.
    Premesso che la partecipazione agli utili e agli incrementi di capitale generati durante la vita dell’impresa familiare devono essere proporzionali alla qualità e alla quantità del lavoro prestato, per cui si può ipotizzare in assenza di lavoro una percentuale pari a zero, credo che l’atto di impresa può essere anche risolto, conseguendo l’effetto di estromissione voluto.
    Ultima modifica di Enrico Larocca; 27-02-18 alle 06:24 PM
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  7. #7
    La matta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Imperia
    Messaggi
    3,214

    Predefinito

    Scusate, ma la ditta di chi è? Dubito che il familiare abbia il diritto di pretendere di rimanere a lavorare se il titolare non vuole. Al massimo avrà il diritto di pretendere il suo dovuto.
    Sayonara aoki hibi yo!
    Sarò pure un Senior Member, ma seppur con tanti anni di anzianità, sono solo un'impiegata: quello che dico è da prendersi con le molle e ben più di un grano di sale. Sempre!

  8. #8
    drfilman è online Member
    Data Registrazione
    Jul 2015
    Messaggi
    94

    Predefinito Impresa familiare: mancanza di collaborazione effettiva e continuativa

    Citazione Originariamente Scritto da blackmagic Visualizza Messaggio
    Salve a tutti,
    mia moglie, qualche anno fa, ha aperto una ditta individuale. Dopo qualche tempo, questa è stata "trasformata", con atto notarile, in impresa familiare cui partecipa anche il fratello, con una quota del 49% a fronte del 51% di mia moglie.
    Accade che adesso i rapporti tra i due sono assolutamente compromessi e quindi mia moglie, pur di non vederselo presentare al lavoro ogni mattina, è intenzionata a pagargli una sorta di stipendio pur che lui resti a casa.
    Secondo voi, è possibile andare a prevedere tutto ciò in una scrittura privata in cui si dica che il fratello rinuncia a collaborare effettivamente nella impresa familiare e per questo riceverà un importo di X all'anno, accollandosi in proprio il pagamento dei propri contributi previdenziali e delle proprie tasse?
    So perfettamente che la soluzione migliore sarebbe che gli venga liquidata la quota e si proceda allo scioglimento della impresa familiare, ma purtroppo non accetta questa soluzione.
    Nel momento in cui lui dovesse dichiarare di non collaborare effettivamente e continuativamente nell'impresa, questa sua dichiarazione, sebbene intervenga un compenso in suo favore, potrebbe essere sufficiente per costituire un domani una giusta causa di estromissione dello stesso dalla ditta familiare?
    Spero vogliate darmi qualche suggerimento.
    Grazie per l'attenzione.
    Al di là degli aspetti fiscali (l'atto notarile è solo ricognitivo e non costitutivi) l'impresa familiare esiste in base alla situazione di fatto. Se il fratello non partecipa più all'attività perde ogni diritto circa la quota di utili in corso di maturazione, mentre conserva, ove esistente, il diritto al maggior "avviamento".
    FilMan

    Inviato dal mio K6000 Pro utilizzando Tapatalk

  9. #9
    Data Registrazione
    Jan 2017
    Messaggi
    100

    Predefinito

    Guardate, non mi sono mai posto il problema... ma sesi può sciogliere una società quando due soci al 50% diventano incompatibili, figuriamoci se non si può sciogliere una impresa familiare dove alla base c'è una ditta individuale... al massimo si dovrebbe quantizzare il "danno" se la cosa è ingiustificata.
    Ma seguirei questa strada.

Discussioni Simili

  1. Collaborazione coordinata e continuativa
    Di Studio CN nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-09-16, 10:17 AM
  2. collaborazione coordinata e continuativa
    Di carloargento nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 15-09-12, 05:08 PM
  3. Collaborazione saltuaria o impresa familiare
    Di blueice69 nel forum CONSULENZA DEL LAVORO
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-07-09, 02:47 PM
  4. collaborazione continuativa
    Di pede82 nel forum Studi di settore
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22-06-09, 01:59 PM
  5. collaborazione continuativa non a progetto
    Di jahred nel forum CONSULENZA DEL LAVORO
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 26-05-08, 11:31 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15