Ciao, in seguito alla richiesta di un imprenditore della mia zona (Bari) di utilizzare alcuni fondi di sostegno al reddito che l'Ebap (Ente bilaterale Artigianato pugliese) mette a disposizione , ho trovato una disposizione, art.11 del CCNL metalmeccanici (artigianato) del 16.06.2011 che, facendo salva la Delibera del Comitato Esecutivo Ebna del 12 maggio 2010, dice:

" ..... a decorrere dal 1░ luglio 2010, le imprese non aderenti alla bilateralitÓ e che non versano il relativo contributo dovranno erogare a ciascun lavoratore un importo forfetario pari a euro 25 lordi mensili per tredici mensilitÓ. Tale importo, non Ŕ a nessun titolo assorbibile e rappresenta un elemento aggiuntivo della retribuzione (E.A.R.) che incide su tutti gli istituti retributivi di legge e contrattuali, compresi quelli indiretti o differiti, escluso il TFR, Tale importo dovrÓ essere erogato con cadenza mensile e mantiene carattere aggiuntivo rispetto alle prestazioni dovute ad ogni singolo lavoratore in adempimento dell'obbligo di cui al comma 2, in caso di lavoratori assunti con contratto part-time, tale importo Ŕ corrisposta proporzionalmente all'orario di lavoro e, in tal caso, il frazionamento si ottiene utilizzando fi divisore previsto dal C.C.N.L.. Per gli apprendisti, l'importo andrÓ riproporzionato alla percentuale di retribuzione riconosciuta.
......
A partire dal 1░ luglio 2010 le aziende verseranno i contributi alla BilateralitÓ attraverso uno specifico codice tributi inserito all'interno del modello F24 predisposto dall'Agenzia delle Entrate. Il contributo, pari ad Euro 125 annui per ogni lavoratore dipendente, anche a tempo determinato, sarÓ frazionato in 12 quote mensili ciascuna delle quali di importo pari a 10,42 euro. Per i lavoratori part-time con orario di lavoro fino alle 20 ore settimanali la quota Ŕ ridotta del 50%."

Il mio dubbio insoluto - spero che qualcuno mi illumini a riguardo - Ŕ:
se davvero esiste dal 2010 l'obbligo di pagare questo elemento aggiuntivo della retribuzione, di 25 euro mensili, cosa mai fatta, in deroga al contributo versato con F24 .
Venendo a costituirsi come elemento economico contrattuale, la sua mancanza non costituirebbe una grave inadempienza passibile di richiesta di risarcimento da parte del lavoratore?

Grazie, Dinamo.