Chiedo il vostro parere in merito a quanto segue.
Il caso è quello di un ex coniuge, assegnatario di casa coniugale, pertanto con diritto di abitazione, abitazione che è prima casa, su cui paga TASI (e non IMU).
Ora l'ex coniuge intende trasferire la sua residenza, in quanto andrà ad abitare in affitto in una nuova città.
A fini TASI sarà necessario comunicare la decadenza del diritto di abitazione nel primo comune a seguito del cambio di residenza?
A mio parere si.
Sempre a fini TASI nel secondo comune andrà fatta una comunicazione?
A mio parere no, poiché la registrazione del contratto d'affitto presso l'Age varrà come comunicazione della nuova situazione abitativa dell'ex coniuge.
Voi che ne dite?
Sebas