Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Controllo giacenze Guardia di Finanza

  1. #1
    dottfrancescorizzolo è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    17

    Predefinito Controllo giacenze Guardia di Finanza

    Volevo sottoporvi un quesito a seguito di controllo in corso della GDF.
    Il mio cliente ha emesso DDT in conto visione nel marzo 2007.
    A febbraio 2008 il destinatario ha chiesto con raccomandata a.r. (data certa)
    di rinnovare la visione per un altro anno. Prooga concessa senza riemettere nessun nuovo DDT.
    Mi contestano che passato un anno l'operazione in conto visione diventa esigibile e a nulla vale la lettera di proroga.
    E' corretto tale interpretazione o posso difendermi in qualche modo in sede di giudizio?
    Grazie

    francesco

  2. #2
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da dottfrancescorizzolo Visualizza Messaggio
    Volevo sottoporvi un quesito a seguito di controllo in corso della GDF.
    Il mio cliente ha emesso DDT in conto visione nel marzo 2007.
    A febbraio 2008 il destinatario ha chiesto con raccomandata a.r. (data certa)
    di rinnovare la visione per un altro anno. Prooga concessa senza riemettere nessun nuovo DDT.
    Mi contestano che passato un anno l'operazione in conto visione diventa esigibile e a nulla vale la lettera di proroga.
    E' corretto tale interpretazione o posso difendermi in qualche modo in sede di giudizio?
    Grazie
    francesco
    L'art. 6 comma 2-d del dpr 633/72 indica il termine massimo di un anno per la merce in conto visione, qualunque sia il termine pattuito tra le parti.

    Quindi la GDF secondo me ha ragione.

    Ciao
    alberto leggi
    i.a.

  3. #3
    kennedy08 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    847

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da dottfrancescorizzolo Visualizza Messaggio
    Volevo sottoporvi un quesito a seguito di controllo in corso della GDF.
    Il mio cliente ha emesso DDT in conto visione nel marzo 2007.
    A febbraio 2008 il destinatario ha chiesto con raccomandata a.r. (data certa)
    di rinnovare la visione per un altro anno. Prooga concessa senza riemettere nessun nuovo DDT.
    Mi contestano che passato un anno l'operazione in conto visione diventa esigibile e a nulla vale la lettera di proroga.
    E' corretto tale interpretazione o posso difendermi in qualche modo in sede di giudizio?
    Grazie

    francesco
    In effetti andava emesso un ddt di reso conto visione e quindi un altro ddt di conto visione.
    Pero' non penso che a nulla valga la lettera di proroga e' comunque un'espressione di volonta' che casomai andava seguita con almeno un'altra lettera di accettazione di questa volonta'...
    la mancata emissione del ddt potrebbe essere considerato alla stregua di una omissione puramente formale e come tale sanzionata...

  4. #4
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da kennedy08 Visualizza Messaggio
    In effetti andava emesso un ddt di reso conto visione e quindi un altro ddt di conto visione.
    Pero' non penso che a nulla valga la lettera di proroga e' comunque un'espressione di volonta' che casomai andava seguita con almeno un'altra lettera di accettazione di questa volonta'...
    la mancata emissione del ddt potrebbe essere considerato alla stregua di una omissione puramente formale e come tale sanzionata...
    Ritengo che anche la lettera di risposta (accettazione della proroga proposta) sia assolutamente ininfluente.
    Emettere inoltre un DDT di reso subito seguito da un nuovo DDT di conto visione è soltanto elusivo, a meno che tra il reso e la nuova consegna in conto visione decorra almeno qualche giorno.
    Forse una più attenta lettura dell'articolo 6 comma 2 lettera D del dpr 633/72 potrebbe fugare ogni dubbio.
    alberto leggi
    i.a.

  5. #5
    dottfrancescorizzolo è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    17

    Predefinito

    effettivamente l'art. 6 non lascia nessuna possibilità di proroga.

    Grazie per la risposta
    francesco

  6. #6
    kennedy08 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    847

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da dottfrancescorizzolo Visualizza Messaggio
    effettivamente l'art. 6 non lascia nessuna possibilità di proroga.

    Grazie per la risposta
    francesco
    Circolare n.193 del 23/7/98
    .................
    1.3.4 Consegna di beni a terzi a titolo non traslativo

    Per quanto attiene alla consegna di beni a terzi a titolo non traslativo della proprietà, ai sensi dell'art. 1, comma 5, del decreto in esame, viene stabilito che la presunzione non opera qualora la suddetta consegna risulti alternativamente:

    - dal libro giornale o da altro libro tenuto a norma del codice civile o da apposito registro (libro c/lavorazione, deposito, ecc.) tenuto in conformità all'articolo 39 del decreto del Presidente della Repubblica n. 633 del 1972 o da atto registrato presso l'Ufficio del registro, dai quali risultino la natura, qualità, quantità dei beni medesimi e la causale della consegna;

    - dal documento di trasporto previsto dall'art. 1, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 14 agosto 1996, n. 472, progressivamente numerato dall'emittente e integrato con la relativa causale o, con altro valido documento di consegna;

    - da apposita annotazione effettuata, al momento del passaggio dei beni, in uno dei registri previsti dagli articoli 23, 24 e 25 del decreto del Presidente della Repubblica n. 633 del 1972, contenente, oltre alla natura, qualità e quantità dei beni, i dati necessari per identificare il soggetto destinatario dei beni e la causale non traslativa dell'invio dei beni.

    Per le annotazioni in argomento, non è previsto, trattandosi di un onere e non di un obbligo, alcune termine per l'esecuzione delle stesse; sarà, quindi, cura del soggetto interessato provvedere alle registrazioni al più presto, onde evitare la presunzione di vendita per i beni non ancora annotati.
    .............
    Io farei tutti i tentativi del caso
    ciao

Discussioni Simili

  1. Guardia di Finanza OTTUSA
    Di desil nel forum Contenzioso tributario
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-04-12, 08:42 PM
  2. Controllo Guardia di Finanza
    Di Gontur nel forum Contenzioso tributario
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 27-04-11, 09:33 AM
  3. Pvc guardia di finanza
    Di romu nel forum Contenzioso tributario
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 04-01-10, 12:08 PM
  4. P.V.C: da parte della Guardia di Finanza
    Di Pecos Bill nel forum Altri argomenti
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 26-01-08, 08:39 PM
  5. Verifica guardia di finanza
    Di marco.M nel forum Manovre fiscali, legge stabilità e Finanziarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04-10-07, 02:47 PM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15