Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Versamento IVA trimestrale (libero profes. regime ordinario)

  1. #1
    tincup82 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Messaggi
    3

    Predefinito Versamento IVA trimestrale (libero profes. regime ordinario)

    Buongiorno a tutti.

    Avrei bisogno di un consulto e spero possiate aiutarmi.
    Vi spiego la mia situazione.
    Nel 2008 ho aperto una posizione come libero professionista in regime agevolato che ho tutt'oggi anche se dal gennaio 2011 (essendo scaduti i termini del regime agevolato) sono rientrato nel regime ordinario.
    In più da un annetto ho fondato una SRL di cui sono amministratore unico.
    Vengo subito al punto.
    Per quanto riguarda le fatture emesse come società sono ben consapevole che l'importo in fattura è costituito da un'imponibile più IVA che è a credito (in caso di acquisto da parte mia) o a debito (in caso di vendita dei miei servizi). Sono quindi abituato a versare l'IVA trimestrale e ne sono consapevole perché tutto è chiaro da fattura. Faccio un banale esempio della vendita di una mia consulenza per 1000 euro al mese.
    IMPONIBILE 1000
    + IVA (a debito) 200
    = NETTO che dovrà pagarmi il cliente 1200
    Quindi nell'arco di tre mesi (banalmente) mi vedrò in cassa:
    (1200 + 1200 + 1200) - 600 (iva che verso allo Stato) = 3000

    Il dubbio invece mi sorge per quanto riguarda la mia posizione come libero professionista in regime ordinario.
    Supponendo infatti da parte mia la vendita di una consulenza per 1000 euro al mese emetto questo tipo di fattura (facsimile data dal mio commercialista) costituita in questo modo:

    COMPENSO 1000
    + INPS 4% sul totale = 40
    = Totale Imponibile = 1040
    + IVA 20 % sull'imponibile = 208
    = Totale lordo = 1248
    - Detratta ritenuta d'acconto del 20 % sull'imponibile = 208
    = Netto da pagare che dovrà pagarmi il cliente = 1040

    A questo punto quello che ricevo in cassa in 3 mesi è =
    1040 + 1040 + 1040 = 3120 perché l'IVA il cliente non me l'ha mai versata (e quindi non la "vedo" in cassa).

    Ora non capisco come mai il commercialista mi invia il modello F24 per il pagamento dell'IVA del secondo trimestre 2011 da versare per un importo pari a 624 (cioè l'IVA dei 3 mesi). In realtà ho già versato anche l'IVA del primo trimestre sempre secondo questa logica.*

    Nel caso della società lo capisco, è chiaro. L'IVA la ricevo e poi la verso. Ma nel caso della libera professione se l'IVA non la incasso mai come faccio a doverla versare???

    Spero di essere stato chiaro.
    Attendo un vostro riscontro e vi ringrazio anticipatamente.

  2. #2
    Luca Bi è offline Moderator
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    415

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da tincup82 Visualizza Messaggio
    Buongiorno a tutti.
    Il dubbio invece mi sorge per quanto riguarda la mia posizione come libero professionista in regime ordinario.
    Supponendo infatti da parte mia la vendita di una consulenza per 1000 euro al mese emetto questo tipo di fattura (facsimile data dal mio commercialista) costituita in questo modo:

    COMPENSO 1000
    + INPS 4% sul totale = 40
    = Totale Imponibile = 1040
    + IVA 20 % sull'imponibile = 208
    = Totale lordo = 1248
    - Detratta ritenuta d'acconto del 20 % sull'imponibile = 208
    = Netto da pagare che dovrà pagarmi il cliente = 1040

    A questo punto quello che ricevo in cassa in 3 mesi è =
    1040 + 1040 + 1040 = 3120 perché l'IVA il cliente non me l'ha mai versata (e quindi non la "vedo" in cassa).

    Ora non capisco come mai il commercialista mi invia il modello F24 per il pagamento dell'IVA del secondo trimestre 2011 da versare per un importo pari a 624 (cioè l'IVA dei 3 mesi). In realtà ho già versato anche l'IVA del primo trimestre sempre secondo questa logica.*

    Nel caso della società lo capisco, è chiaro. L'IVA la ricevo e poi la verso. Ma nel caso della libera professione se l'IVA non la incasso mai come faccio a doverla versare???

    Spero di essere stato chiaro.
    Attendo un vostro riscontro e vi ringrazio anticipatamente.
    Il cliente ti ha pagato l'IVA che tu riversi allo stato e ha trattenuto una ritenuta d'acconto sui compensi che è un acconto che tu andrai a versare sull'IRPEF l'anno prossimo.

    visto che sia l'IVA che la titenuta sono pari al 20% dei compensi il saldo è quasi pari.

    Il tuo esempio va comunque corretto.

    Compenso 1000
    Rivalsa 4% 40

    IVA del 20% su compenso e rivlasa 208

    Totale avere 1248

    A detrarre RA del 20% sul compenso 200 (la ritenuta non si paga sulla rivalsa)

    Totale netto per il professionista 1208

    L'anno prossimo il cliente ti invierà la certificazione delle ritenute pagata allo stato in acconto sui redditi

Discussioni Simili

  1. IVA dovuta su fatture emesse in regime dei minimi ma incassate in regime ordinario
    Di ouebgi nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 16-12-15, 07:11 PM
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 15-05-13, 09:21 AM
  3. Versamento iva trimestrale 2007
    Di serman nel forum IVA - Intrastat - SPESOMETRO - San Marino
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 18-04-11, 04:04 PM
  4. Versamento iva trimestrale
    Di pfad nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-08-09, 10:07 AM
  5. versamento IVA trimestrale
    Di CRIS15 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 11-03-08, 11:06 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15