Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12
Like Tree2Likes

Discussione: F24 con saldo a zero

  1. #1
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito F24 con saldo a zero

    Riapro l'argomento, trattato qualche giorno fa, perchè ritengo che in relazione alle più recenti interpretazioni dell'ADE le regole da applicare attualmente siano diverse da quelle applicate negli anni precedenti.
    Il problema diventa attuale con la prossima scadenza del 16 luglio: se compilo una distinta con saldo a zero, devo applicare la maggiorazione 0,40% sui tributi a debito ?
    Secondo me tale maggiorazione va applicata, in quanto la ritardata presentazione della distinta a zero non è configurabile come irregolarità formale ed in quanto non vedo quale sia la differenza tra il contribuente che versa soltanto tributi a debito con quello che versa una somma ridotta oppure non versa nulla perchè utilizza altri tributi a credito. Non mi pare infatti che la normativa vigente preveda la rivalutazione dello 0,40% anche per i tributi a credito.
    Partendo da questi presupposti, ho redatto queste brevi note, ad uso interno del mio studio, che porto a vostra conoscenza:
    -------------------------------------------------------------------------
    Qualora la distinta F24 venga presentata dopo il 16 giugno 2008, scadenza ordinaria dei tributi generati dalla dichiarazione dei redditi, ciascun tributo deve essere maggiorato dello 0,40 % a condizione che il versamento venga effettuato entro il 16 luglio 2008.

    Qualora vi siano crediti da compensare, occorre ricordare che:
    = se gli importi a debito superano gli importi da compensare e la delega riporta un saldo a debito, è opportuno scindere la delega in due moduli, il primo con saldo a zero ed il secondo con il residuo saldo a debito,
    = sul modulo con saldo a zero versato entro il 16 luglio 2008 gli importi a debito vanno maggiorati dello 0,40 % e quelli a credito vanno adeguati (se vi è capienza) in modo che il saldo finale della delega rimanga sempre uguale a zero,
    = in alternativa, se il totale dei tributi a debito è superiore a 7.750 euro, conviene fare il ravvedimento operoso della delega a zero scaduta il 16 giugno 2008 lasciando gli importi a debito invariati e senza maggiorazione, ma aggiungendo la sanzione con il codice tributo 8911 e l’importo fisso di 31 euro (11 euro se il versamento viene effettuato entro il 21 giugno 2008 cioè entro cinque giorni). Come anno di riferimento della sanzione va indicato quello del versamento. Gli importi a credito vanno adeguati (se vi è capienza) in modo che il saldo finale della delega rimanga sempre uguale a zero,
    = dopo il 16 luglio 2008 e fino al 16 giugno 2009 (ritardo non superiore a 365 giorni) resta come unica soluzione quella del ravvedimento operoso della delega a zero scaduta il 16 giugno 2008 con il versamento della sanzione di 31 euro
    = in mancanza di capienza degli importi a credito per effetto delle varie maggiorazioni (maggiorazione 0,40 % oppure sanzione di 31 euro), occorre diminuire uno degli importi a debito in maniera che la delega resti con saldo a zero. L’importo a debito che è stato tolto va in conseguenza versato con la procedura ordinaria e con la maggiorazione dello 0,40 % oppure con il ravvedimento operoso.
    --------------------------------------------------------------------------
    Un saluto a tutti
    Speedy

  2. #2
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Ciao Speedy,
    ho letto con molto piacere e, sopratutto, interesse, le tue note.

    Ma siccome è noto che io sono un po' tardo, non riuesco ancora a capire perchè mi dici che se io ho un F24 a saldo zero, devo versare lo 0,40% in più.

    Citazione Originariamente Scritto da Speedy Visualizza Messaggio
    Secondo me tale maggiorazione va applicata, ................ in quanto non vedo quale sia la differenza tra il contribuente che versa soltanto tributi a debito con quello che versa una somma ridotta oppure non versa nulla perchè utilizza altri tributi a credito.
    A mio parere la differenza c'è: lo 0,40% è un interesse dilatorio: di conseguenza se tu contribuente devi pagare, lo devi applicare, ma se di fatto non lo devi pagare perchè lo compensi con un credito, allora tale tuo debito non matura interessi.

    Su un forum non è sempre facile fare discorsi articolati e lunghi come sembra essere questo; ne riparleremo di presenza, magari: intanto, finchè il mio software non mi applica lo 0,40%, io ne approfitto !!

    ciao e grazie per i tuoi appunti !

  3. #3
    Patty76 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Monterotondo (Rm)
    Messaggi
    4,528

    Predefinito

    Volevo postare proprio una domanda del genere....

    Sto facendo una dichiarazione, utilizzo il programma dell'ade, ho un debito iva annuale che ho fatto confluire in unico, perchè sapevo che la dichiarazione sarebbe finita a credito e quindi avrei potuto compensare l'importo.

    Infatti la delega esce a zero, l'importo da pagare dell'iva era 913,00...e il programma non calcola alcun tipo di maggiorazione...il debito rimane sempre di 913,00 euro...

    A questo punto...è giusto o sbagliato? E a parte lo 0,40% gli interessi da dichiarazione non vanno calcolati???
    Servizio 730 anche compilazione conto terzi. Solo invio: servizio gratuito. Mandare messaggi privati

  4. #4
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Patty76 Visualizza Messaggio
    Volevo postare proprio una domanda del genere....

    Sto facendo una dichiarazione, utilizzo il programma dell'ade, ho un debito iva annuale che ho fatto confluire in unico, perchè sapevo che la dichiarazione sarebbe finita a credito e quindi avrei potuto compensare l'importo.

    Infatti la delega esce a zero, l'importo da pagare dell'iva era 913,00...e il programma non calcola alcun tipo di maggiorazione...il debito rimane sempre di 913,00 euro...
    Anche il mio software per un caso analogo non riporta nessun interesse. E io condivido il mio software. Non possono chiedermi interessi per la dilazione, altrimenti dovrebbero corrispondermi gli interessi per il mio credito che è stato utilizzato in ritardo rispetto a quando è maturato (in fondo credito IVA e IRPEF nascono insieme il primo gennaio 2008, che poi si paghi in periodi diversi è una scelta del Ministero, mica mia).
    Certo, pensare che ragiono come il software dell'AdE un pò mi preoccupa...

    (mi sono riletto e ho voluto dare un colore di prestigio a uno degli interventi più intelligenti che ho postato )
    Ultima modifica di Niccolò; 07-07-08 alle 01:24 PM
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  5. #5
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,390

    Predefinito

    Un cordiale saluto a tutti innanzitutto.

    Quanto al tema mi verrebbe questo titolo per un possibile intervento sul tema del modello F24 a zero: l'annosa questione del modello F24 a zero.

    Speedy scrive:
    Secondo me tale maggiorazione va applicata, in quanto la ritardata presentazione della distinta a zero non è configurabile come irregolarità formale
    .

    Non sono d'accordo con il fatto che la mancata presentazione (perchè credo che di questo si stia parlando ) di modello F24 a zero sia una violazione sostanziale. Perchè il codice tributo previsto per regolarizzare la mancata o tardiva presentazione è il codice tributo 8911 e non 8901, ecc.. ecc.. ?

    Perchè il ravvedimento riguarda la mancata comunicazione dell'avvenuta compensazione e non il mancato versamento dei tributi compensati.

    Peraltro il mancato versamento si configurerebbe ( secondo la maggioranza dottrinaria) nell'ipotesi di compensazione parziale e il ravvedimento del mancato versamento riguarderebbe solo la parte non compensata.

    Se così non è mi chiedo: a cosa serve il servizio di riscossione centralizzata dei tributi e contributi ?

    A nulla e opto per abrograzione del servizio, non per demagogia, ma per ridurre i costi di un apparato burocratico che non riesce ad incrociare i flussi a debito e a credito dello stesso contribuente.

    E' come se gestendo il partitario di un fornitore, fosse consideratata corretta l'applicazione da parte sua, di un interesse moratorio, semplicemente perchè non ha ancora annotato nella mia scheda che gli ho fatto un bonifico a saldo totale o parziale del mio debito nei suoi confronti.

    Ovviamente condizione sine qua non per l'inesistenza del debito per interessi, è l'esistenza di un credito per pari importo alla data in cui era dovuto il pagamento.

    Una volta appurato che il credito da compensare a quella data esisteva, anche se ne hai avuto dopo conoscenza (comunicazione ritardata), il debito per interessi (0,40 &#37,non esiste.
    Ultima modifica di Enrico Larocca; 07-07-08 alle 03:18 PM
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  6. #6
    mr bean è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    i live where i like to
    Messaggi
    303

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Speedy Visualizza Messaggio
    Riapro l'argomento, trattato qualche giorno fa, perchè ritengo che in relazione alle più recenti interpretazioni dell'ADE le regole da applicare attualmente siano diverse da quelle applicate negli anni precedenti.
    Il problema diventa attuale con la prossima scadenza del 16 luglio: se compilo una distinta con saldo a zero, devo applicare la maggiorazione 0,40% sui tributi a debito ?
    Secondo me tale maggiorazione va applicata, in quanto la ritardata presentazione della distinta a zero non è configurabile come irregolarità formale ed in quanto non vedo quale sia la differenza tra il contribuente che versa soltanto tributi a debito con quello che versa una somma ridotta oppure non versa nulla perchè utilizza altri tributi a credito. Non mi pare infatti che la normativa vigente preveda la rivalutazione dello 0,40% anche per i tributi a credito.
    Partendo da questi presupposti, ho redatto queste brevi note, ad uso interno del mio studio, che porto a vostra conoscenza:
    -------------------------------------------------------------------------
    Qualora la distinta F24 venga presentata dopo il 16 giugno 2008, scadenza ordinaria dei tributi generati dalla dichiarazione dei redditi, ciascun tributo deve essere maggiorato dello 0,40 % a condizione che il versamento venga effettuato entro il 16 luglio 2008.

    Qualora vi siano crediti da compensare, occorre ricordare che:
    = se gli importi a debito superano gli importi da compensare e la delega riporta un saldo a debito, è opportuno scindere la delega in due moduli, il primo con saldo a zero ed il secondo con il residuo saldo a debito,
    = sul modulo con saldo a zero versato entro il 16 luglio 2008 gli importi a debito vanno maggiorati dello 0,40 % e quelli a credito vanno adeguati (se vi è capienza) in modo che il saldo finale della delega rimanga sempre uguale a zero,
    = in alternativa, se il totale dei tributi a debito è superiore a 7.750 euro, conviene fare il ravvedimento operoso della delega a zero scaduta il 16 giugno 2008 lasciando gli importi a debito invariati e senza maggiorazione, ma aggiungendo la sanzione con il codice tributo 8911 e l’importo fisso di 31 euro (11 euro se il versamento viene effettuato entro il 21 giugno 2008 cioè entro cinque giorni). Come anno di riferimento della sanzione va indicato quello del versamento. Gli importi a credito vanno adeguati (se vi è capienza) in modo che il saldo finale della delega rimanga sempre uguale a zero,
    = dopo il 16 luglio 2008 e fino al 16 giugno 2009 (ritardo non superiore a 365 giorni) resta come unica soluzione quella del ravvedimento operoso della delega a zero scaduta il 16 giugno 2008 con il versamento della sanzione di 31 euro
    = in mancanza di capienza degli importi a credito per effetto delle varie maggiorazioni (maggiorazione 0,40 % oppure sanzione di 31 euro), occorre diminuire uno degli importi a debito in maniera che la delega resti con saldo a zero. L’importo a debito che è stato tolto va in conseguenza versato con la procedura ordinaria e con la maggiorazione dello 0,40 % oppure con il ravvedimento operoso.
    --------------------------------------------------------------------------
    Un saluto a tutti
    Speedy
    scusa ma credo ormai sia arcinoto che se sono a credito posso tranquillamente presentare l'f24 a zero il 16/07 senza alcuna maggiorazione 0,40


    per quanto riguarda la questione f24 a zero sanzionabile o meno se presentato in ritardo, non posso che concordare con le conclusioni del dott. Larocca, non è sanzionabile.

    ciao
    Mr Bean, rag. Commercialista in quel di Buckingham Palace

  7. #7
    anacleto è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    71

    Angry Sanzione per IRAP compensata su Mod.F24

    Cioa a tutti, mi unisco a questa discussione per quanto comunicatomi dall'Agenzia Entrate (naturalmente ai primi di agosto, quando ero in ferie).
    Relativamente all'acconto IRAP dell'anno 2005, una ditta ha compensato il debito con crediti (F24 a zero).
    Non lo ha però presentato nei termini e dopo 4 mesi se ne è accorta, ha fatto un nuovo mod. F24 aggiungenso il tributo 8911 per il ravvedimento.
    Ha quindi presentato un mod. F24 che presenta imposte compensate ma un saldo di 30 euro per la sanzione.
    Ora l'agenzia ha applicato la sanzione come per un versamento tardivo applicando tra l'atro il 30% (cioè senza alcuna riduzione).
    Alle mie proteste ha risposto che anche se solo per la sanzione del ravvedimento, non era un F24 a zero e quindi ha applicato le sanzioni ( 2.500 euro)come per un pagamento tardivo.
    Io ritengo sia una assurdità, se non veniva presentato vi era al massimo la sanzione amministrativa di 154 euro 8se non sbagio ) , avendo ravveduto ne paga 2.500=
    Vi è già capitato qualcosa di simile ?
    Come Vi siete difesi ?
    Grazie per chi volesse rispondermi
    Anacleto

  8. #8
    SPQR © è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Cortina d'Ampezzo
    Messaggi
    7

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da anacleto Visualizza Messaggio
    Cioa a tutti, mi unisco a questa discussione per quanto comunicatomi dall'Agenzia Entrate (naturalmente ai primi di agosto, quando ero in ferie).
    Relativamente all'acconto IRAP dell'anno 2005, una ditta ha compensato il debito con crediti (F24 a zero).
    Non lo ha però presentato nei termini e dopo 4 mesi se ne è accorta, ha fatto un nuovo mod. F24 aggiungenso il tributo 8911 per il ravvedimento.
    Ha quindi presentato un mod. F24 che presenta imposte compensate ma un saldo di 30 euro per la sanzione.
    Ora l'agenzia ha applicato la sanzione come per un versamento tardivo applicando tra l'atro il 30% (cioè senza alcuna riduzione).
    Alle mie proteste ha risposto che anche se solo per la sanzione del ravvedimento, non era un F24 a zero e quindi ha applicato le sanzioni ( 2.500 euro)come per un pagamento tardivo.
    Io ritengo sia una assurdità, se non veniva presentato vi era al massimo la sanzione amministrativa di 154 euro 8se non sbagio ) , avendo ravveduto ne paga 2.500=
    Vi è già capitato qualcosa di simile ?
    Come Vi siete difesi ?
    Grazie per chi volesse rispondermi
    Anacleto
    Mi sembra un comportamento, quello dell'Ufficio, privo di giustificazioni e, se posso aggiungere, anche un po' comico.
    Tu avresti potuto tranquillamente presentare un F24 a zero e versare la sanzione con un distinto F24; invece hai presentato, come ti è consentito, un solo F24, certo non a zero, ma proprio perchè c'è la sanzione.
    Con 2.500 euro di sanzione io non lascerei correre.
    Ciao.

  9. #9
    lupetto73 è offline Member
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    99

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SPQR © Visualizza Messaggio
    Mi sembra un comportamento, quello dell'Ufficio, privo di giustificazioni e, se posso aggiungere, anche un po' comico.
    Tu avresti potuto tranquillamente presentare un F24 a zero e versare la sanzione con un distinto F24; invece hai presentato, come ti è consentito, un solo F24, certo non a zero, ma proprio perchè c'è la sanzione.
    Con 2.500 euro di sanzione io non lascerei correre.
    Ciao.
    senza dubbio... ma da dove si parte? cioè: che documentazione (circolari, risoluzioni, interpelli, ecc ecc) ci sono in giro su questo argomento per far valere le proprie ragioni?
    mi sembra assurdo che se ho un credito irpef per 50.000 ed un debito iva per 51.000, con un saldo di 1.000 da pagare, in caso di tardivo versamento vogliono in 10€ sull'intero debito iva (cioè 5.000 €, + interessi..)
    aspetto con ansia vostre informazioni...

  10. #10
    Contabile è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Italia
    Messaggi
    9,899

    Predefinito

    Art. 13 del D.Lgs. 18.12.1997, n. 472
    “Commercialista Telematico. Né SKY, né RAI. Abbonarsi conviene. ”.

    Lavora facile con qualità e risparmio. Lavora CONTABILE TELEMATICO

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. raccordo saldo fornitore da fattura e saldo contabile
    Di utente nel forum Altri argomenti
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 29-03-10, 08:12 AM
  2. saldo iva
    Di fsdn2003@libero.it nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09-03-10, 07:26 PM
  3. f24 saldo zero
    Di spegi1 nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 06-08-08, 01:46 PM
  4. Saldo Iva
    Di nervus nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12-06-08, 04:49 PM
  5. F24 a saldo zero
    Di Danilo Giuseppe Giorgio973 nel forum F24 e invii telematici
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 17-11-06, 07:01 PM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15