Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Transazione fiscale

  1. #1
    PROFES è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    549

    Predefinito Transazione fiscale

    Salve.

    1) La proposta di transazione fiscale coincide con la proposta di ristrutturazione debiti (oppure sono documenti distinti e separati); in realtà, l'accettazione della proposta è già l'accordo stesso...di ristrutturazione...

    2) Anche per proporre la transazione fiscale occorre che i debiti oggetto della stessa rappresentino almeno il 60% dell'intera esposizione debitoria?

    Grazie

  2. #2
    Il Gabbiano è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    334

    Predefinito

    La transazione fiscale ex art. 182 ter l.f. è l'accordo che si può avanzare per debiti fiscali all'interno del conc. prev. o degli accordi di ristrutturazione dei debiti...le 2 cose non coincidono, sono differenti...diciamo che è un momento propedeutico, perchè se l'Ufficio o il concessionario non accolgono la richiesta nei piani di concordato o ristrutturazione non si potrà chiedere il pagamento parziale dei debiti tributari

  3. #3
    Il Gabbiano è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    334

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Il Gabbiano Visualizza Messaggio
    La transazione fiscale ex art. 182 ter l.f. è l'accordo che si può avanzare per debiti fiscali all'interno del conc. prev. o degli accordi di ristrutturazione dei debiti...le 2 cose non coincidono, sono differenti...diciamo che è un momento propedeutico, perchè se l'Ufficio o il concessionario non accolgono la richiesta nei piani di concordato o ristrutturazione non si potrà chiedere il pagamento parziale dei debiti tributari
    In relazione alla seconda domanda non mi pare ci siano limiti...
    tieni conto però che l'Iva e i tributi che non sono di competenza italiana non sono transabili

  4. #4
    PROFES è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    549

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Il Gabbiano Visualizza Messaggio
    In relazione alla seconda domanda non mi pare ci siano limiti...
    tieni conto però che l'Iva e i tributi che non sono di competenza italiana non sono transabili
    In realtà la percentuale è definita per gli accordi di ristrutturazione...
    Quindi mi vuoi dire che la transazione fiscale dev'essere impostata a prescindere dagli accordi di ristrutturazione?

  5. #5
    Il Gabbiano è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    334

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da PROFES Visualizza Messaggio
    In realtà la percentuale è definita per gli accordi di ristrutturazione...
    Quindi mi vuoi dire che la transazione fiscale dev'essere impostata a prescindere dagli accordi di ristrutturazione?

    Certo la % c'è per gli accordi ma non per la transazione fiscale.

    Per esempio se un azienda propone accordo ristrutt. ai propri fornitori che rappresentano almeno il 60% dei debiti potrebbe non richiedere affatto la transazione fiscale, in tal caso i debiti fiscali andranno pagati interamente.
    Se viceversa io ho debiti a una serie di fornitori che voglio transare e che rappresentano il 30% dei miei debiti e ho debiti fiscali che voglio provare a transare che rappresentano il 40%...ho superato il limite dei 60, ma affinchè venga omologato l'accordo io devo prima richiedere all'Ufficio la transazione che mi permetta di pagare parzialmente i debiti fiscali...se acconsente convoco tutti gli interessati per approvare l'omologazione.
    L'esempio è estremamente semplificato perchè poi devi tenere conto di eventuali privilegi e di non soddisfare creditori dello stesso livello o inferiore con % maggiori.

  6. #6
    PROFES è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    549

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Il Gabbiano Visualizza Messaggio
    Certo la % c'è per gli accordi ma non per la transazione fiscale.

    Per esempio se un azienda propone accordo ristrutt. ai propri fornitori che rappresentano almeno il 60% dei debiti potrebbe non richiedere affatto la transazione fiscale, in tal caso i debiti fiscali andranno pagati interamente.
    Se viceversa io ho debiti a una serie di fornitori che voglio transare e che rappresentano il 30% dei miei debiti e ho debiti fiscali che voglio provare a transare che rappresentano il 40%...ho superato il limite dei 60, ma affinchè venga omologato l'accordo io devo prima richiedere all'Ufficio la transazione che mi permetta di pagare parzialmente i debiti fiscali...se acconsente convoco tutti gli interessati per approvare l'omologazione.
    L'esempio è estremamente semplificato perchè poi devi tenere conto di eventuali privilegi e di non soddisfare creditori dello stesso livello o inferiore con % maggiori.
    Per intenderci:
    Se io volessi transare debiti tributari che non raggiungono il 60% nè mi interessa fare un piano di ristrutturazione debiti con altri debitoriè possibile?
    .... dato che mi sembra di capire che il piano di ristrutturazione deve necessariamente seguire la proposta di transazione?
    Quindi, successivamente il limite del 60% si pone comunque...Andrebbe perciò da da subito considerato...se non vi fosse tanto vale non fare proprio la proposta di transazione all'agenzia delle entrate!

    Ti ringrazio ancora

  7. #7
    Il Gabbiano è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    334

    Predefinito

    Il piano di ristrutturazione può essere fatto senza transazione, è, viceversa, la transazione fiscale art. 182ter che ha come presupposto un piano di ristrutturazione o un concordato.
    Altrimenti lo Stato non può accettare una riduzione del debito; lo accetta solo in virtù di interessi superiori quali la ristrutturazione dell'impresa e il mantenimento dell'occupazione.
    Altrimenti gli unici "sconti" fiscali sono quelli che si ottengono coi deflativi, ma riguardano singoli accertamenti del Fisco e non la posizione debitoria nel complesso.

  8. #8
    PROFES è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    549

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Il Gabbiano Visualizza Messaggio
    Il piano di ristrutturazione può essere fatto senza transazione, è, viceversa, la transazione fiscale art. 182ter che ha come presupposto un piano di ristrutturazione o un concordato.
    Altrimenti lo Stato non può accettare una riduzione del debito; lo accetta solo in virtù di interessi superiori quali la ristrutturazione dell'impresa e il mantenimento dell'occupazione.
    Altrimenti gli unici "sconti" fiscali sono quelli che si ottengono coi deflativi, ma riguardano singoli accertamenti del Fisco e non la posizione debitoria nel complesso.
    Quindi nel secondo caso da te fatto, di transazione fiscale come punto di partenza, ho ragione quando dico che da subito devo considerare di dover raggiungere il 60% dei creditori, dato che da subito devo collocare la transazione all'interno di un piano.

    Così, praticamente...:

    1)dovrò fare proposta di transazione fiscale all'agenzia delle entrate e concessionario, già includendo un piano di ristrutturazione se lo stesso lo faccio solo con l'Erario, vero?(verificando il limite del 60% dei debiti tributari sulla totale esposizione debitoria)

    2)il deposito della proposta al tribunale devo farla contestualmente, a prescindere dall'attesa dell'esito di risposta alla proposta?

    3)l'accordo se accettato, dev'essere omologato al tribunale e poi registrato al Registro delle Imprese.

    Grazie per la disponibilità

  9. #9
    Il Gabbiano è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    334

    Predefinito

    [QUOTE=PROFES;133223]Quindi nel secondo caso da te fatto, di transazione fiscale come punto di partenza, ho ragione quando dico che da subito devo considerare di dover raggiungere il 60% dei creditori, dato che da subito devo collocare la transazione all'interno di un piano.

    io non ho ventilato questa ipotesi, lo hai fatto tu...comunque a livello teorico si. (60% dei crediti, non dei creditori)

    1)dovrò fare proposta di transazione fiscale all'agenzia delle entrate e concessionario, già includendo un piano di ristrutturazione se lo stesso lo faccio solo con l'Erario, vero?(verificando il limite del 60% dei debiti tributari sulla totale esposizione debitoria)

    SI, ma informati sulla fattibilità, magari con l'Ufficio dell'AdE...io ho qualche dubbio che l'agenzia accetti una transazione in un piano dove è lei l'unica a rimetterci, ma non voglio sbilanciarmi su questo quindi imformati;

    2)il deposito della proposta al tribunale devo farla contestualmente, a prescindere dall'attesa dell'esito di risposta alla proposta?

    Si, vedi risoluzione 3/E 2009 a proposito di contestualità.

    3)l'accordo se accettato, dev'essere omologato al tribunale e poi registrato al Registro delle Imprese.

    si

Discussioni Simili

  1. Transazione fiscale - Chiarimento Presupposti Oggettivi
    Di Brigitte Lo Iacono nel forum Fallimenti e procedure concorsuali
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19-08-13, 05:29 PM
  2. transazione
    Di fabio12161 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 21-07-13, 10:15 PM
  3. transazione fiscale e accordo ristrutturazione debiti
    Di contabile77 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-08-11, 08:22 PM
  4. accordo di ristrutturazione e transazione fiscale
    Di bryan nel forum Fallimenti e procedure concorsuali
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-04-10, 07:46 PM
  5. transazione ?
    Di ST2010 nel forum Fallimenti e procedure concorsuali
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 03-02-10, 10:57 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15