Una S.p.A. in concordato preventivo ha i seguenti crediti fiscali:

IRES € 130.045,00 di cui € 38.640,00 maturati dopo l’ammissione al concordato (ritenute su interessi attivi)

IRAP € 74.677,00 (tutto ante concordato)

IVA € 100.000,00 (tutto maturato dalla procedura di concordato)


La circolare 13/E del 11.03.2011 dell’Agenzia delle Entrate chiarisce che il divieto di compensazione di crediti formatisi nel corso della procedura non opera in presenza di debiti erariali scaduti, ma maturati in data antecedente all’apertura della procedura stessa.
Quanto sopra riguarda anche la procedura di Concordato Preventivo?
I crediti, ora liberamente compensabili, sono solo quelli maturati in corso di procedura? E quindi, nel nostro caso, € 38.640 per IRES, ed € 100.000 per IVA?
Per l’IVA è comunque necessario il visto di conformità?
Grazie.