Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: Procedura Concorsuale GmbH Tedesca con Sede Secondaria in Italia

  1. #1
    franz71 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    16

    Predefinito Procedura Concorsuale GmbH Tedesca con Sede Secondaria in Italia

    Procedura Concorsuale GmbH Tedesca con Sede Secondaria in Italia

    Dati:

    * GmbH tedesca con capitale sociale di soli 25.000 EUR (senza asset di rilievo) = peanuts

    * Approx 40 dipendenti (di cui 10 presso sede secondaria in Italia)

    * A Settembre 2011 la società chiede il fallimento in Germania perché ha le casse vuote in quanto le società madri sono sottoposte a procedure concorsuali (fallimento in Svizzera e chapter 11 nel Delaware)

    * A Dicembre 2011 si apre il fallimento in Germania

    * A Dicembre 2011 i dipendenti italiani chiedono l'insinuazione nel passivo (in Germania) per poter (almeno) ottenere la documentazione per l'intervento dei fondi di garanzia dell'INPS

    * A Gennaio 2011 è prevista l'assemblea dei creditori del procedimento concorsuale tedesco

    Domande:

    * In Italia un fornitore ha richiesto il fallimento, ma ovviamente i tempi sono diversi da quelli tedeschi (pur trattandosi della stessa società) - ad oggi nel tribunale italiano competente non risulta ancora aperto alcun fallimento. Cosa suggerite ai dipendenti italiani? Far parte della sola procedura "tedesca" per poter ottenere al più presto la documentazione per l'intervento dei fondi di garanzia dell'INPS (vd sotto) oppure insinuarsi anche nella procedura concorsuale "italiana" (che fa sempre riferimento alla sede secondaria della STESSA GmbH tedesca). Più in generale come si "raccordano" le procedure concorsuali tedesche con quelle italiane (in Germania siamo già all'assemblea dei creditori, in Italia il fallimento non è stato ancora aperto!).

    * Avete esperienze di richieste di intervento del fondo di garanzia INPS per dipendenti di società comunitarie (non italiane)? Il mio (grosso) timore è che per esempio il T.F.R. dovuto non venga evidenziato separatamente nello stato passivo (in Germania non sanno nemmeno cosa sia il T.F.R.!) e che quindi l'INPS si rifiuti di pagare il T.F.R. coperto dal fondo di garanzia in quanto non evidenziato in maniera non equivocabile nello stato passivo tedesco.

    OGNI CONSIGLIO E' GRADITO!!!

  2. #2
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,209

    Predefinito

    Sono curatore fallimentare in alcune procedure concorsuali in Italia e non mi è bene chiara la situazione.

    Le chiedo: la sede secondaria ha una contabilità in Italia ? Penso che la risposta sia positiva.

    Le chiedo inoltre: i dipendenti che vogliono attingere al Fondo di garanzia dell'INPS, sono dipendenti della sede secondaria che ha una posizione assicurativa accesa presso l'INPS ?

    Credo che anche in questo caso la risposta è positiva. Se lo è avendo degli accreditamenti sulle posizioni assicurative della società (sede secondaria in Italia) credo che la domanda di accesso al Fondo di garanzia INPS sia ammessa e presso l'INPS le dovranno indicare le modalità. Se non ha una posizione assicurativa in Italia, non esiste credo la possibilità di accesso al Fondo citato.

    Saluti
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  3. #3
    franz71 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    16

    Predefinito

    Le chiedo: la sede secondaria ha una contabilità in Italia ?
    FRANZ71: NO <--- CORREZIONE

    Le chiedo inoltre: i dipendenti che vogliono attingere al Fondo di garanzia dell'INPS, sono dipendenti della sede secondaria che ha una posizione assicurativa accesa presso l'INPS ?
    FRANZ71: SI

    Credo che anche in questo caso la risposta è positiva. Se lo è avendo degli accreditamenti sulle posizioni assicurative della società (sede secondaria in Italia) credo che la domanda di accesso al Fondo di garanzia INPS sia ammessa e presso l'INPS le dovranno indicare le modalità.
    FRANZ71: LE MODALITA' SONO INDICATE NELLA CIRCOLARE INPS ALLEGATA (VD PAGINA 12)

    3.3.3. Procedura concorsuale aperta in un altro Stato membro dell’Unione
    Europea

    • copia autentica dello Stato Passivo munita di traduzione legale (da cui si deve evincere, in maniera inequivocabile, che le somme sono dovute a titolo TFR)

    DOMANDA: IN GERMANIA NON SANNO COSA SIA IL T.F.R.! COSA SUCCEDE SE IL CURATORE TEDESCO INSERISCE NELLO STATO PASSIVO SOLAMENTE IL TOTALE DELLE SOMME DOVUTE A CIASCUN DIPENDENTE ITALIANO SENZA SEPARARE IL T.F.R. DAGLI ALTRI CREDITI?

    ...PER LA SERIE: "IN GERMANIA SI FA COSI'"
    File Allegati File Allegati
    Ultima modifica di franz71; 20-01-12 alle 03:12 PM

  4. #4
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,209

    Predefinito

    Non so dirle cosa accade al fallimento in Germania. Tale domanda dovrebbe porla ad un collega tedesco.

    Non credo che possa, in via di ragionamento, ottenere dalla procedura concorsuale tedesca quanto accreditato all'Ente Previdenziale Italiano. Come potrebbe, INPS surrorgarsi nella procedura concorsuale tedesca ?

    Se fallisce la sede secondaria in Italia, allora potrà accedere al Fondo previa domanda.

    Saluti
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  5. #5
    franz71 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    16

    Predefinito

    CORREZIONE IMPORTANTE:
    la sede secondaria NON ha una contabilità in Italia.

    L'INPS prevede esplicitamente il caso sotto e quindi (credo) intraprenda le azioni necessarie nella procedura concorsuale estera.

    3.3.3. Procedura concorsuale aperta in un altro Stato membro dell’Unione Europea

    • copia autentica dello Stato Passivo munita di traduzione legale (da cui si deve evincere, in maniera inequivocabile, che le somme sono dovute a titolo TFR)
    Ultima modifica di franz71; 20-01-12 alle 03:21 PM

  6. #6
    franz71 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    16

    Predefinito

    Ad ulteriore sostegno di quanto detto sopra allego il documento "Invito all'insinuazione di un credito" (documento in italiano relativo alla procedura concorsuale tedesca) in cui si afferma:

    Ciascun creditore, comprese le autorità fiscali e gli organismi di previdenza sociale degli Stati membri (FRANZ71: e.g. Italia), ha il diritto di insinuare i crediti per iscritto nella procedura di insolvenza. Ciò vale anche per i creditori che hanno la residenza abituale, il domicilio o la sede in uno Stato membro diverso dallo Stato di apertura (FRANZ71: i.e. Germania).

    RINGRAZIO IN ANTICIPO PER SUGGERIMENTI/CONSIGLI DA PARTE DI CURATORI O CREDITORI CHE HANNO PARTECIPATO A PROCEDURE CONCORSUALI RELATIVE A SEDI SECONDARIE IN ITALIA
    File Allegati File Allegati

  7. #7
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,209

    Predefinito

    Salve,

    questa indicazione che lei scrive:la sede secondaria NON ha una contabilità in Italia, a mio giudizio, confligge con alcune norme sia civili che fiscali, se ovviamente si tratta di sede secondaria e in quanto tale per definizione Stabile Organizzazione, obbligata alla tenuta della contabilità in Italia:

    Codice Civile: 2508: Società estere con sede secondaria nel territorio dello Stato;
    2509: Società estere di tipo diverso da quelle nazionali.

    T.U.I.R.: 162 ==> Stabile Organizzazione

    L'esistenza di obblghi contabili in Italia, a mio giudizio, cambia il quadro di riferimento del comportamento da seguire nelle ipotesi di insovenza.

    Ovviamente bisognerebbe approfondire il caso, fatto incompatibile con un Forum di discussione.

    Fermo restando che i riferimenti documentali da lei indicati sembrano darle ragione sulla fattibilità, mi chiedo come si possa, operativamente, garantire una copertura dal fondo di garanzia in Italia per le imprese insolventi, in relazione ad imprese che non osservato (pur essendone obbligate) hanno adempimenti contabili in Italia e quindi non hanno proceduto ad accreditamenti contributivi a favore del personale dipendente.

    Sono sicuro, per esperienza diretta, in relazione ad imprese che avevano realizzato operazioni straordinarie, con passaggio giuridico del personale da un soggetto all'altro, che l'INPS ha persino contestato la richiesta di intevento e di copertura con il Fondo di Garanzia di rapporto al personale della locataria d'azienda che era passato alla società conduttrice, così come prevede l'art. 2112 del cod.civ., perchè a loro dire, non risultava provato il processo di accreditamento contributivo e l'unificazione delle posizioni assicurative che è alla base dell'intervento del Fondo.

    Altro non posso dirle, non avendo esperienze di curatele di procedure concorsuali relative a sedi secondarie in Italia.

    Saluti
    Ultima modifica di Enrico Larocca; 22-01-12 alle 04:45 PM
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  8. #8
    franz71 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    16

    Predefinito

    Due chiarimenti:

    - ho verificato sul sito INPS che l'azienda ha pagato i contributi fino al giorno della richiesta di fallimento in Germania.

    - il link sotto sembra indicare che le sedi secondarie di società estere debbano pubblicare in Italia il bilancio della società --> ESTERA <--.

    Ceipiemonte - Invest in Torino Piemonte - Start up

    Sede secondaria di società estera

    La sede secondaria in Italia di una società estera - che non costituisce un’entità legale - si caratterizza principalmente per due elementi:

    - la stabilità dell’insediamento
    - la rappresentanza stabile

    Cosa fare per aprire una sede secondaria

    La società residente all’estero che desideri operare tramite una sede secondaria in Italia deve richiederne l’iscrizione nella sezione ordinaria del registro delle imprese. Dopo l’iscrizione al registro imprese la sede secondaria di una società estera è soggetta agli stessi adempimenti di una società italiana per quanto riguarda i termini di pubblicazione del bilancio della società estera e degli altri documenti societari.

  9. #9
    franz71 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    16

    Predefinito

    Ho trovato ulteriore conferma sul deposito del bilancio presso la CCIAA della società --> ESTERA <-- nel documento allegato (vd. pag 13 in fondo alla pagina) proveniente da fonte governativa (INVITALIA - agenzia nazionale attrazione invstimenti).
    File Allegati File Allegati

  10. #10
    franz71 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    16

    Predefinito Importante aggiornamento: Regolamento ce 1346 2000!!!

    Le risposte alle mie domande si trovano nel regolamento CE 1346 2000 (vd. allegato)... in soldoni dovrebbe essere così:

    Stato di apertura della procedura di insolvenza: Germania (sede statatutaria della società e centro degli interessi principali) - la decisione di apertura della procedura di insolvenza (già avvenuta) è riconosciuta (senza altra formalità) in tutti gli altri Stati membri.

    Legge applicabile (alla ripartizione del ricavato dei beni, al grado dei crediti ed ai diritti dei creditori, etc.): legge tedesca

    Legge applicabile (ai contratti di lavoro): legge italiana

    Ogni creditore può insinuare il proprio credito nella procedura principale (in Germania) e in qualsiasi procedura secondaria (in Italia, nel caso sia aperta una procedura secondaria in Italia).

    QUALCUNO HA ESPERIENZA DIRETTA SULL'APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO CE 1346 2000 (il quale dovrebbe prevalere sulla legge fallimentare italiana)?

    GRAZIE 1000 IN ANTICIPO!

    F.
    File Allegati File Allegati

Discussioni Simili

  1. Sede secondaria all'estero e IRAP
    Di dott.mamo nel forum Altri argomenti
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 09-06-11, 04:54 PM
  2. apertura sede secondaria
    Di LOLLOKIKKO nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-01-11, 05:18 PM
  3. Lavori Italia ditta tedesca
    Di Antonella_sceida nel forum IVA - Intrastat - SPESOMETRO - San Marino
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 21-01-11, 03:12 PM
  4. Sede secondaria in UE e Intrastat
    Di dott.mamo nel forum IVA - Intrastat - SPESOMETRO - San Marino
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 15-10-10, 01:41 AM
  5. unità locale o sede secondaria
    Di sabrinallt nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 13-02-09, 07:49 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15