Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Fallimento - Esistenza di rapporti di lavoro ancora aperti alla data del fallimento.

  1. #1
    coccinella è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Campania
    Messaggi
    148

    Predefinito Fallimento - Esistenza di rapporti di lavoro ancora aperti alla data del fallimento.

    Salve, sono in difficoltà nel chiarirmi un dubbio riguardo all’eventuale comunicazione che un curatore fallimentare di una ditta o di una società fallita debba presentare al centro per l’impiego, non avendo conoscenza dell’eventuale presenza di rapporti di lavoro ancora aperti alla data del fallimento.
    In altre parole, vorrei sapere se il Curatore che non dispone delle scritture contabili e del libro unico del lavoro, nonché di dichiarazioni del fallito, in merito alla esistenza di dipendenti non ancora licenziati all’atto della dichiarazione di fallimento, debba intraprendere delle iniziative per comunicare (a chi? al centro per l’impiego territorialmente competente?) gli effetti del licenziamento dalla data di fallimento, oppure, fatte le comunicazioni all’Inps e Inail territorialmente competenti, possa stare tranquillo!

  2. #2
    f.p
    f.p è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    1,554

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da coccinella Visualizza Messaggio
    Salve, sono in difficoltà nel chiarirmi un dubbio riguardo all’eventuale comunicazione che un curatore fallimentare di una ditta o di una società fallita debba presentare al centro per l’impiego, non avendo conoscenza dell’eventuale presenza di rapporti di lavoro ancora aperti alla data del fallimento.
    In altre parole, vorrei sapere se il Curatore che non dispone delle scritture contabili e del libro unico del lavoro, nonché di dichiarazioni del fallito, in merito alla esistenza di dipendenti non ancora licenziati all’atto della dichiarazione di fallimento, debba intraprendere delle iniziative per comunicare (a chi? al centro per l’impiego territorialmente competente?) gli effetti del licenziamento dalla data di fallimento, oppure, fatte le comunicazioni all’Inps e Inail territorialmente competenti, possa stare tranquillo!
    Ciao
    a mio modestissimo parere, direi che le comunicazioni di intervenuto fallimento agli enti territorialmente competenti sia sufficiente.

    Tuttavia, personalmente, nei casi in cui è "intuibile" (e notoriamente la "coccinella" ha un intuito infallibile ) che ci possano essere dei rapporti di lavoro in atto, una richiesta ufficiale al Centro Impiego (per conoscere l'elenco delle comunicazioni obbligatorie e, quindi, assunzioni, cessazioni, trasformazioni e quant'altro) la farei, non solo per la formalizzazione della cessazione del rapporto, quanto per dare eventualmente contezza del fallimento ai mal capitati lavoratori.. soprattutto se il datore ha preso il volo..
    "Alcune persone sognano cose importanti, altre stanno sveglie e le fanno".

Discussioni Simili

  1. Fallimento e data licenziamento dipendenti
    Di ff12 nel forum Fallimenti e procedure concorsuali
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 26-01-13, 02:57 PM
  2. Data del fallimento
    Di roby100484 nel forum Fallimenti e procedure concorsuali
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 04-12-12, 02:29 PM
  3. CUD: Detrazioni lavoro dipendente e fallimento
    Di URBE74 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-03-11, 11:49 PM
  4. CUD: Detrazioni lavoro dipendente e fallimento
    Di URBE74 nel forum Fallimenti e procedure concorsuali
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-03-11, 02:47 PM
  5. Fallimento e bilancio non (ancora) presentato
    Di La matta nel forum Fallimenti e procedure concorsuali
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 26-05-10, 04:15 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15