Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Liquidazione compenso coadiutore contabile fiscale

  1. #1
    Aleando è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    347

    Predefinito Liquidazione compenso coadiutore contabile fiscale

    Salve,
    circa due anni fa sono stato nominato coadiutore fiscale in un fallimento di una srl. Mi è stato detto che per quantificare il mio compenso per le prestazioni effettuate in questi anni, devo prendere come base il Dm 2002 relativo alle spese di giustizia.
    Ora sinceramente nel DM ritrovo solo i compensi in caso di consulenza o perizia, ma io non ho fatto nulla di tutto questo.
    Io ho dato consulenza in materia fiscale contabile, predisposto i vari dichiarativi degli anni (IVA, 770, UNICO, liquidazioni periodiche etc...). Qualcuno può dirmi come posso quantificare questo benedetto compenso?

  2. #2
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,094

    Predefinito

    Per la tenuta della contabilità e gli adempimenti fiscali credo vada applicata la Tariffa professionale dei dottori commercialisti.

  3. #3
    Aleando è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    347

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico Larocca Visualizza Messaggio
    Per la tenuta della contabilità e gli adempimenti fiscali credo vada applicata la Tariffa professionale dei dottori commercialisti.
    Io ero pure convinto così, ma il giudice mi ha detto di liquidare il compenso tramite il DM perchè risultano spese di giustizia. Sinceramente mi pare assurdo

  4. #4
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,094

    Predefinito

    Non sono d'accordo con il giudice. E' vero che sei un coadiutore fiscale e che in teoria si potrebbe ipotizzare che il curatore (se commercialista) percepirebbe un unico compenso da parametrarsi ad attivo liquidato, passivo estinto, ecc. così come disciplinato dal D.M. 25/01/2012 n. 30 (in G.U. n. 72 del 26/03/2012). Come facciamo ad applicare il DM indicato al coadiutore fiscale, con i parametri in esso indicati ? Non è che il lavoro del coadiutore è in funzione dell'attivo realizzato, non le sembra ? E' invece in funzione dei valori tipici della professione di Dottore Commercialista (volume d'affari, reddito dichiarato, ecc.) che non sono riportati nel DM che riguarda unicamente l'attività di curatore fallimentare, non di coadiutore fiscale.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

Discussioni Simili

  1. Trattamento contabile-fiscale costruzione immobile commerciale
    Di marta78 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29-12-12, 02:25 PM
  2. Programma Contabile-Fiscale Bussinesspass
    Di Aleando nel forum Altri argomenti
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 06-12-11, 02:36 PM
  3. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 17-11-10, 04:25 PM
  4. Liquidazione compenso consulente
    Di Aleando nel forum Fallimenti e procedure concorsuali
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 29-03-10, 12:30 PM
  5. Registrazione contabile compenso Amministratore
    Di allemonte nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04-03-09, 02:49 PM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15