In studio continuiamo ad avere idee contrastanti circa la gestione di una liquidazione, dichiarata dal tribunale al termine di un fallimento con residuo attivo!!
dunque: una SpA, messa in liquidazione, ha solo due soci, i quali sono anche soci di una snc. anche la snc è fallita, determinando, ovviamente il fallimento dei singoli soci.
il liquidatore della SpA intende convocare l'assemblea ((?) e già non concordo sulla necessità di tale atto) convocando il curatore del fallimento dei soci della SpA.
Il curatore sostiene di aver titolo per sostitursi ai due falliti e di poter legittimamente deliberare in loro vece.

io sostengo di no: in quanto il funzionamento dell'assemblea della SpA non ritengo sia attratta alle competenze del fallimento della snc.

Voi che ne pensate??