ho il seguente problema, un pò complesso, ed anche l'ex curatore non sa dirmi bene.
ecco la storia:
- società X dà in appalto dei lavori alla società Y e le consegna cambiali per il pagamento dei lavori;
- la società Y si rende inadempiente e la società X blocca i lavori ovviamente non pagando le cambiali anche perchè a causa dei danni e vizi avanza un controcredito maggiore (accertato in sede di sequestro d'urgenza delle cambiali);
- successivamente la società Y propone ricorso per d.ing. per le cambiali non pagate;
- la società X si oppone al d.ing.;
- intanto la società Y fallisce e pertanto viene revocato il decreto ingiuntivo e la causa interrotta;
- il fallimento si chiude accertando che la società X committente ha un controcredito maggiore e che la società fallita non ha più alcuna pretesa (il fallimento si è chiuso a zero in quanto la fallita non ha nulla).
ora vi è la necessità di avere indietro le cambiali oggetto della fase monitoria ma:
- il legale della società Y non le vuole riconsegnare indietro dicendo che vi è la necessità di un provvedimento del curatore;
- il curatore ovviamente mi dice che non può fare più nulla perchè il fallimento si è chiuso.
come si può procedere?
ritengo anche che il legale della società fallita avesse l'obbligo di consegnare al curatore tutta la documentazione tra cui le cambiali.
grazie