Salve,
il problema è il seguente:
il fallimento ha acquisito alla massa una quota di proprietà di un immobile che versa in condizioni di abbandono.
Tale immobile, per via di infiltrazioni, ha cagionato un danno all'immobile confinante, ed il proprietario di quest'ultimo ha richiesto alla curatela il ripristino di tali danni con l'invito a mettere in atto opere di manutenzione sull'immobile fatiscente.

Qual è la procedura più corretta da mettere in atto, posto che la curatela ha acquisito solo una quota dell'intera proprietà?

Grazie mille.