Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Rappresentante iva

  1. #1
    La matta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Imperia
    Messaggi
    3,305

    Predefinito Rappresentante iva

    Una ditta che vende computer acquista da una nota casa produttrice che ha sede in Irlanda. Normalmente questa produttrice vende direttamente con fattura intracomunitaria... dall'Olanda. E vabbeh... sempre intra è.
    Però negli anni scorsi a volte capitava che la merce arrivasse con fattura ivata, fatturata dalla ditta Pinco Pallo International, presso il Rappresentante iva in Italia, Società Fidatidime, partita iva XXXXXXXXXXX.

    Da quest'anno, però mi pare di capire leggendo in giro che questa procedura non sia più possibile, e che la fattura debba comunque arrivare all'acquirente italiano senza iva, debba essere autofatturata art. 17 e non indicata in intrastat, perchè le procedure di "italianizzazione" devono essere espletate dalla fiduciaria rappresentante iva in Italia. La quale rappresentante iva sarà lei a dover presentare l'intrastat.

    Parte almeno di quanto sopra farebbe riferimento alla circolare 14/E la quale identifica come debitore di imposta sempre il cessionario, "anche nell'eventualità in cui il soggetto non residente sia identificato nel territorio dello Stato o ivi disponga di un rappresentante fiscale."

    Ne consegue che se oggi mi portano a registrare una fattura d'acquisto ivata emessa da un rappresentante iva in Italia, c'è qualcosa che non va.
    Sono molto perplessa perchè mi stupisce che ditte di livello planetario possano incorrere in simili errori. Ammesso che abbia capito bene tutto quanto.
    Qualcuno può darmi qualche dritta per favore?
    Sayonara aoki hibi yo!
    Sarò pure un Senior Member, ma seppur con tanti anni di anzianità, sono solo un'impiegata: quello che dico è da prendersi con le molle e ben più di un grano di sale. Sempre!

  2. #2
    Andy Dufresne è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    38

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da La matta Visualizza Messaggio
    Una ditta che vende computer acquista da una nota casa produttrice che ha sede in Irlanda. Normalmente questa produttrice vende direttamente con fattura intracomunitaria... dall'Olanda. E vabbeh... sempre intra è.
    Però negli anni scorsi a volte capitava che la merce arrivasse con fattura ivata, fatturata dalla ditta Pinco Pallo International, presso il Rappresentante iva in Italia, Società Fidatidime, partita iva XXXXXXXXXXX.

    Da quest'anno, però mi pare di capire leggendo in giro che questa procedura non sia più possibile, e che la fattura debba comunque arrivare all'acquirente italiano senza iva, debba essere autofatturata art. 17 e non indicata in intrastat, perchè le procedure di "italianizzazione" devono essere espletate dalla fiduciaria rappresentante iva in Italia. La quale rappresentante iva sarà lei a dover presentare l'intrastat.

    Parte almeno di quanto sopra farebbe riferimento alla circolare 14/E la quale identifica come debitore di imposta sempre il cessionario, "anche nell'eventualità in cui il soggetto non residente sia identificato nel territorio dello Stato o ivi disponga di un rappresentante fiscale."

    Ne consegue che se oggi mi portano a registrare una fattura d'acquisto ivata emessa da un rappresentante iva in Italia, c'è qualcosa che non va.
    Sono molto perplessa perchè mi stupisce che ditte di livello planetario possano incorrere in simili errori. Ammesso che abbia capito bene tutto quanto.
    Qualcuno può darmi qualche dritta per favore?
    Non mi è chiaro il passaggio che ho sottolineato: concordo sul reverse charge ma da quello che so io l'intra lo deve presentare l'acquirente.

    Inoltre, sempre da quello che so io, il rappresentate fiscale ha ancora un senso se il soggetto non residente vende a privati (obbligatorio) o vuole chiedere il rimborso dell'IVA pagata in Italia (facoltativo).

    Io ho ricevuto una fattura da un soggetto olandese per l'acquisto di biglietti da visita, identificato direttamente in Italia infatti ho ricevuto una fattura con IVA. La fattura è del 1 febbraio, per cui penso che sia stata emessa così perchè ancora non era stato emanato il decreto attuativo.
    E' una fattura di 35 euro+IVA.
    Siccome l'intestatario della fattura è indicato in modo poco chiaro (nome del privato presso la ditta) io la considero come acquisto personale.

  3. #3
    La matta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Imperia
    Messaggi
    3,305

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Andy Dufresne Visualizza Messaggio
    Non mi è chiaro il passaggio che ho sottolineato: concordo sul reverse charge ma da quello che so io l'intra lo deve presentare l'acquirente.

    Inoltre, sempre da quello che so io, il rappresentate fiscale ha ancora un senso se il soggetto non residente vende a privati (obbligatorio) o vuole chiedere il rimborso dell'IVA pagata in Italia (facoltativo).

    Io ho ricevuto una fattura da un soggetto olandese per l'acquisto di biglietti da visita, identificato direttamente in Italia infatti ho ricevuto una fattura con IVA. La fattura è del 1 febbraio, per cui penso che sia stata emessa così perchè ancora non era stato emanato il decreto attuativo.
    E' una fattura di 35 euro+IVA.
    Siccome l'intestatario della fattura è indicato in modo poco chiaro (nome del privato presso la ditta) io la considero come acquisto personale.
    Pare che questa problematica sia più diffusa di quanto pensassi.
    Ci sono almeno altri due post che si occupano del problema.
    Da un'altra parte ho postato questo link
    Ipsoa Fisco: Iva: corretto compilare l'INTRASTAT?

    Non mi è molto chiaro se il rappresentante fiscale serva a fatturare a privati, magari dei servizi. Ero convinta che, in fatto di beni, se chi acquista è un privato l'iva si pagasse nel paese di origine.
    Cioè, io ditta italiana vendo beni ad un privato tedesco, emetto fattura con iva italiana, per me è una normale vendita nazionale. Specularmente se ditta tedesca vende a privato italiano. Del resto, la normativa che riguarda i beni non è cambiata.
    Però sto cominciando a confondermi
    Sayonara aoki hibi yo!
    Sarò pure un Senior Member, ma seppur con tanti anni di anzianità, sono solo un'impiegata: quello che dico è da prendersi con le molle e ben più di un grano di sale. Sempre!

  4. #4
    Andy Dufresne è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    38

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da La matta Visualizza Messaggio
    Pare che questa problematica sia più diffusa di quanto pensassi.
    Ci sono almeno altri due post che si occupano del problema.
    Da un'altra parte ho postato questo link
    Ipsoa Fisco: Iva: corretto compilare l'INTRASTAT?

    Non mi è molto chiaro se il rappresentante fiscale serva a fatturare a privati, magari dei servizi. Ero convinta che, in fatto di beni, se chi acquista è un privato l'iva si pagasse nel paese di origine.
    Cioè, io ditta italiana vendo beni ad un privato tedesco, emetto fattura con iva italiana, per me è una normale vendita nazionale. Specularmente se ditta tedesca vende a privato italiano. Del resto, la normativa che riguarda i beni non è cambiata.
    Però sto cominciando a confondermi
    Mhmh, effettivamente sono stato precipitoso: quello che ho scritto in effetti penso valga per i servizi.

    EDIT: secondo me bisogna leggere bene l'articolo 17, anche nelle sue evoluzioni nel corso del tempo.

    Gli obblighi relativi alle cessioni di beni e alle prestazioni di servizi effettuate nel territorio dello Stato da soggetti non residenti nei confronti di soggetti passivi stabiliti nel territorio dello Stato, compresi i soggetti indicati all'articolo 7-ter, comma 2, lettere b) e c), sono adempiuti dai cessionari o committenti. : caso B2B

    Nel caso in cui gli obblighi o i diritti derivanti dalla applicazione delle norme in materia di imposta sul valore aggiunto sono previsti a carico ovvero a favore di soggetti non residenti e senza stabile organizzazione nel territorio dello Stato, i medesimi sono adempiuti od esercitati, nei modi ordinari, dagli stessi soggetti direttamente, se identificati ai sensi dell'articolo 35-ter, ovvero tramite un loro rappresentante residente nel territorio dello Stato nominato nelle forme previste dall'articolo 1, comma 4, del decreto del Presidente della Repubblica 10 novembre 1997, n. 441. Credo che valga nel caso di B2C

    Vediamo se qualcuno conferma, smentisce, integra
    Ultima modifica di Andy Dufresne; 13-04-10 alle 04:35 PM

  5. #5
    La matta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Imperia
    Messaggi
    3,305

    Predefinito

    Hanno pubblicato la circolare 36/E, rispondendo al nostro quesito... parzialmente:

    31. Una società estera avente sede legale in uno Stato comunitario (che è lo Stato da cui arriva anche la merce acquistata) dispone di un rappresentante fiscale in Italia. La società in questione cede un bene, per il tramite del proprio rappresentante fiscale, ad un cliente italiano, soggetto passivo d’imposta. Quali sono gli adempimenti ai fini IVA e Intrastat?

    Il rappresentante fiscale dovrà compilare gli elenchi Intrastat degli acquisti intracomunitari (art. 38, comma 3, lett. B del D.L. n. 331 del 1993) e il cliente nazionale emetterà autofattura per documentare l’acquisto.



    Si legge nelle righe che l'acquirente non presenta l'intrastat, ok.
    Però l'autofattura non si deve registrare agli acquisti e alle vendite? E non si fa solo se la fattura che si riceve non è gravata da iva? A me portano fatture emesse dalla fiduciaria italiana per cessione di beni, complete di iva 20%.
    Cosa faccio?
    Sayonara aoki hibi yo!
    Sarò pure un Senior Member, ma seppur con tanti anni di anzianità, sono solo un'impiegata: quello che dico è da prendersi con le molle e ben più di un grano di sale. Sempre!

  6. #6
    studio_marra è offline Member
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    231

    Predefinito

    Riprendo questo post.
    Ditta individuale in regime dei minimi, riceve una fattura da fornitore Ue con rappresentante fiscale in italia.
    La fattura è con Iva, ma non esposta. Sia il campo aliquota sia il campo importo iva risulta zero.
    Come mi comporto?

  7. #7
    forstmeier è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Padova
    Messaggi
    1,630

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da studio_marra Visualizza Messaggio
    Riprendo questo post.
    Ditta individuale in regime dei minimi, riceve una fattura da fornitore Ue con rappresentante fiscale in italia.
    La fattura è con Iva, ma non esposta. Sia il campo aliquota sia il campo importo iva risulta zero.
    Come mi comporto?
    Iva inclusa perchè il calcolo matematico, base + %iva = totale fattura ?

    Quale è il testo/descrizione della voce esattamente ?
    Chi chiarisce sarà chi ha emesso la fattura.

    Dubbio ? Telefoni al rappr. fiscale.

    saluti,
    .
    Non erro mai, se non erro. Una volta pensavo di errare ed ho errato. Che Errore !

  8. #8
    studio_marra è offline Member
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    231

    Predefinito

    Intanto grazie per avermi risposto.
    Si tratta di una fattura di Amazon. Nessun riferimento di legge è stato indicato nella fattura. Ma è possibile richiedere il rimborso iva?

  9. #9
    forstmeier è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Padova
    Messaggi
    1,630

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da studio_marra Visualizza Messaggio
    Intanto grazie per avermi risposto.
    Si tratta di una fattura di Amazon. Nessun riferimento di legge è stato indicato nella fattura. Ma è possibile richiedere il rimborso iva?
    Nella ricerca trovi diversi casi. Le situazioni cambiano, le domande e risposte rimangono.

    Un esempio Amazon è qui:
    http://forum.commercialistatelematic...tml#post222412

    saluti,
    .
    Non erro mai, se non erro. Una volta pensavo di errare ed ho errato. Che Errore !

Discussioni Simili

  1. rappresentante fiscale IVA
    Di Clara79 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-04-12, 01:49 PM
  2. Rappresentante iva
    Di La matta nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 22-06-10, 02:26 PM
  3. Autovettura rappresentante
    Di Francois nel forum Altri argomenti
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 30-01-09, 11:23 AM
  4. rappresentante fiscale
    Di ias72 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-01-09, 05:20 PM
  5. Rappresentante fiscale
    Di alessandro.avere nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 14-01-09, 08:25 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15