Ciao a tutti. Pongo un quesito piuttosto complesso...almeno per me.
Tra una societÓ (venditrice) ed un imprenditore individuale (acquirente) Ŕ stato stipultao un contratto di compravendita avente per oggetto la cessione per atto pubblico di DIRITTI DI LIVELLO su immobili di due tipologie:
1) capannone non censito nel NCEU e realizzato su un terreno ricadente in "Zona per attrezzature tecniche";
2) terreno ricadente in "Zona per attrezzature tecniche".
Si tratta di due terreni soggetti ad uso civico che nel tempo sono stati compravenduti tra privati fino a che Ŕ pervenuto alla societÓ in questione la quale vi ha realizzato, su una parte, abusivamente un capannone che a sua volta insieme all'altro terreno Ŕ stato venduto.
Quesiti:
1) quale Ŕ il regime IVA da applicare in questo caso precisando che nell'atto pubblico si parla di diritto di livello suglli immobili? Si tratta di una operazione da assoggettare ad IVA? Se la risposta Ŕ positiva, si applica il reverse charge? ossia Ŕ corretta una fatturazione da parte della societÓ con applicazione dell'art. 17co. 7 del DPR 633/72 in quanto operazione soggetta al regime del reverse charge?
2) Se Ŕ corretto applicare il sistema del reverse charg, in dichiarazione IVA sarebbe dunque corretto inserire il valore dell'operazione nel rigo VE34 col. 5 e nel rigo VE11.
Grazie infinite a chiunque sia in grado di darmi un suo parere e delucidazioni in proposito.