Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: IVA agenzie viaggi

  1. #1
    paolo67 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    339

    Predefinito IVA agenzie viaggi

    Buon pomeriggio. Una ditta individuale fino al 2010 fatturava corsi di lingua che si svolgevano all'interno della comunità europea utilizzando l'art. 74 ter delle agenzie di viaggio. Vi risulta che dal 2011 debba fare fattura con IVA 20% per il meccanismo dell'inversione della territorialità? Grazie

  2. #2
    Rob62 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    525

    Predefinito

    Ciao, a mio parere il passaggio dei servizi culturali al meccanismo dell'inversione contabile non significa che non si possa più utilizzare l'art. 74 ter se il corso fa parte di un pacchetto (soggiorno, viaggio ecc).
    Ritengo però che adesso il fornitore estero dei servizi relativi al corso di lingua farà la fattura fuori campo IVA.

    A quel punto dovrai fare la tua autofattura o integrare secondo la normativa nazionale la fattura della scuola UE (dovrebbe essere esente art 10 n.20 DPR 633/72, ma bisogna sapere se la scuola locale corrisponde ai nostri parametri per l'esenzione).

    Data l'impostazione da base a base del regime 74 ter, per me l'autofattura (o la fattura integrata) non va registrata anche nel registro vendite, altrimenti salta tutto il meccanismo di calcolo. Però se non vi è esenzione, bisognerebbe in effetti registrare la sola IVA nel registro corrispettivi per neutralizzare l'integrazione, altrimenti si riduce indebitamente il margine su cui calcolare l'IVA a debito.

    Roberto
    Ultima modifica di Rob62; 26-01-11 alle 07:20 AM

  3. #3
    paolo67 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    339

    Predefinito

    Ciao Rob e grazie per la solerte risposta.
    Ti sottopongo un esempio numerico per vedere se ho capito bene. Fino al 2010 si faceva in questo modo (base da base):
    Ft. emessa € 1000 ex art 74/ter
    Ft. scuola estera € 800
    Imponibile IVA € 200
    IVA da versare € 33.33
    Dal 2011 si dovrebbe fare così:
    Ft. emessa € 1000 ex art 74/ter
    Ft. scuola estera € 960 (800+160 di integrazione)
    Imponibile IVA € 40
    IVA da versare € 6.66
    E' corretto? Grazie.

  4. #4
    Rob62 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    525

    Predefinito

    bisogna anzitutto vedere come fatturava la scuola estera.

    Se era esente IVA nel suo paese, la fattura era di 800 l'anno scorso ed è di 800 anche quest'anno, pur variando da esente a fuori campo, in quanto il committente del servizio è italiano.

    Per cui la fattura dovrebbe essere esente anche in Italia (salvo che nei due paesi valgano criteri differenti, ma non lo so).

    La fattura viene quindi numerata e integrata in Italia (oppure viene emessa autofattura) esente art 10 punto 20 e la registri fra i costi sempre ad 800 euro. Il margine resta a 200, su cui scorpori l'IVA.

    Se invece era poniamo 700+100 IVA straniera, allora la fattura adesso diventa di soli 700 euro ed il margine sale a 300 (perché in effetti paghi meno ed hai un utile sul pacchetto maggiore).
    Però tu la devi integrare al 20% con l'aliquota ordinaria (almeno presumo perché non so se i servizi di insegnamento non esenti scontino l'aliquota ordinaria o abbiano una riduzione) quindi diventa di 840.

    Però, qui è il problema, che si evidenzia anche nell'esempio che hai fatto, così facendo il margine nominalmente scende a 160 e tu paghi meno IVA, ma in realtà il 140 di "costo" IVA è fittizio, perché nessuno ha pagato quell'IVA.
    Ecco perché dico che bisognerebbe in quel caso registrare fra i corrispettivi la sola IVA a bilanciamento, in modo da riportare il margine a 300.

    Tieni conto che fino ad ora il reverse charge aveva praticamente escluso tutti i servizi che rientrano nei pacchetti di viaggio, quindi sono situazioni nuove. Tanto più che i servizi culturali, che adesso rientrano nell'autofatturazione, sono di norma esenti (guide turistiche e scuole) e quindi non incidono a livello numerico.

    Se la fattura della scuola estera era senz'IVA io proseguirei con il 74 ter, visto che il risultato non cambia nei fatti, altrimenti se il servizio non è esente potresti prendere in considerazione l'ipotesi di fatturare in regime ordinario il solo servizio scolastico, in attesa che la situazione si chiarisca.

    Ciao
    Roberto

  5. #5
    paolo67 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    339

    Predefinito

    Nel mio caso le fatture sono tutte senz'IVA, pertanto proseguirei con il 74 ter come ho fatto sinora.
    Grazie ancora.
    Paolo

Discussioni Simili

  1. Commissioni Agenzie Viaggi
    Di ZLATAN72 nel forum IVA - Intrastat - SPESOMETRO - San Marino
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-05-11, 12:49 PM
  2. Agenzie di viaggi
    Di massimo6000 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 10-03-10, 09:24 AM
  3. rendimento agenzie di viaggi
    Di danilo sciuto nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 09-10-09, 04:37 PM
  4. Iva agenzie viaggi
    Di ZLATAN72 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 20-09-09, 07:02 PM
  5. Agenzie viaggi
    Di horus_979 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 08-06-09, 07:57 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15