Se in un determinato periodo d’imposta, non fosse conveniente per un professionista dedursi tutti i costi, onde evitare di “incappare” nella rete degli Sds incoerenti e non congrui per incidenza dei costi sui compensi etc.., ma non volesse perdere l’opportunità, in quel periodo d’imposta, di portarsi in detrazione l’iva sugli acquisti(per evitare anche le successive integrative), sarebbe contabilmente e fiscalmente corretto portarsi in detrazione l’iva e non in deduzione i relativi costi?
N.B. Nel periodo d’imposta a cui mi riferisco, il regime applicabile era ancora quello delle nuove iniziative. Quindi, niente obbligo delle registrazioni contabili, ma solo conservazione.