Pagina 1 di 3 1 2 3 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 28

Discussione: IMU, calcolo e dichiarazione

  1. #1
    gia.lo è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    21

    Predefinito IMU, calcolo e dichiarazione

    Buongiorno a tutti, ho un dubbio, magari banale, ma spero possiate aiutarmi...
    La mia situazione è la seguente: sono proprietario di un appartamento (primo ed unico) ad uso residenziale insistente nel territorio di un comune X, acquistato con atto a rogito del 21/09/2012. Attualmente però (e presumibilmente fino a gennaio-febbraio 2013) ho residenza in un altro comune Y, presso casa dei miei genitori.

    Per il calcolo dell'IMU dovuta a saldo entro il 17/12, sono certo che dovrò considerare 3/12 di anno, e sono certo che non potrò godere della detrazione prima casa (200/annuo) non avendo né residenza né dimora abituale presso l'appartamento di mia proprietà, ma quale aliquota dovrò applicare, quella prevista per "l'abitazione principale" intesa come prima casa, oppure l'aliquota maggiorata applicata ad immobili "diversi dall'abitazione principale" intesi come seconde/terze/etc. case? Oppure ancora, essendo titolare di un mutuo con ipoteca sullo stesso appartamento, potrò usufruire di un'aliquota agevolata? Se si, come?

    Altro dubbio sulla dichiarazione. Il termine della dichiarazione, normalmente di 3 mesi dalla variazione (nel mio caso 20 dicembre), è slittato fino al 4 febbraio 2013.
    Se entro quella data trasferirò la residenza, mi pare di aver capito che non dovrò presentare nessuna dichiarazione, trattandosi di abitazione principale. Se però entro quella data non avrò ancora trasferito la residenza, nella dichiarazione come devo comportarmi con il rigo riguardante la detrazione per abitazione principale?

  2. #2
    gia.lo è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    21

    Predefinito

    Ho fatto un po di ricerche... il decreto c.d. "salva italia" dice che si considera "abitazione principale" soltanto l'immobile nel quale si stabilisce la residenza o la dimora abituale... in mancanza di questi due requisiti, non è abitazione principale, e quindi si perde sia l'aliquota agevolata che la detrazione... e meno male che l'hanno chiamato decreto "salva italia".. che str...

    Di conseguenza dovrò calcolare l'imu sulla base dell'aliquota maggiorata (7,6*1000 nel mio comune), ma fortunatamente soltanto per 3/12 mesi di possesso...

    Mi rimane però il dubbio sulla dichiarazione... se non trasferisco la residenza entro la scadenza del 4 feb 2013, dovrò fare la dichiarazione ma, per rigor di logica, a questo punto non potrò indicarla come abitazione principale.... ma nel momento successivo in cui mi trasferirò definitivamente ed anche anagraficamente in quell'immobile, cosa dovrò fare per far sì che mi venga riconosciuta come prima casa, sia per l'aliquota che per la detrazione?
    Nel calcolo dell'imu per il 2013 dovrò sicuramente considerare i 2 ratei di periodo.. ipotizzando di trasferirmi il 28 febbraio 2013, dovrò considerare l'aliquota maggiorata per 2 mesi e l'aliquota ridotta per 10 mesi, e la detrazione prima casa per 10 mesi.. è corretto?

    Ed ancora... il trasferimento della residenza decorre dal giorno della presentazione in comune dei documenti, oppure dal giorno in cui il comune manda l'ispezione per verificare che io risieda e dimori effettivamente in quell'immobile?

  3. #3
    fabrizio è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    1,141

    Predefinito

    Il calcolo è esatto, la residenza decorre dalla data di presentazione della richiesta di variazione
    Fabrizio Maimone
    Dottore Commercialista
    Revisore Legale

    www.studiomaimone.com

  4. #4
    gg71_it è offline Member
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    281

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da gia.lo Visualizza Messaggio
    Buongiorno a tutti, ho un dubbio, magari banale, ma spero possiate aiutarmi...
    La mia situazione è la seguente: sono proprietario di un appartamento (primo ed unico) ad uso residenziale insistente nel territorio di un comune X, acquistato con atto a rogito del 21/09/2012. Attualmente però (e presumibilmente fino a gennaio-febbraio 2013) ho residenza in un altro comune Y, presso casa dei miei genitori.

    Per il calcolo dell'IMU dovuta a saldo entro il 17/12, sono certo che dovrò considerare 3/12 di anno, e sono certo che non potrò godere della detrazione prima casa (200/annuo) non avendo né residenza né dimora abituale presso l'appartamento di mia proprietà, ma quale aliquota dovrò applicare, quella prevista per "l'abitazione principale" intesa come prima casa, oppure l'aliquota maggiorata applicata ad immobili "diversi dall'abitazione principale" intesi come seconde/terze/etc. case? Oppure ancora, essendo titolare di un mutuo con ipoteca sullo stesso appartamento, potrò usufruire di un'aliquota agevolata? Se si, come?

    Altro dubbio sulla dichiarazione. Il termine della dichiarazione, normalmente di 3 mesi dalla variazione (nel mio caso 20 dicembre), è slittato fino al 4 febbraio 2013.
    Se entro quella data trasferirò la residenza, mi pare di aver capito che non dovrò presentare nessuna dichiarazione, trattandosi di abitazione principale. Se però entro quella data non avrò ancora trasferito la residenza, nella dichiarazione come devo comportarmi con il rigo riguardante la detrazione per abitazione principale?

    Approfitto del tuo post per cercare di sciogliere un interrogativo.
    Mio padre ha acquistato un piccolo appartamento con rogito in data 13/06/2012. Essendo però, l'atto di compravendita, stato registrato in data 19/06/2012 non so esattamente (non ricordo quale sia la data rilevante... quella del rogito o quella della registrazione?) se far pagare l'imu a mio padre per 7 mesi o 6.
    Qualcuno mi può aiutare?
    Grazie mille

  5. #5
    fabrizio è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    1,141

    Predefinito

    Rileva la data del rogito (13/06/2012) e quindi occorre pagare l'imu per 7 mesi
    Ciao
    Fabrizio Maimone
    Dottore Commercialista
    Revisore Legale

    www.studiomaimone.com

  6. #6
    gg71_it è offline Member
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    281

    Predefinito

    ok
    molte grazie

  7. #7
    nicola.b è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Messaggi
    11

    Predefinito

    ciao, mi aggancio a questa discussione perché ho un po' di dubbi...
    ho la seguente situazione:

    immobile acquistato al 50% con la mia ragazza con atto notarile del 18/09/12
    lei trasferisce la residenza attorno al 22/10, io il 01/11..

    quindi in teoria, per settembre non pago l'IMU (< 15gg possesso), per ottobre pago per entrambi come seconda casa (7,6% - assurdo ma vabbè), mentre per novembre e dicembre prima casa per entrambi (5%)...giusto?

    poi...
    l'immobile è composto da:
    abitazione principale A/2: rendita catastale 472,95€
    garage C/6: rendita catastale 51,13€
    posto auto coperto C/6: rendita catastale 11,62€
    posto auto scoperto C/6: rendita catastale 12,39€

    ora...da quello che ho capito, sia io che la mia ragazza dobbiamo pagare per 2 mesi al 5% (l'aliquota per prima casa del mio comune) l'abitazione principale + 1 pertinenza C/6 (scelgo io? prenderei il garage ovviamente che ha la rendita catastale di 51,13), mentre al 7.6% per 1 mese queste due e per 3 mesi le altre due pertinenze C/6...di fatto verrebbe come da report allegato...è corretto? ma come li metto nell'F24? come nel modello allegato? perché sembra che abbia un casino di immobili con sto discorso che devo scernere mesi come prima casa e mesi come seconda....

    grazie a chi mi illumina...
    File Allegati File Allegati

  8. #8
    leges è offline Member
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    82

    Predefinito

    A proposito di calcolo ... scusate il dubbio banale: ma anche nel calcolo del saldo devo prendere in considerazione le detrazioni, che ho già preso in considerazione nel calcolo relativo all'acconto? in altre parole, le detrazioni rientrano nel calcolo dell'imposta per il loro intero ammontare, sia nella determinazione dell'acconto che del saldo? grazie

  9. #9
    gg71_it è offline Member
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    281

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da nicola.b Visualizza Messaggio
    ciao, mi aggancio a questa discussione perché ho un po' di dubbi...
    ho la seguente situazione:

    immobile acquistato al 50% con la mia ragazza con atto notarile del 18/09/12
    lei trasferisce la residenza attorno al 22/10, io il 01/11..

    quindi in teoria, per settembre non pago l'IMU (< 15gg possesso), per ottobre pago per entrambi come seconda casa (7,6% - assurdo ma vabbè), mentre per novembre e dicembre prima casa per entrambi (5%)...giusto?

    poi...
    l'immobile è composto da:
    abitazione principale A/2: rendita catastale 472,95€
    garage C/6: rendita catastale 51,13€
    posto auto coperto C/6: rendita catastale 11,62€
    posto auto scoperto C/6: rendita catastale 12,39€

    ora...da quello che ho capito, sia io che la mia ragazza dobbiamo pagare per 2 mesi al 5% (l'aliquota per prima casa del mio comune) l'abitazione principale + 1 pertinenza C/6 (scelgo io? prenderei il garage ovviamente che ha la rendita catastale di 51,13), mentre al 7.6% per 1 mese queste due e per 3 mesi le altre due pertinenze C/6...di fatto verrebbe come da report allegato...è corretto? ma come li metto nell'F24? come nel modello allegato? perché sembra che abbia un casino di immobili con sto discorso che devo scernere mesi come prima casa e mesi come seconda....

    grazie a chi mi illumina...


    ad occhio e croce direi che va tutto bene
    l'unica cosa è che l'aliquota è lo 0.76% e non il 7,6% e lo 0,5% e non il 5% ;-)

  10. #10
    gg71_it è offline Member
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    281

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da leges Visualizza Messaggio
    A proposito di calcolo ... scusate il dubbio banale: ma anche nel calcolo del saldo devo prendere in considerazione le detrazioni, che ho già preso in considerazione nel calcolo relativo all'acconto? in altre parole, le detrazioni rientrano nel calcolo dell'imposta per il loro intero ammontare, sia nella determinazione dell'acconto che del saldo? grazie

    le detrazioni si utilizzano sui due versamenti in misura uguale (ossia se il totale detrazione è 200 euro metti 100 sull'acconto e 100 sul saldo)
    Ultima modifica di gg71_it; 04-12-12 alle 06:37 PM

Pagina 1 di 3 1 2 3 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. calcolo del TEG
    Di maurichi nel forum Altri argomenti
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 10-08-14, 11:31 AM
  2. calcolo ici
    Di vincenzo.mina nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19-10-11, 05:35 PM
  3. calcolo tfr otd
    Di roxyg86 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-11-10, 12:01 PM
  4. Calcolo TFR
    Di vizi nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-09-10, 05:50 PM
  5. Calcolo Tfr
    Di bodr nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 26-11-08, 04:31 PM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15