Buonasera a tutti,
ho questo caso e ho bisogno di un confronto:
- dalla dichiarazione iva per il 2012 emerge un credito di 1000
- il contribuente utilizza in compensazione il credito per 4000
Se facesse le cose per bene dovrebbe riversare i 3000 di differenza pagando sanzioni e interessi e indicando nella dichiarazione iva per il 2012 il riversarmento di 3000 in modo che il credito finale sia 4000.

Nel 2013 si ritrova invece:
- liquidazione 1° trimestre a debito per 4000
- liquidazione 2° trimestre a debito per 1000
- liquidazione 3° trimestre a credito per 500
- liquidazione 4° trimestre a credito per 4000
Non ha i soldi per versare nè l'iva utilizzata in eccesso nè i primi 2 trimestri 2013.

Quello che vorrei fare è:
- indicare come versato tutti i trimestri nel 2013
- in questo modo avrei un credito finale di 4000 per il 2013
- con questo credito ravvedere il credito 2012 utilizzato in eccesso
- nella dichiarazione iva per il 2013 indicherò poi credito anno precedente 4000 compensato per 4000
e così il cliente riceverà l'avviso bonario solo per i mancati versamenti 2013.
Può essere fattibile o è troppo forzata la cosa?

Il ravvedimento dell'utilizzo del credito iva in eccesso la sanzione è il 30%, giusto?

Grazie.