Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
Like Tree2Likes

Discussione: Rigo vp9 liquidazione iva-

  1. #1
    ubaldoer è offline Member
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Messaggi
    235

    Predefinito Rigo vp9 liquidazione iva-

    Al rigo vp9 credito iva va inserito €. 200,00 la differenza tra credito iva 2016 €.300,00 compensati nel 2017 €.100,00. Confermate . Oppure ..........

  2. #2
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    9,071

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ubaldoer Visualizza Messaggio
    Al rigo vp9 credito iva va inserito €. 200,00 la differenza tra credito iva 2016 €.300,00 compensati nel 2017 €.100,00. Confermate . Oppure ..........
    Si, va inserito il credito utilizzabile ancora in compensazione intra-tributo.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  3. #3
    CATIA71 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    629

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico Larocca Visualizza Messaggio
    Si, va inserito il credito utilizzabile ancora in compensazione intra-tributo.
    Secondo me dipende...non precisi di che mese parli. Le istruzioni dicono di indicare al netto degli utilizzi ma nel caso di credito già indicato di storni. Come sottointendere che bisogna rappresentare periodo per periodo. Come dire se il credito l'ho utilizzato a marzo a gennaio era ancora integro.

  4. #4
    CATIA71 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    629

    Predefinito

    Aggiungo da una rilettura, che in caso di precedente indicazione del credito nel rigo VP9 (di fatto a gennaio) i successivi utilizzi del credito iva annuale al di fuori della contabilità iva vanno stornati con il segno meno nello stesso rigo, dato che dopo gennaio il credito confluisce nel credito precedente.
    Di fatto poichè però le istruzioni parlano di intenzione di estromettere parrebbe che se uno sa già di non utilizzare il credito iva annuale per le compensazioni interne e non l'ha già indicato nel rigo VP9 si possa indicarlo per differenza e di fatto non indicarlo affatto.

  5. #5
    La matta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Imperia
    Messaggi
    3,361

    Predefinito

    Ma infatti, le istruzioni di VP9 dicono

    Indicare l’ammontare del credito IVA compensabile, ai sensi del D.Lgs. n. 241/1997, che viene portato in detrazione nella
    liquidazione del periodo
    , risultante dalla dichiarazione annuale dell’anno precedente, al netto della quota già portata in detrazione
    nelle liquidazioni dei periodi precedenti dello stesso anno solare.

    Ma se io non porto tale importo in detrazione nella liquidazione del periodo? O ce ne porto solo una parte, lasciando il resto nel limbo? Io ho riportato in quel rigo solo quanto effettivamente utilizzato in liquidazione, non l'intero credito dell'anno precedente. Non per tutti riportiamo in liquidazione l'intero credito disponibile, a volte ne utilizziamo solo una parte per abbassare il debito di un mese, attingendo alla riserva alla bisogna. Mi sembra che indicando l'intero credito dell'anno precedente non andato in compensazione non si otterrebbe un risultato uguale alla liquidazione effettuata.
    Sayonara aoki hibi yo!
    Sarò pure un Senior Member, ma seppur con tanti anni di anzianità, sono solo un'impiegata: quello che dico è da prendersi con le molle e ben più di un grano di sale. Sempre!

  6. #6
    technobit è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Messaggi
    370

    Predefinito

    Stesso dubbio rigo VP9 per un'Ingegnere libero professionista. Dalla dichiarazione iva 2017 redditi 2016 (ultima del tipo trasmessa a fine febbraio 2017) ho un'IVA a credito sulla base della dichiarazione annuale (Codice Tributo 6099 - 2016) da utilizzare in compensazione di € 582,00. Chiedo di avere contezza sulle operazioni sotto indicate per la compilazione del nuovo modello "Liquidazione IVA periodica":

    Quadro VP mese Gennaio quindi modello N° 01, non c'è IVA esigibile al rigo VP4 (operazioni attive ovvero fatture a clienti nel mese di gennaio 2017 assenti), sono presenti operazioni passive con iva detratta (VP5) di € 20,71 che va a credito esposta ai righi VP6 e VP14. Nel rigo VP9 (Credito anno precedente) devo indicare € 582,00 ?

    Nel mese di febbraio 2017 quindi modello N° 02 (non ci sono fatture per i clienti) quindi VP4 (iva esigibile) € 0,00; essendoci operazioni passive nel mese di febbraio è presente un'IVA detratta e/o detraibile (rigo VP5) pari ad € 121,90. Al rigo VP8 devo mettere € 20,71? pervenendo ad un importo nel rigo VP14 iva da versare pari ad € 142,61 (€ 20,71 + € 121,90). Nel rigo VP9 devo indicare sempre € 582,00 ?


    Nel mese di Marzo 2017 quindi modello N° 03 è presente IVA esigibile (VP4) di € 457,60; un'IVA detratta (o meglio detraibile) pari ad €uro 18,97 esposta nel rigo VP5. L'IVA dovuta (rigo VP 6) è pari ad € 438,63 (€ 457,60 - € 18,97). Al rigo VP8 (credito periodo precedente) devo mettere €uro 142,61 ? Si perviene ad un'IVA da dover versare di € 296,02 al rigo VP 14 (€ 438,63 - € 142,61), al rigo VP 9 (credito anno precedente) devo riportare sempre € 582,00 (non avendola utilizzata fino ad ora in compensazione con modello F24?

    Poi in data 10 Aprile 2017 verso l'iva di € 296,02 (esposta al rigo VP14 del modello liquidazione iva periodica marzo 2017) con modello F24 utilizzando il credito IVA sulla base della dichiarazione annuale. Quindi nella liquidazione IVA 2° Trimestre mese Aprile al rigo VP9 devo indicare la differenza pari ad €uro 285.98 (pari ad €uro 582,00 - € 296,02) ?

    Il ragionamento seguito per le tre liquidazioni periodiche nonché per la successiva di Aprile 2017 è corretto?
    Ultima modifica di technobit; 20-05-17 alle 04:13 PM

  7. #7
    ubaldoer è offline Member
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Messaggi
    235

    Predefinito

    Nel rigo VP9 va invece riportato il credito dell' anno precedente, riportato a nuovo (rigo VX5 della
    dichiarazione annuale relativa a tale anno), al netto della quota già portata in detrazione nelle
    liquidazioni dei precedenti periodi dello stesso anno solare.
    In sostanza, nel rigo VP9 il contribuente espone l' importo del credito dell' anno precedente utilizzato
    nella compensazione c.d. «verticale» o «interna», a scomputo dei debiti Iva di periodi successivi. In
    merito alla compilazione del rigo in esame, non è chiaro se nella prima liquidazione dell' anno (gennaio
    o primo trimestre) occorra riportare l' intero importo del credito risultante dal rigo VX5 della
    dichiarazione annuale relativa all' anno precedente (naturalmente al netto di quanto eventualmente
    utilizzato in compensazione orizzontale), oppure se ci si possa limitare a indicare soltanto la quota di
    credito sufficiente ad assorbire l' Iva dovuta. In attesa di precisazioni al riguardo .

  8. #8
    technobit è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Messaggi
    370

    Predefinito

    La situazione in riferimento al rigo VP9 è controversa. Le istruzioni dell'A.d.E. dicono:

    Rigo VP9 - Credito anno precedente.
    "Indicare l'ammontare del credito IVA compensabile, ai sensi del D. Lgs. n° 241/1997, che viene portato in detrazione nella liquidazione del periodo, risultante dalla dichiarazione annuale dell'anno precedente, al netto della quota già portata in detrazione nelle liquidazioni dei periodi precedenti dello stesso anno solare".

    Se possibile vorrei un chiarimento.
    Ipotizzo che al rigo VX5 del modello IVA base 2017 ci sia un importo da riportare in detrazione o in compensazione pari a € 582,00.

    Nella liquidazione periodica iva mese Gennaio 2017 Mod. n° 01 in assenza di operazioni attive (VP2 = € 0,00) devo portare VP9 = € 582,00 ?

    Nella liquidazione periodica iva mese Febbraio 2017 Mod. n° 02 in assenza di operazioni attive (VP2 = € 0,00) devo portare VP9 = € 582,00 ?

    Nella liquidazione periodica iva mese Marzo 2017 Mod. n° 03 in presenza di operazioni attive (VP2 = € 2.080,00) e con versamento periodico IVA per Marzo (Cod. trib. 6003 considerando la sommatoria dei crediti iva nel periodo genn. marzo) eseguito in data 10 Aprile 2017 di € 300,00 circa devo esporre al rigo VP9 = € 582,00 ovvero € 282,00 (pari a € 582,00-300,00) ovvero € 300,00 (importo utilizzato in compensazione (Cod. Trib 6099 - 0101 - anno 2016) ?

  9. #9
    iosalvo è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    13

    Predefinito

    Secondo me (anche dopo varie consultazioni con altri colleghi che utilizzano programmi ben più seri di blustring come ipsoa e buffetti), il risultato finale della comunicazione deve coincidere con quello della liquidazione; quindi, se in liquidazione di gennaio e febbraio non hai effettivamente usato il credito 2016 pari a 582,00 (perchè lo vuoi momentaneamente estromettere tutto), in vp9 non devi indicare nulla altrimenti in vp14 a credito avresti rispettivamente 602,71 e 724,61 che non mi pare siano i risultati delle tue liquidazioni. Se hai eseguito un versamento di 300,00 ad aprile, per la comunicazione relativa a marzo fai in modo che essa esponga l'importo del versamento.
    In vp9 si indica il credito dell'anno precedente solo nella prima comunicazione e per la parte effettivamente usata in liquidazione; se in liquidazione non lo usi oppure lo usi solo in parte devi lasciare vuoto vp9 o devi indicare solo la parte usata. Poi a partire dalla seconda comunicazione il credito anno precedente (se non si è tutto esaurito nella prima liquidazione a causa di un debito iva superiore al credito stesso) si troverà inglobato nel rigo vp8 (cioè periodo precedente) per la parte che ne residua. Ripeto, dopo vari dibattiti con colleghi che usano programmi assai più affidabili di blustring, siamo unanimemente arrivati alla conclusione che la comunicazione deve rispecchiare il risultato della liquidazione; mai divergere perchè potrebbe anche finire che magari in comunicazione chiudi a credito a causa del riporto del credito anno precedente mentre invece hai addirittura versato iva in F24. Ti immagini il divertimento per l'AdE....??? La stella polare che non dobbiamo mai perdere di vista è: coincidenza tra il risultato della liquidazione e l'importo indicato rigo VP14.
    A proposito di blustring, non so se lo utilizzi, ma che razza di programma è una procedura che non riporta in comunicazione la rettifica da pro-rata provvisorio, con conseguente risultato finale in comunicazione diverso da quello della liquidazione e quindi dall'eventuale versamento in F24??? Per non parlare poi del fatto che nel predisporre la comunicazione non tiene neanche conto dell'estromissione del credito anno precedente al fine di utilizzarlo in compensazione in F24, facendo, anche in questo caso, divergere il risultato tra liquidazione e comunicazione... Mi hanno risposto, con la loro tipica ed ormai fastidiosa strafottenza, che queste cose si possono sistemare a mano...; ciò spiega la differenza tra un programma serio ed uno mediocre che, se non cambiano atteggiamento, spero di cambiare in futuro ...
    La matta likes this.

  10. #10
    MARCO1990 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    4

    Predefinito

    A questo punto non credo abbia senso estromettere il credito anno precedente nel primo periodo. Nella prima liquidazione l'importo del credito anno precedente va riportato di norma sempre per intero. (nel caso di compensazione dico più avanti). Una volta riportato, tale credito è inglobato nella liquidazione e successivamente farà parte del periodo precedente. Adesso intendo compensare, dunque le istruzioni dicono che devo inserire nel rigo VP9 in segno meno. Quindi dopo la prima liquidazione il rigo VP9 continua ad essere utilizzato solo per la parte di credito relativa all'anno precedente che si intende estromettere e compensare. Tale procedura come da istruzioni viene fatta esclusivamente solo se già si è riportato il credito nel rigo Vp9 delle precedenti liquidazioni. L'estromissione avviene solo ed esclusivamente nelle liquidazioni successive, per compensare e solo se si è riportato il credito nelle precedenti liquidazioni. Altrimenti ogni aggiunta in segno meno senza il riporto del credito nei periodi precedenti andrebbe a correggere la liquidazione per difetto sempre a debito. Nell'ipotesi in cui io abbia già eseguito compensazioni nella\e prima\e liquidazione\i riporterò solo ed esclusivamente per differenza il credito residuo rimanente, ( non essendoci 2 righi, uno come riporto e uno come utilizzo in compensazione ) o niente le caso lo abbia utilizzato per interno in compensazione.
    Ultima modifica di MARCO1990; 26-05-17 alle 12:22 PM

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Calcolo acconti irpef rigo rn33 o rigo rn 41
    Di BRICIOLA nel forum Altri argomenti
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 28-07-14, 01:05 PM
  2. Bilancio finale di liquidazione con Pn di liquidazione negativo..
    Di Teddymorsicchio nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 14-01-13, 09:54 AM
  3. bilancio ante liquidazione e post liquidazione
    Di ziso81 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 26-10-12, 03:45 PM
  4. Rigo VJ3 e rigo VF25 dich. IVA
    Di paolo67 nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 21-09-12, 04:20 PM
  5. Fondo per costi ed oneri di liquidazione e rettifiche di liquidazione
    Di massymessina nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 28-02-12, 07:32 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15