Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: spesometro - rettifica

  1. #1
    giorgio4667 è offline Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    100

    Predefinito spesometro - rettifica

    Buongiorno,
    venerdì 06.04 ho inviato una rettifica relativa ad un fornitore.
    Solo oggi sono riuscito a scaricare la ricevuta e ho potuto constatare che il file è stato accettato con segnalazione.
    Dovrei inviare una nuova rettifica (relativa solo ai dati anagrafici del fornitore).
    La mia domanda è: visto che è decorso il termine devo pagare qualche sanzione (come ravvedimento) oppure è sufficiente inviare la rettifica?
    Grazie.

  2. #2
    Umby è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Napoli
    Messaggi
    542

    Predefinito

    hai 5 giorni di tempo... senza pagare nulla.

  3. #3
    Umby è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Napoli
    Messaggi
    542

    Predefinito

    .....
    Nella confusione dell’ultimo giorno, può capitare che l’agenzia delle Entrate comunichi di avere scartato alcuni file. È perciò importante che il contribuente o il professionista incaricato alla presentazione telematica provveda a verificare tempestivamente le comunicazioni telematiche.

    Di norma, le dichiarazioni presentate in via telematica si considerano tempestive se trasmesse nei termini anche se successivamente scartate, purché siano correttamente ripresentate entro i cinque giorni lavorativi successivi alla comunicazione telematica dell’avvenuto scarto da parte dell’agenzia delle Entrate. Per prassi consolidata dell’agenzia delle Entrate (circolare 195/E del 24 settembre 1999, risoluzione 5/E del 10 gennaio 2003), nei casi in cui il file viene scartato dal servizio telematico, si deve ripetere l’invio entro i cinque giorni lavorativi successivi all’avvenuto scarto. L’invio si considera tempestivo se il file viene correttamente accettato dal sistema. La regola è che si può rimediare entro i cinque giorni “lavorativi” successivi, escludendo perciò il sabato, la domenica e le festività.

    Si può fare l’esempio di un file inviato venerdì 6 aprile 2018, che è stato “scartato”. Per il calcolo dei cinque giorni lavorativi successivi, si devono escludere il 7 aprile, sabato, e il giorno 8 aprile, domenica. I cinque giorni successivi al 6 aprile scadono perciò il 13 aprile 2018. Le stesse regole valgono per le dichiarazioni annuali dei Redditi 2018 e dell’Irap 2018, per l’anno 2017, da presentare entro il 31 ottobre 2018. Tuttavia, ieri l’Agenzia ha comunicato sul proprio sito che «a causa di interventi di manutenzione straordinaria, i servizi online dell'Agenzia delle Entrate non saranno disponibili dalle ore 14 di sabato 7 alle 8 di lunedì 9 aprile». Alla luce di ciò i cinque giorni lavorativi successivi agli scarti del 6 aprile potrebbero anche allungarsi.

  4. #4
    La matta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Imperia
    Messaggi
    3,266

    Predefinito

    Epperò accettato con segnalazione e scartato sono due cose diverse.
    Nel primo caso il file è accettato, e segnalano che c'è un'anomalia.
    Nel secondo caso il file è come non trasmesso.
    Ma poi, sbaglio o i dati anagrafici non sono più obbligatori?
    Sayonara aoki hibi yo!
    Sarò pure un Senior Member, ma seppur con tanti anni di anzianità, sono solo un'impiegata: quello che dico è da prendersi con le molle e ben più di un grano di sale. Sempre!

  5. #5
    giorgio4667 è offline Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    100

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da La matta Visualizza Messaggio
    Epperò accettato con segnalazione e scartato sono due cose diverse.
    Nel primo caso il file è accettato, e segnalano che c'è un'anomalia.
    Nel secondo caso il file è come non trasmesso.
    Ma poi, sbaglio o i dati anagrafici non sono più obbligatori?



    infatti il file non è stato scartato ... è stato accettato con segnalazione.
    Dalla ricevuta dell'Agenzia delle entrate la partita IVA del fornitore risulta cessata. Ci siamo accorti che l'anagrafica non era corretta e quindi il dato da modificare è proprio la partita IVA.
    A questo punto ... la rettifica va fatta pagando il ravvedimento?
    Grazie.

  6. #6
    La matta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Imperia
    Messaggi
    3,266

    Predefinito

    Direi che non essendo il file scartato, ma trattandosi di rettifica, bisogna fare il ravvedimento. Sanzione 1/9 di 1 euro per ogni fattura se entro 15 gg?
    Sayonara aoki hibi yo!
    Sarò pure un Senior Member, ma seppur con tanti anni di anzianità, sono solo un'impiegata: quello che dico è da prendersi con le molle e ben più di un grano di sale. Sempre!

Discussioni Simili

  1. Rettifica spesometro oltre 30 giorni
    Di PAOLA CA nel forum IVA - Intrastat - SPESOMETRO - San Marino
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 18-05-17, 08:30 AM
  2. rettifica F24
    Di fausto nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19-06-12, 07:23 AM
  3. Rettifica 730
    Di Francois nel forum Altri argomenti
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 15-07-10, 10:02 AM
  4. Rettifica iva
    Di RAGGG. nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 15-01-10, 02:48 PM
  5. rettifica
    Di avvtrib nel forum Contenzioso tributario
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 02-01-09, 02:52 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15