Un odontoiatra soggetto passivo Italiano regolarmente iscritto al VIES, esente totale iva art.10 DPR 633/72, cede ad un soggetto passivo iva in un'altro stato membro della CEE i cosiddetti "detriti o scarti" dentali, come ad esempio Capsule, Leghe protesi ecc., da cui si ricavano scarti di metalli come oro, argento e platino; La società CEE paga al grammo, al soggetto italiano, i metalli sopra citati ed emette un'autofattura per l'importo pagato, senza indicazione dell'iva: Chiedo pertanto quanto segue:
1) Il soggetto Italiano deve emettere fattura, se si con quale norma e dicitura? (preciso ovviamente che non si tratta della consueta prestazione odontoiatrica esente in Italia art.10.), e l'iva va applicata oppure no?
2) Si deve compilare anche il modello INTRA CESSIONI?
3) Infine, è corretto per il prezzo incassato, "stornare" direttamente il costo in contabilità (es. prodotti c/acquisti), ai fini di una corretta compilazione del quadro RE?

grazie