si tratta di un'importante novità! ... molti non la conoscono o la stanno sottovalutando...
distinguiamo tre parti:
1) per le 22 città ex zone franche urbane (mai decollate legislativamente) è un'opportunità imperdibile alla quale si devono dedicare i politici locali: nelle città: Ventimiglia e Massa Carrara; al centro Pescara, Velletri e Sora; al sud invece Napoli, Mondragone, Torre Annunziata, Campobasso, Andria, Lecce, Taranto, Matera, Rossano Calabro, Crotone, Lamezia Terme, Erice, Catania, Gela, Cagliari, Iglesias, Quartu Sant’Elena
ci sono un sacco di soldi - fondi pubblici - a disposizione, da destinare all'avvio di nuove iniziative imprenditoriali! farsele sfuggire solo per non aver capito la novità o non aver avuto tempo/voglia di farlo sarebbe assurdo: aiutateci a "spingere" i politici locali ad attivarsi... oltre che la possibilità di ricevere i fondi queste località godrebbero anche delle altre agevolazioni previste per ZBZ, vedi successivo punto 2)
2) per tutte le altre città d'Italia, TUTTE!, è possibile l'istituzione delle ZBZ, che permette l'avvio di nuove attività con tempi super rapidi: entro 30 giorni l'attività può partire, a condizione ovviamente che non ci siano problemi che comunque devono essere rilevati entro trenta giorni
3) diversa ed ulteriore possibilità è la costituzione dei distretti turistico-alberghieri, una sorta di consorzio tra le aziende turistiche, con una serie di interessanti vantaggi, anche fiscali...
un vero peccato non approfonidre, non godere delle agevolazioni che ci vengono messe a disposizione, magari solo per inerzia o per non consocenza...
Bene, il C.T. fa il suo dovere, trovi gli approfondimenti su: Zone a burocrazia zero e distretti turistico alberghieri
***
Chi vuole approfondire può scriverci a: info@commercialistatelematico.com