Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: tassazione plusvalenze aree edificabili

  1. #1
    privit è offline Junior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    4

    Predefinito tassazione plusvalenze aree edificabili

    gentili utenti del forum

    ho ereditato per testamento 3 quote su quattro di un terreno edificabile da tre zii deceduti in momenti diversi (la quarta quota è del quarto fratello vivente, mio padre):
    con la prima successione presentata nel 1989 quando il terreno non era ancora edificabile è stato dichiarato il valore dominicale della prima quota di terreno
    ora sto preparando le successioni per le altre due quote : considerando che la nuova finanziaria mi consentirà di detrarre dal calcolo della plusvalenza sulla vendita i valori dichiarati in successione
    e conoscendo in anticipo il valore commerciale del terreno (che verrà dichiarato per intero sul rogito) è possibile dichiarare come valore dei cespiti in questione una cifra addirittura superiore al prezzo reale di vendita per poter compensare nel calcolo del valore globale del terreno anche il valore non aggiornato della quota inserita sulla prima successione ?
    Questo perché ovviamente sul valore della successione la tassazione risulta del 2+1 % mentre sulla plusvalenza della vendita la tassazione separata ha un aliquota minima del 23%...

    faccio un esempio concreto : valore commerciale di vendita da dichiarare al rogito € 1000

    proprietà fratello vivo ¼ di terreno valore dichiarato € 1 (valore dominicale)
    successione 1989 ¼ di terreno valore dichiarato € 1 (valore dominicale)
    successione 2007 ¼ di terreno valore dichiarato € 250
    successione 2007/2 ¼ di terreno valore dichiarato € 250

    stante che con le cifre sopra riportate la tassazione riguarderà la plusavalenza tra 501 e 1000 (€ 499)
    aumentando il valore dichiarato da € 250 a poniamo € 400 potrò diminuire l’importo globale su cui l’agenzia delle entrate calcolerà la tassazione ?

    spero di essere stato sufficientemente chiaro, grazie

    privit

  2. #2
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da privit Visualizza Messaggio
    gentili utenti del forum
    ho ereditato per testamento 3 quote su quattro di un terreno edificabile da tre zii deceduti in momenti diversi (la quarta quota è del quarto fratello vivente, mio padre):
    con la prima successione presentata nel 1989 quando il terreno non era ancora edificabile è stato dichiarato il valore dominicale della prima quota di terreno
    ora sto preparando le successioni per le altre due quote : considerando che la nuova finanziaria mi consentirà di detrarre dal calcolo della plusvalenza sulla vendita i valori dichiarati in successione
    e conoscendo in anticipo il valore commerciale del terreno (che verrà dichiarato per intero sul rogito) è possibile dichiarare come valore dei cespiti in questione una cifra addirittura superiore al prezzo reale di vendita per poter compensare nel calcolo del valore globale del terreno anche il valore non aggiornato della quota inserita sulla prima successione ?
    Questo perché ovviamente sul valore della successione la tassazione risulta del 2+1 % mentre sulla plusvalenza della vendita la tassazione separata ha un aliquota minima del 23%...
    faccio un esempio concreto : valore commerciale di vendita da dichiarare al rogito € 1000
    proprietà fratello vivo ¼ di terreno valore dichiarato € 1 (valore dominicale)
    successione 1989 ¼ di terreno valore dichiarato € 1 (valore dominicale)
    successione 2007 ¼ di terreno valore dichiarato € 250
    successione 2007/2 ¼ di terreno valore dichiarato € 250
    stante che con le cifre sopra riportate la tassazione riguarderà la plusvalenza tra 501 e 1000 (€ 499)
    aumentando il valore dichiarato da € 250 a poniamo € 400 potrò diminuire l’importo globale su cui l’agenzia delle entrate calcolerà la tassazione ?
    spero di essere stato sufficientemente chiaro, grazie
    privit
    Non mi pare vi siano alternative a:
    = (valore globale della cessione 1000) meno (valore globale delle aree come da successione 501) uguale (plusvalenza realizzata 499).

    Qualsiasi intervento evasivo appare ad altissimo rischio, tenuto conto che entrambi i valori sono facilmente controllabili.

    Ciao

  3. #3
    privit è offline Junior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    4

    Predefinito

    mi rendo conto dell'ambiguità del mio quesito : il termine evasione però mi suona male perchè non è nelle mie intenzioni...
    ciò premesso , vorrei però chiedere a chi gentilmente mi ha risposto, visto che si parla di controllo dei valori se, in un caso diverso dal mio in cui eccezionalmente conosco il valore di vendita prima di effettuare le successioni, uno indicasse nella successione un valore superiore a quello poi realizzato veramente alla cessione (per ingenuità , ignoranza , crollo dei prezzi di mercato o altro) la tassazione considererebbe la cifra indicata in successione o quella del rogito ?
    cioè se uno spera che il valore sia 100 e poi non gli riesce di vendere se non a 50, cosa succede ?

    (lo chiedo non solo per speculazione teorica, ma perchè sono in queste condizioni per un altro terreno ereditato...cioè non so davvero quanto varrà al momento della vendita e ovviamente spero nella cifra più alta possibile...)

    grazie per l'attenzione

  4. #4
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da privit Visualizza Messaggio
    mi rendo conto dell'ambiguità del mio quesito : il termine evasione però mi suona male perchè non è nelle mie intenzioni...
    ciò premesso , vorrei però chiedere a chi gentilmente mi ha risposto, visto che si parla di controllo dei valori se, in un caso diverso dal mio in cui eccezionalmente conosco il valore di vendita prima di effettuare le successioni, uno indicasse nella successione un valore superiore a quello poi realizzato veramente alla cessione (per ingenuità , ignoranza , crollo dei prezzi di mercato o altro) la tassazione considererebbe la cifra indicata in successione o quella del rogito ?
    cioè se uno spera che il valore sia 100 e poi non gli riesce di vendere se non a 50, cosa succede ?
    (lo chiedo non solo per speculazione teorica, ma perchè sono in queste condizioni per un altro terreno ereditato...cioè non so davvero quanto varrà al momento della vendita e ovviamente spero nella cifra più alta possibile...)
    grazie per l'attenzione
    Se il valore di cessione è pari o inferiore al valore di acquisizione (come da dichiarazione di successione) non vi sarà alcuna plusvalenza da dichiarare.
    In caso di minusvalenza, questa va dispersa in quanto non compensabile con altri redditi. Voglio dire cioè che ogni terreno edificabile va per suo conto.

  5. #5
    privit è offline Junior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    4

    Predefinito

    beh, non pensavo di sommare valori di terreni diversi, era solo un altro caso..

    ma per la questione principale di cui ho più necessità, quello che intendevo era se fosse possibile sommare le tre quote di acquisizione dello stesso terreno (ma avvenute in tempi diversi attraverso le successioni) aumentando il valore delle ultime due per arrivare ad avvicinarmi al valore di vendita reale (1+400+400 invece che 1+250+250 : in fin dei conti io non sono tenuto a sapere il vero prezzo del terreno prima di venderlo, posso solo stimarlo per approssimazione e quindi è plausibile un errore di valutazione, anche per eccesso, e di cui comunque pago l'imposta catastale e ipotecaria con la successione...)
    spero di non essere troppo complicato
    in ogni caso grazie per la collaborazione

  6. #6
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da privit Visualizza Messaggio
    beh, non pensavo di sommare valori di terreni diversi, era solo un altro caso..
    ma per la questione principale di cui ho più necessità, quello che intendevo era se fosse possibile sommare le tre quote di acquisizione dello stesso terreno (ma avvenute in tempi diversi attraverso le successioni) aumentando il valore delle ultime due per arrivare ad avvicinarmi al valore di vendita reale (1+400+400 invece che 1+250+250 : in fin dei conti io non sono tenuto a sapere il vero prezzo del terreno prima di venderlo, posso solo stimarlo per approssimazione e quindi è plausibile un errore di valutazione, anche per eccesso, e di cui comunque pago l'imposta catastale e ipotecaria con la successione...)
    spero di non essere troppo complicato
    in ogni caso grazie per la collaborazione
    Forse non avevo capito bene la situazione.
    Dopo avere riletto (con maggiore attenzione) la tua domanda originale, credo di avere compreso ora che le dichiarazioni di successione per la seconda e la terza quota ereditate non sono state ancora presentate. Quindi tu chiedi se sia possibile aumentare il valore successorio al fine di diminuire la futura plusvalenza. E' così ?
    Se così è, credo che la tua valutazione del valore successorio possa essere libera e quanto più vicina possibile al presunto valore di realizzo. Se questo significa che l'imposta di successione sarà meno onerosa rispetto all'irpef sulla plusvalenza, tanto meglio.
    Ma si dovrebbero poi analizzare altri problemi, del tipo:
    A= se vendo singole frazioni dello stesso terreno edificabile, come mi regolo ?
    B= se vendo più terreni edificabili diversi tra loro, con plusvalenza su alcuni e minusvalenza su altri, come mi regolo ?
    C= ed il quarto proprietario ancora vivente, che plusvalenza avrà ?
    Per il problema A è mia opinione che tutto vada ridotto ad un unico prezzo medio (cioè totale dei valori denunciati nelle tre successioni diviso la superficie totale), per cui mi sarà facile fare i calcoli anche nel caso di vendite frazionate.
    Per il problema B sono possibilista, nel senso che trattandosi di redditi della stessa natura potrei compensare nello stesso anno i risultati economici, dichiarando la differenza tra plusvalenze e minusvalenze. Non ne ho però assoluta certezza.
    Per il problema C non vedo soluzioni, per cui il proprietario potrebbe dover dichiarare plusvalenze rilevanti, in quanto il prezzo di vendita non può che essere uguale tra tutti i comproprietari e per il vecchio proprietario il valore di acquisizione mi pare di capire sia stato molto basso.
    Spero questa volta di avere centrato il problema.
    Ciao
    Ultima modifica di Speedy; 04-05-07 alle 09:05 PM

  7. #7
    privit è offline Junior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    4

    Predefinito

    mi spiace approfittare ancora della tua cortesia, ma credo che le tue conoscenze possano essermi molto d'aiuto
    in effetti il problema così è finalmente a fuoco : come dicevo vorrei poter compensare la dichiarazione di una quota di terreno denunciata con valore basso aumentando il valore delle 2 quote rimanenti ancora da dichiarare in successione, in modo da realizzare una plusvalenza più bassa possibile.
    in realtà io conosco già il prezzo di vendita (1000) perchè sono vicino al rogito, e vorrei avvicinarmici appunto con le due successioni ancora da fare : il punto che mi è poco chiaro è appunto il meccanismo con cui l'agenzia delle entrate calcolerà l'accertamento , cioè in base alla mia dichiarazione (poniamo 1+350+350) o al valore indicato dal rogito (cioè 1000 diviso 4 quote , quindi 750 meno 1+250+250) ? cioè, la plusvalenza sarà calcolata a partire dalle mie dichiarazioni (quindi 49) o a prescindere da esse e sulla base del valore di vendita ( quindi 249 ) ?
    l'altra osservazione che fai e che non avevo considerato è che il valore accettato per le mie quote venga poi applicato alla quarta quota di mio padre costringendolo ad una plusvalenza superiore al valore reale
    e infine , non vorrei che il fisco decidesse di non ritenere credibile la cifra del rogito, in quanto inferiore a quella denunciata in successione(quattro quote da 350 fanno una valore di 1400 e non di 1000) e procedesse comunque a calcolare la plusvalenza sul valore desunto dalle successioni e non su quello ottenuto realmente dalla cessione...
    oddio..ho la testa fusa
    se hai voglia e tempo di rispondermi, grazie infinite, altrimenti ti sono grato ugualmente per la tua disponibilità

  8. #8
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da privit Visualizza Messaggio
    mi spiace approfittare ancora della tua cortesia, ma credo che le tue conoscenze possano essermi molto d'aiuto
    in effetti il problema così è finalmente a fuoco : come dicevo vorrei poter compensare la dichiarazione di una quota di terreno denunciata con valore basso aumentando il valore delle 2 quote rimanenti ancora da dichiarare in successione, in modo da realizzare una plusvalenza più bassa possibile.
    in realtà io conosco già il prezzo di vendita (1000) perchè sono vicino al rogito, e vorrei avvicinarmici appunto con le due successioni ancora da fare : il punto che mi è poco chiaro è appunto il meccanismo con cui l'agenzia delle entrate calcolerà l'accertamento , cioè in base alla mia dichiarazione (poniamo 1+350+350) o al valore indicato dal rogito (cioè 1000 diviso 4 quote , quindi 750 meno 1+250+250) ? cioè, la plusvalenza sarà calcolata a partire dalle mie dichiarazioni (quindi 49) o a prescindere da esse e sulla base del valore di vendita ( quindi 249 ) ?
    l'altra osservazione che fai e che non avevo considerato è che il valore accettato per le mie quote venga poi applicato alla quarta quota di mio padre costringendolo ad una plusvalenza superiore al valore reale
    e infine , non vorrei che il fisco decidesse di non ritenere credibile la cifra del rogito, in quanto inferiore a quella denunciata in successione(quattro quote da 350 fanno una valore di 1400 e non di 1000) e procedesse comunque a calcolare la plusvalenza sul valore desunto dalle successioni e non su quello ottenuto realmente dalla cessione...
    oddio..ho la testa fusa
    se hai voglia e tempo di rispondermi, grazie infinite, altrimenti ti sono grato ugualmente per la tua disponibilità
    Quindi:
    = il terreno edificabile verrà venduto a 1.000
    = il terreno è di proprietà di due persone, una A al 75% ed una B al 25%
    Secondo me, il prevedibile comportamento dell'ade sarà di chiedere ai venditori come abbiano determinato la plusvalenza che dichiareranno sul modello unico.
    A tale richiesta risponderei con un prospetto con indicazione di:
    = valore di vendita 1.000, di cui 750 a favore di A e 250 a favore di B
    = valore di costo 702, di cui 701 a carico di A ed 1 a carico di B
    = plusvalenza 298, di cui 49 a favore di A e 249 a favore di B
    Il valore di costo di A pari a 701 corrisponde alla somma dei valori dichiarati nelle tre diverse successioni (1 + 350 + 350).
    Il rischio di rettifica da parte dell'ade per motivi elusivi mi pare abbastanza remoto, dato che il contribuente dichiara un valore prossimo a quello di mercato, confermato dalla vendita. Il fatto che il valore della prima successione sia 1 e quello delle successive sia 350 + 350 credo sia facilmente dimostrabile dalla circostanza della non edificabilità (per la prima).
    Ciao

Discussioni Simili

  1. Aree edificabili e art. 67 1 b) TUIR
    Di La matta nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 06-11-12, 08:35 AM
  2. Plusvalenze da cessione aree edificabili
    Di carloargento nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 10-01-10, 11:14 AM
  3. PGT e Aree edificabili
    Di fabioalessandro nel forum Enti Locali
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 15-12-09, 05:06 PM
  4. cessione aree edificabili
    Di valeria.nicoletti@libero.it nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-09-08, 06:57 PM
  5. Ici Aree Edificabili
    Di paolo1953 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04-10-07, 12:22 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15