Pagina 1 di 4 1 2 3 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 33

Discussione: trasmissione telematica corrispettivi

  1. #1
    francy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    666

    Predefinito trasmissione telematica corrispettivi

    Secondo voi, un cliente che ha avuto nel 2006 un volume d'affari di E. 1.035.826,00, è considerato grande distribuzione.Non si capisce niente sulla circolare!!!!!Grazie in anticipo!!!

  2. #2
    vincenzo0 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    524

    Predefinito

    Si tratta di quelle imprese che hanno optato per la trasmissione telematica dei corrispettivi, e possono, così, non rilasciare lo scontrino cartaceo (Dal 1.1.2005, i commi da 429 a 432, dell’art. 1, della L. 30.12.2004, n. 311 hanno disposto delle agevolazioni contabili per le imprese di grande distribuzione, le quali hanno la possibilità di rinunciare all’obbligo di rilasciare lo scontrino o la ricevuta fiscale.
    A tal fine è stato emanato il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 8.7.2005, pubblicato in G.U. n. 171/ 2005, che ha fissato le modalità ed i termini di trasmissione).
    In particolare, sono considerate imprese di grande distribuzione commerciale le aziende distributive che operano con esercizi commerciali in superficie superiore a 150 metri quadri nei comuni con popolazione residente inferiore a 10.000 abitanti, o superficie superiore a 250 metri quadri nei comuni con popolazione residente superiore ai 10.000 abitanti.
    Pertanto, in tale circostanza (scadenza del 25/9/2007) non rileva il volume d’affari.
    Detto volume è, invece, importante per le scadenze di invio telematico previste per tutti gli altri contribuenti (“non grande distribuzione”).
    Peraltro, per la medesima scadenza del 25/9/2007, saranno interessati, all’invio telematico dei corrispettivi, oltre alle imprese di “grande distribuzione”, anche le imprese che si trovano (anno solare 2006) in regime di franchigia IVA.
    In particolare:
    Primo invio
    Il primo invio sarà effettuato dai soggetti operanti nel settore della grande distribuzione e viene previsto entro il 25 settembre 2007.
    Per chi non opera nel settore della grande distribuzione, viene previsto un invio frazionato nel tempo legato al totale dei corrispettivi conseguiti nell'anno solare antecedente a quello di emanazione del provvedimento:
    - Entro il 25 ottobre 2007, per i soggetti con corrispettivi 2006 superiori a 6 milioni di euro;
    - entro il 25 novembre 2007, per i soggetti con corrispettivi 2006 compresi tra 600mila un euro e 6 milioni di euro;
    - entro il 25 marzo 2008, per i soggetti con corrispettivi 2006 fino a 600mila euro (sia per i
    soggetti che effettuano la liquidazione mensile, sia per i soggetti che effettuano la liquidazione trimestrale dell'Iva);
    - entro il 25 marzo 2008, per chi comincia l'attività nel corso dell'anno solare 2007.
    Per tutti i soggetti interessati, i dati da trasmettere telematicamente saranno quelli relativi ai corrispettivi conseguiti dal 1 luglio 2007 all'ultimo giorno utile del periodo di riferimento dell'invio: Per esempio, chi dove effettuare la prima trasmissione il 25 novembre 2007, invierà l'importo complessivo dei corrispettivi conseguiti tra il 1 luglio e il 31 ottobre 2007. I dati relativi al mese di novembre saranno inviati, a regime, con la comunicazione da effettuarsi entro il 25 dicembre 2007.

    Per ulteriori approfondimenti rinvio alla GUIDA IVA 2007 di Vincenzo D’Andò aggiornata al 31/08/2007, e-book in vendita su questo Sito.

  3. #3
    LucZan è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    300

    Predefinito

    Chiedo come si possa imporre l'obbligo se ancora non esiste il software per la comunicazione di questi corrispettivi.
    Sul sito dell'Agenzia delle Entrate c'è solo il riferimento dell'obbligo, mi pare manchi anche il modulo di controllo del file generato con software di terzi.

    http://www.agenziaentrate.it/ilwwcm/...corrispettivi/

    Inoltre ho il caso di un negozio di mobili di 400 mq. di superficie (titolare ed un dipendente -volume affari inferiore ai € 300.000,00 - quindi contribuente di "grande" distribuzione a causa della superficie di vendita >250 mq.).
    Rimanendo così la normativa dovrebbe inviare telematicamente i corrispettivi ogni settimana, entro il quinto giorno della settimana successiva ?!

    Mi confermate che questi contribuenti della "grande" distribuzione non sono più obbligati al rilascio dello scontrino fiscale/ricevuta fiscale cartacei (salvo emissione fattura se richiesta dal cliente) ?

    Grazie
    Ultima modifica di LucZan; 02-09-07 alle 10:50 AM

  4. #4
    vincenzo0 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    524

    Predefinito

    Infatti, il comunicato riportato (link) non sembra aggiornato.
    Per la grande distribuzione (a cui si accede per opzione del contribuente) il Provvedimento del 8 luglio 2005 dell'Agenzia delle Entrate contiene anche i termini di scadenza citati (trasmissione settimanale entro il 5 giorno di fine della settimana), ma solo per la grande distribuzione.
    Per la non grande distribuzione (ove l'invio sarà un obbligo e non una facoltà) come ho indicato prima le scadenze sono diverse e sono state prorogate.
    Entrando in merito al Suo caso personale, se la Sua azienda ha optato per la trasmissione telematica dei corrispettivi, quale grande distribuzione, allora non vi é l'obbligo di emettere più lo scontrino fiscale.

  5. #5
    vincenzo0 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    524

    Predefinito

    In immediata rettifica della mia risposta precedente:
    A seguito della novità recata dal D.L. N. 223/2006:
    Certificazione dei corrispettivi da parte del commercio al minuto e della grande distribuzione (articolo 37, commi da 33 a 37).
    I soggetti esercenti commercio al minuto e attività assimilate e le imprese operanti nella grande distribuzione hanno l’obbligo di trasmettere in via telematica alle Entrate distintamente per ciascun punto vendita l’ammontare complessivo dei corrispettivi giornalieri ricavati dalla cessione di beni o dalla prestazione di servizi.
    Per cui anche per la grande distribuzione é di obbligo l'invio telematico dei corrispettivi, a decorrere dal 25/9/2007, ciò anche se in precedenza non avevano fatto l'opzione.
    Per cui, a questo punto, é indispensabile, anche per il caso esposto innanzi, l'intervento dell'Agenzia delle Entrate, particolarmente é auspicabile un idoneo intervento chiarificatore
    Comunque, per iniziare, da parte nostra a tentare di chiarire la situazione:
    INVIO TELEMATICO DEI CORRISPETTIVI: SONO STATE STABILITE LE DATE UFFICIALI
    Con un comunicato stampa del 30 aprile 2007), l'Agenzia delle Entrate ha fornito le prime anticipazioni ufficiali (in attesa dei provvedimenti), sulle date di trasmissione telematica dei corrispettivi.
    Scadenza di massa per la maggior parte dei contribuenti
    Scadenza fissata al 25 marzo 2008, per i soggetti con corrispettivi 2006 fino a 600mila euro (sia per i soggetti che effettuano la liquidazione mensile, sia per i soggetti che effettuano la liquidazione trimestrale dell'Iva); pure entro il 25 marzo 2008, per chi comincia l'attività nel corso dell'anno solare 2007.
    Per tutti i soggetti interessati, i dati da trasmettere telepaticamente saranno quelli relativi ai corrispettivi conseguiti dal 1 luglio 2007 all'ultimo giorno utile del periodo di riferimento dell'invio: Per esempio, chi dove effettuare la prima trasmissione il 25 novembre 2007, invierà l'importo complessivo dei corrispettivi conseguiti tra il 1 luglio e il 31 ottobre 2007.
    I dati relativi al mese di novembre saranno inviati, a regime, con la comunicazione da effettuarsi entro il 25 dicembre 2007.
    Tuttavia, il primo invio dovrà essere effettuato dai soggetti operanti nel settore della grande distribuzione e viene previsto entro il 25 settembre 2007.
    In particolare, emerge dal suddetto comunicato stampa del 30/04/2007, che l'invio telematico dei corrispettivi all'Anagrafe tributaria da parte dei contribuenti che esercitano attività commerciali riguarderà le operazioni effettuate a partire dal prossimo primo luglio. Prima di tutto, il procedimento interesserà la grande distribuzione con il primo invio entro il 25 settembre 2007, poi sarà la volta dei soggetti di grande dimensione.
    Mentre per i soggetti più piccoli il primo invio viene previsto entro il 25 marzo 2008.
    Termini di trasmissione telematica
    Il termine entro il quale effettuare, a regime, la trasmissione delle informazioni é stato ancorato ai termini previsti per la liquidazione periodica dell'Iva, ed é stato fissato per il giorno 25 del mese successivo a quello di riferimento, o del secondo mese successivo a ciascuno dei primi tre trimestri solari.
    Per la grande distribuzione, la trasmissione si effettuerà con cadenza settimanale, secondo quanto previsto dal provvedimento del direttore dell'Agenzia delle Entrate dell'8 luglio 2005.
    Primo invio
    Il primo invio sarà effettuato dai soggetti operanti nel settore della grande distribuzione e viene previsto entro il 25 settembre 2007.

  6. #6
    LucZan è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    300

    Predefinito

    Grazie per la cortese ed esauriente risposta.

    Il problema è che il termine del 25 settembre è molto imminente ma del software per la compilazione di questi dati e/o del modulo di controllo non vedo traccia nel sito del Ministero delle Finanze.

    Saluti

    P.S.: A forza di voler dati e controllare tutto non è che prima o poi il server del Ministero delle Finanze vada in tilt: pensate alla mole enorme di dati, un flusso continuo, che vogliono gestire (elenchi forn. clienti/corrispett./ ecc. ecc.).
    A questo punto tanto vale tengano loro la contabilità ........ ho paura che alla fine magari si perdano i dati delle dichiarazioni, gli unici che contano (chi si ricorda cosa era successo in passato all'inps) ..........

  7. #7
    andreaama è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    1

    Predefinito

    Scusate la mia ignoranza, ma un soggetto in franchigia dal 01 gennaio 2007 che emette esclusivamente fatture è obbligato all'invio telematico?
    Riformulo la domanda,il legislatore scrivendo "invio telemetico dei corrispettivi" vuole far rientrare anche le fatture emesse per chi si trova nel regime della franchigia?
    La ratio della norma è quello di controllare attraverso l'invio telematico dei corrispettivi i contribuenti se rientrano nel regime naturale della franchigia.

  8. #8
    manubrun è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    7

    Predefinito

    La mia non è una risposta ma una domanda alla domanda!
    Anch'io vorrei sapere la stessa cosa ma non vedo la risposta!
    Grazie

  9. #9
    vincenzo0 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    524

    Predefinito

    ALLA DOMANDA:
    Riformulo la domanda,il legislatore scrivendo "invio telemetico dei corrispettivi" vuole far rientrare anche le fatture emesse per chi si trova nel regime della franchigia?
    La ratio della norma è quello di controllare attraverso l'invio telematico dei corrispettivi i contribuenti se rientrano nel regime naturale della franchigia.

    COSI RISPONDO:

    A mio parere tutto ciò é affermativo, poiché il fine del legislatore é di controllare i movimenti dei cd. contribuente in franchigia, per cui vanno inseriti pure i dati delle fatture.
    Dal lato normativo, tale obbligo, generalizzato (scontrini, fatture, ecc.) viene, peraltro, previsto dall'art. 32-bis, comma 12, del D.P.R. n. 633/1972, che nel così recita:
    "I soggetti ai quali si applica il regime fiscale di cui al presente
    articolo trasmettono telematicamente all'Agenzia delle entrate l'ammontare
    complessivo delle operazioni effettuate".
    Quindi il DECRETO IVA scrive di operazioni effettuate in senso lato (scontrini, fatture, ecc.) e non solo di corrispettivi in senso stretto.

  10. #10
    dottnaimoli è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    12

    Exclamation invio corrispettivi professionista

    Una cosa non mi è chiara: un professionista, nel caso specifico un avvocato, che nel 2006 non ha raggiunto il volume d'affari di 7000,00 €, e quindi rientra nell'applicazione del regime di franchigia per il 2007, è tenuto a trasmettere telematicamente l'ammontare dei "corrispettivi" conseguiti anche se svolgendo attività professionale emette solo fatture ?
    Insomma, il termine corrispettivi dobbiamo intenderlo in senso lato come ricavi derivanti dalla vendita di beni o prestazioni di servizi o in senso stretto come ammontare dei ricavi derivanti dall'emissione di scontrini o ricevute fiscali da annotare nel registro dei corrispettivi.
    grazie

Pagina 1 di 4 1 2 3 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Impegno trasmissione telematica
    Di Silvan nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-12-09, 07:53 AM
  2. Trasmissione telematica corrispettivi
    Di Novello nel forum Manovre fiscali, legge stabilità e Finanziarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 02-01-08, 04:53 PM
  3. trasmissione telematica dei corrispettivi
    Di tetanino nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 06-09-07, 03:17 PM
  4. trasmissione telematica dei corrispettivi
    Di massimo67 nel forum Manovre fiscali, legge stabilità e Finanziarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 06-09-07, 02:35 PM
  5. Trasmissione telematica partecipate
    Di martha nel forum Enti Locali
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 24-05-07, 07:45 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15