Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Contratto di associazione in partecipazione, S.r.l., e regime dei minimi

  1. #1
    studiodefino è offline Member
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    193

    Predefinito Contratto di associazione in partecipazione, S.r.l., e regime dei minimi

    Un cliente deve fare un contratto di Associazione in partecipazione per svolgere il ruolo di direttore tecnico per una ditta. In pratica però si tratterà di un ruolo per lo più formale e con un reddito derivante pari a zero perchè serve solo come figura per consentire alla ditta l'iscrizione in camera di commercio. La sua attività è di libero professionista (ingegnere).

    Tale tipo di contratto è incompatibile con il regime dei minimi?

    grazie a tutti

  2. #2
    RAPTINO Guest

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da studiodefino Visualizza Messaggio
    Un cliente deve fare un contratto di Associazione in partecipazione per svolgere il ruolo di direttore tecnico per una ditta. In pratica però si tratterà di un ruolo per lo più formale e con un reddito derivante pari a zero perchè serve solo come figura per consentire alla ditta l'iscrizione in camera di commercio. La sua attività è di libero professionista (ingegnere).

    Tale tipo di contratto è incompatibile con il regime dei minimi?

    grazie a tutti
    non vorrei dire una sciocchezza, ma mi sembra che - a prescindere dalla problematica del regime dei minimi - il direttore tecnico debba fare esclusivamente in direttore tecnico....questo da qualche anno.....ma vado a memoria e potrei prendere una cantonata.
    Se non ti risponde nessuno vedo di verificare con la ragioniera che segue queste pratiche.....

  3. #3
    pikkio è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    566

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da studiodefino Visualizza Messaggio
    Un cliente deve fare un contratto di Associazione in partecipazione per svolgere il ruolo di direttore tecnico per una ditta. In pratica però si tratterà di un ruolo per lo più formale e con un reddito derivante pari a zero perchè serve solo come figura per consentire alla ditta l'iscrizione in camera di commercio. La sua attività è di libero professionista (ingegnere).

    Tale tipo di contratto è incompatibile con il regime dei minimi?

    grazie a tutti
    Non ho capito perchè questo ingegnere, in regime dei minimi, debba "associarsi" per fare il direttore tecnico.
    Fa un contratto con la società per l'incarico di direttore tecnico e verrà pagato con regolari parcelle professionali. E la società lo comunica alla CCIAA, alla quale non interessa nulla che il DT sia dipendente o associato o chissà cosa altro per la società.

    L'unica discriminante è che non sia DT per altri soggetti, in quanto ormai il DT può esserlo solo per un soggetto.
    D.P.
    Dottore Commercialista, Revisore Legale in Varese

    that bastard inside...

  4. #4
    sera78 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Catania
    Messaggi
    709

    Predefinito

    Non so se vale per tutti i direttori tecnici, però ad esempio per i centri di estetica e per i parrucchieri devono necessariamente essere "stabilmente inseriti nell'azienza", come recitano gli artt. 77 e 78 del D. Lgs. 59/2010. (se non ricordo male...)

  5. #5
    pikkio è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    566

    Predefinito

    Il DM 37/2008 recita:

    "Il responsabile tecnico di cui al comma 1 svolge tale funzione per una sola
    impresa e la qualifica è incompatibile con ogni altra attività continuativa"


    A quanto ne so, il controllo è sicuramente sull'unicità della carica, anche perchè l'attività libero professionale, se esercitata per la maggior parte come DT, integra di certo i requisiti (almeno io parlo per la CCIAA di qui)
    D.P.
    Dottore Commercialista, Revisore Legale in Varese

    that bastard inside...

  6. #6
    studiodefino è offline Member
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    193

    Predefinito

    salve Pikkio

    grazie per le indicazioni

    il problema è la camera di commercio.

    Infatti qui perchè un artigiano possa iscriversi come impiantista (non avendone i requisiti personalmente) nomina il suo responsabnile tecnico

    ma la camera di commercio richiede un contratto di associazione in partecipazione con tanto di registrazione all'ade.

    Ora ti confermo che da qualche anno il RT può assumere tale carica solo per una unia impresa.

    ora l'ing. è un professionista in regime dei minimi

    resto in attesa

    grazie

Discussioni Simili

  1. regime dei minimi e proposta di associazione in partecipazione
    Di lince85roma nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-03-13, 03:00 PM
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-04-12, 09:44 PM
  3. Contratto associazione in partecipazione
    Di lorenzo11 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 02-04-09, 06:33 PM
  4. contratto di associazione in partecipazione
    Di cinzia2642 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 01-04-09, 02:29 PM
  5. Contratto In Associazione In Partecipazione???
    Di Angela nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 31-03-08, 05:14 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15