Pagina 1 di 3 1 2 3 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 25

Discussione: incasso fattura dopo chiusura p.iva

  1. #1
    fermio è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    16

    Predefinito incasso fattura dopo chiusura p.iva

    Ho un problema.
    Ho chiuso la p.iva il 31/12/2007. Non sapendo alcune cose...
    Un cliente mi ha pagato l'ultima fattura di dicembre 2007 il giorno 31/01/2008.

    Quindi in pratica avevo chiuso senza aver incassato tutto.

    Come si mette la questione col fisco ora???

  2. #2
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Non c'è nulla di strano ad incassare fatture dopo la chiusura della partita iva dei professionsti !
    Il compenso incassato andrà indicato in Unico 09, nel quadro RL.

    Verifica di non dover ancora incassare fatture in sospensione Iva (emesse ad enti pubblici).

    ciao

    Citazione Originariamente Scritto da fermio Visualizza Messaggio
    Ho un problema.
    Ho chiuso la p.iva il 31/12/2007. Non sapendo alcune cose...
    Un cliente mi ha pagato l'ultima fattura di dicembre 2007 il giorno 31/01/2008.

    Quindi in pratica avevo chiuso senza aver incassato tutto.

    Come si mette la questione col fisco ora???

  3. #3
    steclick è offline Junior Member
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    10

    Predefinito

    ... leggendo mi sono posto una domanda....e se per errore venisse chiusa una partita iva con data antecedente l'emissione di alcune fatture? (a parte il limite dei trenta giorni...)

  4. #4
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Io correggerei la data fattura.

    ciao

    Citazione Originariamente Scritto da steclick Visualizza Messaggio
    ... leggendo mi sono posto una domanda....e se per errore venisse chiusa una partita iva con data antecedente l'emissione di alcune fatture? (a parte il limite dei trenta giorni...)

  5. #5
    pettirosso è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    684

    Predefinito

    Con la circolare 11/E del 2007, l'genzia delle Entrate ha preso posizione sul problema degli adempimenti fiscali derivanti dalla cessazione dell'attività professionale

    in particolare il lavoratore autonomo che decide di interrompere le prestazioni professionali è tenuto a mantenere aperta la partita Iva fino allìesaurimento di
    tutte le operazioni dirette alla definizione dei rapporti giuridici pendenti, cioè fino all'incasso dei crediti derivanti dalle prestazioni fornite ai clienti prima della interruzione della attività

    con questa indicazione, l'agenzia si pone in contrasto con la tesi secondo cui i crediti incassati da un professionista dopo la chiusura della partita
    Iva costituiscono redditi diversi

    va detto che ambo le posizioni di cui sopra rappresentate non si fondano su specifiche disposizioni normative

    pertanto poiche comunque è stato chiusa la partita iva bisogna emettere almeno una ricevuta

  6. #6
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pettirosso Visualizza Messaggio
    va detto che ambo le posizioni di cui sopra rappresentate non si fondano su specifiche disposizioni normative
    Beh, impedire ad un contribuente di chiudere la partita iva finchè non incassa è completamente fuori dal mondo.

    Non è vero che la mia affermazione non è basata sulla norma....

  7. #7
    @barby è offline Junior Member
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    roma
    Messaggi
    49

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da danilo sciuto Visualizza Messaggio
    Non c'è nulla di strano ad incassare fatture dopo la chiusura della partita iva dei professionsti !
    Il compenso incassato andrà indicato in Unico 09, nel quadro RL.

    Verifica di non dover ancora incassare fatture in sospensione Iva (emesse ad enti pubblici).

    ciao
    Se il contribente è iscritto alla gestione separata è tenuto poi al pagamento del contributo inps sui compensi che dichiarerà nel quadro RL quando incasserà le fatture?
    grazie

  8. #8
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da @barby Visualizza Messaggio
    Se il contribente è iscritto alla gestione separata è tenuto poi al pagamento del contributo inps sui compensi che dichiarerà nel quadro RL quando incasserà le fatture?
    grazie

    Non mi risulta.

    ciao

  9. #9
    @barby è offline Junior Member
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    roma
    Messaggi
    49

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da danilo sciuto Visualizza Messaggio
    Non mi risulta.

    ciao
    Perfetto!!

    grazie e ciao

  10. #10
    giuliorag@iol.it è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Friuli Venezia Giulia
    Messaggi
    1

    Arrow

    intervengo anche se il quesito di questo forum era stato posto molti mesi fa.

    A mio modesto avviso, bisogna analizzare il problema, prima da un punto di vista giuridico, poi dal punto di vista fiscale. Nella citata circolare 11/E del 16/02/07 al punto 7/1 si parla dell'obbligo di mantenere la partita IVA aperta finchè non è stato ultimato l'incasso relativo alla cessione della clientela. L'agenzia termina precisando che, come già affermato in passato, anche l'incasso dei crediti da prestazioni professionali, devono avvenire prima della chiusura della partita IVA.
    Io non sono affatto d'accordo.
    Si pensi ad un professionista che viene assunto nella pubblica amministrazione, deve chiudere immediatamente la sua partita IVA per incompatibilità con l'impiego pubblico (D.Lgs. 165/2001). Potrebbe mai una norma di tipo "fiscale" , impedirmi di accettare un pubblico impiego solo perchè devo ancora incassare dei crediti? O potrebbe mai il fisco impedirmi di incassare un credito, ad esempio di due anni fa (anche se derivante da una EX attività di lavoro autonomo professionale), per il solo fatto di aver cessato la mia attività professionale e quindi chiuso la partita IVA??????? .
    Non condivido neppure, come affermato dall'A.delle E. nel forum fiscale di Italia oggi del 20/01/2007, che l'attività professionale si possa ritenere cessata solo dopo l'esaurimento di tutte le operazioni , ulteriori, rispetto all'interruzione delle prestazioni professionali, compresi quindi anceh gli incassi.
    Faccio un esempio: se un professionista chiude la partita iva per cessazione attività, e a distanza di qualche anno, un creditore onesto decidesse di onorare il suo debito (credito che il professionsita pensava definitivamente inesegibile), il professionista dovrebbe rinunciare all'incasso? Secondo me siamo nella "fantafiscalita' ".
    Le circolari dell'Agenzia non sono Fonti del diritto a cui bisogna per forza di legge attenerci. Il Dpre 633/72 all'art. 5 definisce esercizio di erti e professioni: l'ersercizio per professione ABITUALE , ancorchè non esclusiva di ogni attività di lavoro autonomo. Qui nasce il presupposto soggettivo dell'imposta IVA e quindi anche dell'obbligo della partita IVA (ex art. 35).
    Nel Tuir (art. 53 c.1), praticamente si ripete quanto previsto ai fini IVA nel sopra menzionato art. 5.
    L'ABITUALITà è quindi un elemento essenziale per l'attrazzione dei compensi professionali nell'art. 53 e 54 del TUIR e nell'art. 5 dell' IVA . Mancando l'abitualità vengono a mancare tutti i presupposti soggettivi per l'allicazione dell'IVA e del lavoro autonomo PROFESSIONALE.
    Di conseguenza, l'incasso di una parcella, o di un compenso anche non fatturato durante il periodo di possesso della partita IVA (per mancaza del presupposto dell'avvento del momento impositivo, art. 6), dopo la chiusura della stessa, a mio avviso è un'operazione perfettamente lecita, non rientrante nel campo di applicazione dell'IVA e da tassare ai fini delle impsote dirette, secondo il dettato dell'art. 67 lettera L. (Tuir).
    Gradirei un parere in merito, da parte Vostra.

Pagina 1 di 3 1 2 3 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Parziale incasso fattura dopo chiusura partita iva
    Di Sil60 nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 16-03-13, 04:39 PM
  2. registrazione fattura dopo chiusura ditta
    Di machioto nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 30-03-10, 11:01 AM
  3. incasso fattura dopo chiusura attività
    Di fsdn2003 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 20-01-10, 04:45 PM
  4. fattura acquisto dopo chiusura p.iva
    Di sabrinallt nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 16-10-09, 10:12 AM
  5. 3,50 € in effetti al dopo incasso
    Di ificould nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 29-10-07, 10:51 AM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15