Pagina 2 di 6 PrimaPrima 1 2 3 4 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 58

Discussione: Prelievi soci in contanti

  1. #11
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,315

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Baldoria Visualizza Messaggio
    Volevo dire il prelievo fatto come anticipazione dell'utile, non un prelievo per le casse della società.

    Chiramente intendo il socio amministratore, ma nelle Snc nella maggiornanza dei casi i soci sono tutti ammninistratori.

    Infine secondo me bisogna distingure due casi:

    il prelivo soci fatto dal c/c e secondo me in questo caso non ci sono limitazione come anche chiarito dall'ABI;

    il prelievo soci fatto direttamente dalla cassa della società, senza passare per la banca (caso tipico di una snc familiare, dove settimanalmente vengono prelevati 200 euro).

    Il mio dubbio è il secondo.

    Grazie a tutti per le risposte
    I prelievi sotto soglia dalla cassa della società sono ammessi. Il problema non sempre facilmente risolvibile, è stabilire se i tanti prelievi sotto soglia effettuati dalla cassa della società, sono tra loro collegati. Nel caso in cui siano collegati il prelievo frazionato è elusivo e viola la norma sulla limitazione dell'uso del contante.

    Nel caso specifico del prelievo per spese personali sotto soglia, poichè ogni spesa è un operazione assestante e rispetto a ciascuna di esse che occorre dotarsi dei mezzi di prova. Quali ? Ce lo spieghi il Ministero delle Finanze e lo spieghi agli italiani, perchè non è chiaro come io possa documentare i prelievi per spese personali.

    Non credo che dobbiamo tenere una seconda contabilità per dimostrare: quanta mortadella abbiamo comprato dal pizzicagnolo conservando gli scontrini, con la speranza di non avere figli affetti da "verme solitario" o ancora conservando i biglietti del night club (senza lap dance per non avere problemi con il coniuge) o ancora conservando e protocollando tutti i "gratta e vinci" scrostati inutilmente e privi di somma vincente.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  2. #12
    revisor è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Località
    Lucania-Calabria
    Messaggi
    700

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da shailendra Visualizza Messaggio
    i soci, nelle società di persone, sono normalmente anche amministratori....
    ..nelle s.n.c.. sì,..ma in una s.a.s. no
    Più gente conosco, e più apprezzo il mio cane....

  3. #13
    Baldoria è offline Member
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    206

    Smile

    Grazie Enrico. Io la penso come lei.
    Come faccio a dire ai miei clienti che possono prelevare dalla cassa contanti della società fino ad un massimo di 999,99 per le loro spese personali??
    magari una Snc formata da marito e moglie con 2 figli che vanno ancora a scuola??

    Chiaramente tutti questi prelievi sono necessari per "vivere" e non nascondono niente di elusivo, altrimenti sarei il primo a vietare ai miei clienti certe operazioni.

    Grazie

  4. #14
    shailendra è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    3,387

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Baldoria Visualizza Messaggio
    Volevo dire il prelievo fatto come anticipazione dell'utile, non un prelievo per le casse della società.

    Chiramente intendo il socio amministratore, ma nelle Snc nella maggiornanza dei casi i soci sono tutti ammninistratori.

    Infine secondo me bisogna distingure due casi:

    il prelivo soci fatto dal c/c e secondo me in questo caso non ci sono limitazione come anche chiarito dall'ABI;

    il prelievo soci fatto direttamente dalla cassa della società, senza passare per la banca (caso tipico di una snc familiare, dove settimanalmente vengono prelevati 200 euro).

    Il mio dubbio è il secondo.

    Grazie a tutti per le risposte
    Quindi io, socio di una snc, posso ancora prelevare dal c/c della ditta, in conto utili, ad esemio 3 mila €uro in contanti e poi metterli sul mio conto personale? In altre discussione fatte sull'argomento mi sembrava che si era detto di no, io infatti ho cambiato sistema e adessso io e il mio socio preleviamo solo con bonifici o assegni.
    "Come spieghereste a un bambino che cos'è la felicità?" "Non glielo spiegherei. Gli darei un pallone per farlo giocare" D. Solle

  5. #15
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,315

    Predefinito

    No, non è stato detto questo e si parlava mi sembra di importi intra-soglia, non di importi di 3.000 Euro che sono oltretutto oltre soglia.

    Quello che sosteniamo io e l'amico IAM è che il passaggio dalla banca alla cassa della società non soffre di limiti quantitativi, essendo operazione tracciata per definizione, così come ammette l'ABI stessa.

    Gli amministratori possono prelevare in contanti e tenere nella cassaforte della società qualunque importo tenendo conto dei pagamenti che devono eseguire.

    E' il passaggio successivo dalla cassa societaria a terzi - compreso i soci - che deve osservare i limiti all'uso del contante. Se devo pagare lo stipendio dei miei venti dipendenti dove la retribuzione netta, per ciascuno di essi, non supera 999,99, non vedo violazione della normativa sull'uso del contante, se pago la singola busta paga in contanti.

    A me sembra così.
    Ultima modifica di Enrico Larocca; 23-07-12 alle 08:33 PM
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  6. #16
    LANNA è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    954

    Predefinito

    Quando sembra di aver capito ecco che arrivano altri dubbi, vorrei avere conferma, e una risposta:

    1) socio amministratore di s.n.c. può prelevare dal c/c della società qualsiasi importo, sia per i propri utili sia per le spese, entro il limite del contante, della sociatà;

    2) socio non amministratore della s.n.c. può prelevare contanti dalla banca per il proprio utile entro il limite del contante o anche di più??
    Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa.
    Albert Einstein

  7. #17
    shailendra è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    3,387

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico Larocca Visualizza Messaggio
    No, non è stato detto questo e si parlava mi sembra di importi intra-soglia, non di importi di 3.000 Euro che sono oltretutto oltre soglia.

    Quello che sosteniamo io e l'amico IAM è che il passaggio dalla banca alla cassa della società non soffre di limiti quantitativi, essendo operazione tracciata per definizione, così come ammette l'ABI stessa.

    Gli possono amministratori possono prelevare in contanti e tenere nella cassaforte della società qualunque importo tenendo conto dei pagamenti che devono eseguire.

    E' il passaggio successivo dalla cassa societaria a terzi - compreso i soci - che deve osservare i limiti all'uso del contante. Se devo pagare lo stipendio dei miei venti dipendenti dove la retribuzione netta, per ciascuno di essi, non supera 999,99, non vedo violazione della normativa sull'uso del contante, se pago la singola busta paga in contanti.

    A me sembra così.
    No, IAM mi ha risposto che secondo lui in entrambi i casi non si fa riferimento al limite dei 1000 €uro. Il passaggio da banca a cassa nessuno lo mette in discussione. E' il passa da banca a "prelievo soci c/utili" il punto in discussione, che non è chiaro se, siccome una parte in causa è ancora la banca, si sia esclusi dalla limitazione del contante o no. Secondo me si è soggetti alla limitazione, secondo IAM no, io non ci capisco più niente.
    "Come spieghereste a un bambino che cos'è la felicità?" "Non glielo spiegherei. Gli darei un pallone per farlo giocare" D. Solle

  8. #18
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da LANNA Visualizza Messaggio
    Quando sembra di aver capito ecco che arrivano altri dubbi, vorrei avere conferma, e una risposta:

    1) socio amministratore di s.n.c. può prelevare dal c/c della società qualsiasi importo, sia per i propri utili sia per le spese, entro il limite del contante, della sociatà;

    2) socio non amministratore della s.n.c. può prelevare contanti dalla banca per il proprio utile entro il limite del contante o anche di più??
    1) per me no. L'amministratore preleva denaro che finisce in cassa, a quel punto diventa un'operazione cassa a X che è soggetta alla normativa del caso (anche se, avere un'opinione diversa da Iam non mi fa stare tranquillo )

    2) qui il no è più sicuro, a prescindere dall'importo. L'amministratore non socio non ritengo possa compiere movimenti finanziari, in quanto si tratta di operazioni non di sua competenza.
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  9. #19
    LANNA è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    954

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da shailendra Visualizza Messaggio
    .... io non ci capisco più niente.
    Neanche io QUOTO!!!
    Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa.
    Albert Einstein

  10. #20
    LANNA è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    954

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Niccolò Visualizza Messaggio
    1) per me no. L'amministratore preleva denaro che finisce in cassa, a quel punto diventa un'operazione cassa a X che è soggetta alla normativa del caso (anche se, avere un'opinione diversa da Iam non mi fa stare tranquillo )

    2) qui il no è più sicuro, a prescindere dall'importo. L'amministratore non socio non ritengo possa compiere movimenti finanziari, in quanto si tratta di operazioni non di sua competenza.
    il socio non amministratore forse? già sono confusa di mio
    Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa.
    Albert Einstein

Pagina 2 di 6 PrimaPrima 1 2 3 4 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Strani prelievi e versamenti per contanti
    Di La matta nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 13-12-12, 11:04 AM
  2. prelievo soci in contanti
    Di flv1973 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 19-09-12, 12:24 PM
  3. prelievo soci in contanti
    Di flv1973 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-09-12, 03:17 PM
  4. Prelievi soci
    Di ANATOJ nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 17-02-09, 12:04 PM
  5. prelievi soci in srl trasparente
    Di bea69 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 08-12-07, 06:43 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15