Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 19
Like Tree1Likes

Discussione: Detrazioni fiscali...quanti dubbi?

  1. #1
    sweet85 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    4

    Predefinito Detrazioni fiscali...quanti dubbi?

    Buongiorno!
    Mi avvicino in questi giorni al mondo delle detrazioni fiscali in quanto io ed il mio ragazzo stiamo iniziando la ristrutturazione di un appartamento.
    Ho alcune domande da porVi ma prima Vi descrivo la situazione per darVi un quadro un po’ più chiaro.
    L’appartamento è al 100% di proprietà del mio ragazzo dove ha anche la residenza, io per il momento vivo ancora a casa dei miei genitori.
    Non abbiamo nessuna intenzione di sposarci pertanto, finita la ristrutturazione andrò a vivere da Lui.
    A questo punto ero intenzionata a capire se in qualche maniera (forse stipulando un’contratto di comodato d’uso) riuscivo a detrarre una parte dei costi dalla mia dichiarazione dei redditi.
    Inoltre, mi sembra di capire che, nel caso riesca a detrarre una parte dei costi anch’io, alcune fatture possono essere intestate a me(es. arredi) e alcune al mio ragazzo (es. serramenti). Penso cmq che il massimo detraibile siano sempre i 48.000€ (96.000/2).
    Inoltre come faccio a capire che plafond di IRPEF ho per capire quanti soldi posso detrarre?
    Ringrazio tutti
    Ciao Martina

  2. #2
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Senza un contratto (comodato, affitto o matrimonio è indifferente) non hai diritti sull'immobile, quindi non ti spettano detrazioni.
    Per conoscere la capienza IRPEF devi sentire che ti segue nella dichiarazione dei redditi.
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  3. #3
    sweet85 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    4

    Predefinito

    Ok quindi posso stipulare un contratto di comodato d’uso gratuito anche se il mio ragazzo ha cmq la residenza/domicilio nello stesso appartamento?

    La dichiarazione dei redditi mi sono sempre arrangiata a farla perché per il momento avevo solo scontrini farmaci e spese mediche! Quindi avrei bisogno di capire come fare non essendo seguita a livello fiscale da nessuno studio.

  4. #4
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sweet85 Visualizza Messaggio
    Ok quindi posso stipulare un contratto di comodato d’uso gratuito anche se il mio ragazzo ha cmq la residenza/domicilio nello stesso appartamento?

    La dichiarazione dei redditi mi sono sempre arrangiata a farla perché per il momento avevo solo scontrini farmaci e spese mediche! Quindi avrei bisogno di capire come fare non essendo seguita a livello fiscale da nessuno studio.
    Il comodato devi redigerlo e registrarlo.
    Per la dichiarazione dei redditi, se vuoi proseguire da sola, non ti rimane che leggere le istruzioni che trovi sul sito dell'agenzia delle entrate.
    ergo3 likes this.
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  5. #5
    saga1417 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    3

    Predefinito

    Buongiorno a tutti, avrei bisogno di un chiarimento riguardo le detrazioni:
    il mio compagno ha preso un aspettativa non retribuita per sei mesi da gennaio 2014 a giugno 2014.
    In busta paga aveva assegni e detrazioni relativi a nostra figlia di 2 anni, visto che per sei mesi non percepiva nulla di tutto ciò abbiamo deciso per non perdere assegni di inserirla nella mia busta paga quindi da un mese mi sono state riconosciute le detrazioni e glòi assegni di mia figlia, il mio dubbio è capire quanto sia convenuto! nel momento in cui la sua dichiarazione dei redditi è più alta ed avrebbe avuto un peso maggiore.
    Mi scuso per la confusione ma veramente sono ignorante in materia e avrei bisogno di delucidazioni.
    Grazie
    Ultima modifica di saga1417; 05-03-14 alle 10:32 AM Motivo: riformulo domanda

  6. #6
    saga1417 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    3

    Predefinito

    Buongiorno ho un problema con le detrazioni.
    il mio compagno ha richiesto un aspettativa non retribuita per 6 mesi e nel frattempo sta tentando di avviare un garage .
    In busta paga aveva detrazioni ed assegni relativi a mia figlia di 2 anni.
    venuti a conoscienza che questi erano bloccati per tutta la durata dell aspettativa abbiamo deciso di farli mettere nella mia busta paga,
    quindi il mese scorso ho trovato le detrazioni in merito a mia figlia.
    mi chiedevo però se è stata un operazione giusta visto che la sua dichiarazione dei redditi è più alta rispetto alla mia che non ho nulla in mio possesso , abbiamo fatto bene? come avremmo potuto fare?
    ringrazio anticipatamente e mi scuso per la formulazione delle richieste caotica come i miei pensieri riguardo le detrazioni.

  7. #7
    saga1417 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    3

    Predefinito

    buongiornon qualcuno può rispondermi perfavore!!!grazie

  8. #8
    studiobasile è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    19

    Predefinito

    La Scelta è assolutamente legittima, non è legata a chi percepisce di più come stipendio. Ma è semplicemente una scelta che va operata dai contribuenti, a volte i coniugi decidono di applicare il 50 e 50 a volte invece il 100%, ma è una scelta che va studiata e maturata precedentemente.
    Nel tuo caso, a seguito di evento negativo a tuo marito, hai scelto di applicarle a te, è un Vostro diritto di famiglia, quindi puoi stare tranquilla.

  9. #9
    studiobasile è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    19

    Predefinito

    Possono beneficiare dell’agevolazione non solo i proprietari o i titolari di diritti reali sugli immobili per i quali si effettuano i lavori e che ne sostengono le spese, ma anche l'inquilino o il comodatario. In particolare, hanno diritto alla detrazione:

    il proprietario o il nudo proprietario
    il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
    l’inquilino o il comodatario
    i soci di cooperative divise e indivise
    i soci delle società semplici
    gli imprenditori individuali, solo per gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce.
    La detrazione spetta anche al familiare (coniuge, parenti entro il terzo grado, affini entro il secondo grado) convivente del possessore o detentore dell’immobile, purché sostenga le spese e le fatture e i bonifici risultino intestati a lui. L’agevolazione spetta anche se le abilitazioni comunali sono intestate al proprietario dell’immobile e non al familiare che beneficia della detrazione.

    La condizione di convivente o comodatario deve sussistere al momento dell’invio della comunicazione di inizio lavori.

    Per coloro che acquistano un immobile sul quale sono stati effettuati interventi che beneficiano della detrazione, le quote residue del "bonus" si trasferiscono automaticamente, a meno che non intervenga accordo diverso tra le parti.

    Ha diritto alla detrazione anche chi esegue i lavori in proprio, soltanto, però, per le spese di acquisto dei materiali utilizzati.

    per quanto concerne l'IRPEF, dovresti fare una proiezione con la documentazione in tuo possesso. E inserendo anche le previsioni di spesa per il lavori.

  10. #10
    sulufa10 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2014
    Messaggi
    5

    Predefinito fatturazione mista

    Citazione Originariamente Scritto da studiobasile Visualizza Messaggio
    Possono beneficiare dell’agevolazione non solo i proprietari o i titolari di diritti reali sugli immobili per i quali si effettuano i lavori e che ne sostengono le spese, ma anche l'inquilino o il comodatario. In particolare, hanno diritto alla detrazione:

    il proprietario o il nudo proprietario
    il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
    l’inquilino o il comodatario
    i soci di cooperative divise e indivise
    i soci delle società semplici
    gli imprenditori individuali, solo per gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce.
    La detrazione spetta anche al familiare (coniuge, parenti entro il terzo grado, affini entro il secondo grado) convivente del possessore o detentore dell’immobile, purché sostenga le spese e le fatture e i bonifici risultino intestati a lui. L’agevolazione spetta anche se le abilitazioni comunali sono intestate al proprietario dell’immobile e non al familiare che beneficia della detrazione.

    La condizione di convivente o comodatario deve sussistere al momento dell’invio della comunicazione di inizio lavori.

    Per coloro che acquistano un immobile sul quale sono stati effettuati interventi che beneficiano della detrazione, le quote residue del "bonus" si trasferiscono automaticamente, a meno che non intervenga accordo diverso tra le parti.

    Ha diritto alla detrazione anche chi esegue i lavori in proprio, soltanto, però, per le spese di acquisto dei materiali utilizzati.

    per quanto concerne l'IRPEF, dovresti fare una proiezione con la documentazione in tuo possesso. E inserendo anche le previsioni di spesa per il lavori.
    uongiorno, spero riusciate a togliermi questo dubbio.

    Ho affidato a una ditta tutto il lavoro di ristrutturazione. La ditta farà lavori ordinari e straordinari e in più la sostituzione infissi e caldaia.
    Visto che mi fattura per acconti e che poi avverrà la fattura a saldo, come faccio a pagare in maniera specifica e quindi con la giusta causale di bonifico l'importo relativo a gli infissi per poter richiedere la detrazione al 65 invece che al 50??

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. doppio lavoro, dubbi su detrazioni
    Di francescae nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 29-05-12, 04:32 PM
  2. co co co psicologi...enpap, quanti dubbi!
    Di IcaIca nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 02-04-10, 09:12 AM
  3. ecommerce indiretto dubbi fiscali
    Di computerland nel forum Altri argomenti
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 12-10-09, 10:19 AM
  4. dubbi su detrazioni auto e telefono
    Di annat nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 06-10-09, 10:53 AM
  5. Quanti Dubbi
    Di sgambalonga nel forum Manovre fiscali, legge stabilità e Finanziarie
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 03-10-07, 03:19 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15