Pagina 1 di 17 1 2 3 11 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 165
Like Tree19Likes

Discussione: Nuovo ipotetico regime dei minimi con imposta sostitutiva irpef al 15%

  1. #1
    Rewind è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    55

    Question Nuovo ipotetico regime dei minimi con imposta sostitutiva irpef al 15%

    Da un paio di giorni si vocifera di varie modifiche al regime di minimi ma ancora non si capisce se sarà più o meno vantaggioso... ne avete sentito parlare? Ecco i punti:

    Cito:
    "
    • applicazione di un’imposta sostitutiva di IRPEF e addizionali nella misura del 15%, invece di quella attuale al 5%;
    • un innalzamento della soglia massima dei ricavi dagli attuali 30.000 euro ai 55.000 euro, seppure con differenziazioni
    • settoriali che non è chiaro come saranno definite. Il Sole 24 Ore dice in base alla redditività dei settori (?)
    • un ampliamento del periodo di copertura dagli attuali primi 5 anni di attività ai primi 10 anni (su questo l’incertezza è ancora maggiore). Con il regime attuale è possibile superare i 5 anni solo entro i 35 anni di età, con quello previsto il periodo si allungherebbe per tutti.



    Dovrebbero restare inalterati gli altri vantaggi, ovvero:

    • l’esenzione dall’IRAP e dall’IVA,
    • l’esclusione dagli studi di settore,
    • la semplificazione burocratica, con la possibilità di evitare anche la spesa del commercialista;



    ma anche gli svantaggi:

    l’impossibilità di detrarre l’IVA sugli acquisti,
    la non applicabilità delle detrazioni IRPEF previste per il lavoro autonomo,
    l’indetraibilità dal reddito tassato con l’imposta sostitutiva degli “oneri detraibili”, ovvero interessi sui mutui, spese mediche e altri oneri come i figli a carico, e di quelli indeducibili, come i versamenti ad un fondo pensione ed altri."


    Fonte:
    » Regime dei minimi: il nuovo farà rimpiangere il vecchio? | ACTA l'associazione dei freelance

    Vedere anche:
    Per i minimi la nuova imposta del 15% - Il Sole 24 ORE

    Tralascio le riflessioni sull'aumento dell'irpef.. quello che mi chiedo è: ma in che modo verrà calcolata per ogni settore la soglia massima di ricavi, che va da 25.000 a 55.000 €? Si parla dei parametri del codice ATECO..ma come fanno a dire che magari un geometra guadagna più di un grafico freelance o viceversa? Mi sembra qualcosa di troppo arbitrario!
    La domanda può sembrare da profana, ma se qualcuno ne sa di più e vuole illuminarci con qualche riflessione, gliene sarei grata e non penso di essere l'unica

    Nel frattempo incrocio le dita.
    Saluti a tutti!

  2. #2
    bepizomon è online Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Treviglio (BG)
    Messaggi
    1,355

    Predefinito

    finché non vedo la pubblicazione in gazzetta ufficiale non li leggo nemmeno... già ci incasinano con tante "novità" se devo preoccuparmi pure di valutare i potrebbe, i forse, i chissà ... mah!
    c.t. likes this.

  3. #3
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bepizomon Visualizza Messaggio
    finché non vedo la pubblicazione in gazzetta ufficiale non li leggo nemmeno... già ci incasinano con tante "novità" se devo preoccuparmi pure di valutare i potrebbe, i forse, i chissà ... mah!
    Esattamente il mio stesso pensiero.
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  4. #4
    Rewind è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    55

    Predefinito

    Ma io sono d'accordo con voi, non sono un'allarmista, esprimevo solo le mie perplessità su questo ipotetico cambiamento, a mo' di "titolo di cronaca", non di certo per parlare di aria fritta. Dato che non mi pare di aver visto nulla su questo sito, pensavo di segnalare la cosa se a qualcuno fosse sfuggito e fosse interessato a seguire gli eventuali sviluppi futuri (se la discussione appare inutile, i moderatori possono anche cancellarla, mea culpa).

    Infine, ognuno ha le sue opinioni, no? Io preferisco tenere d'occhio anche le ipotesi ed eventualmente iniziare a valutare possibili alternative in base alla mia situazione, anziché vedermi piombare addosso una riforma tra capo e collo di cui non so quasi nulla solo perché "era inutile parlarne prima che venisse pubblicata in via ufficiale".

    Un saluto a voi (saluto rinnovato per Danilo!)

  5. #5
    bepizomon è online Senior Member
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    Treviglio (BG)
    Messaggi
    1,355

    Predefinito

    per esperienza passata ti posso dire che piombano sempre tra capo e collo a tutti. anche a chi le ha scritte certe norme, tant'è che dopo la pubblicazione in G.U. si va avanti mesi (ma pure anni) con chiarimenti ufficiali per sciogliere dubbi e sistemare errori.
    Cmq se alzano il limite da 30 a 55, l'aliquota del 15% è sicuramente invitante per chi non ha molta iva detraibile sugli acquisti.

  6. #6
    provapegaso@libero.it è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    29

    Predefinito

    salve a tutti, approfitto della discussione per fare una domanda forse ingenua: l'applicazione di una eventuale riforma sarà retroattiva? Cioè chi è già sottoposto al regime dei minimi al 5% si vedrà innalzata l'aliquota al 15%? Lo chiedo perche' sono in dubbio se aprire subito la partita iva o aspettare l'anno nuovo, magari "rischiando" che entri nel frattempo in vigore la riforma. Se l'applicazione di tale riforma sarà retroattiva ovviamente il problema non si pone.

  7. #7
    La matta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Imperia
    Messaggi
    3,345

    Predefinito

    Dubito che perfino i nostri decretolegisti/legislatori possano arrivare a cambiare l'aliquota delle imposte per l'anno in corso.
    Sayonara aoki hibi yo!
    Sarò pure un Senior Member, ma seppur con tanti anni di anzianità, sono solo un'impiegata: quello che dico è da prendersi con le molle e ben più di un grano di sale. Sempre!

  8. #8
    provapegaso@libero.it è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    29

    Predefinito

    lo dubitavo anche io, ma hanno dimostrato negli anni di essere capaci di tutto...quindi mi converrebbe aprire subito la p.iva con i minimi, "aggiudicandomi" il 5% per i prossimi anni riforma o non riforma, tanto avendo io ora 31 anni non perderei nemmeno un anno di agevolazione, visto che anche aprendola l'anno prossimo (ovvero nel 32esimo anno di vita) le agevolazioni scadrebbero in ogni caso quando avro' 35 anni. E' un ragionamento corretto il mio?
    Grazie in anticipo!

  9. #9
    La matta è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Imperia
    Messaggi
    3,345

    Predefinito

    Il 5% varrebbe sicuramente per il 2014, certo non per i prossimi anni se dovessero cambiare il regime per esempio dal 2015. Non è che aprire la partita iva oggi che c'è il 5% ti metta al sicuro da successivi cambiamenti. Tant'è vero che il regime è già cambiato una volta e c'è chi si è trovato fuori da un anno all'altro senza remissione.

    Le agevolazioni, comunque, se il regime non cambiasse, durerebbero almeno per 5 anni, indipendentemente dall'età. E' solo dopo il 5^ anno che si può continuare solo se si è under 35. Con la legge di adesso. Ma se parlano di cambiare, prima o poi lo faranno. Non c'è sicurezza assoluta: potrebbero cambiare i requisiti d'accesso o di permanenza, l'hanno già fatto una volta, quasi sicuramente aumenteranno l'aliquota, ma solo dall'anno successivo alla legge. E chi si trovasse fuori parametri o senza eventuali nuovi requisiti... fuori dall'anno dopo. Come è già successo. Per contro, magari potrebbero entrare nel regime altri che prima erano esclusi. Tutto molto aleatorio, per questo si dice che è inutile cercare di prevedere.
    Però, considerando che il regime al momento è a tempo e dura solo 5 anni "fiscali", a meno che non sia proprio necessario ci penserei bene ad iniziare l'attività negli ultimi mesi dell'anno: il 2014 varrebbe comunque come un anno intero.
    Ultima modifica di La matta; 07-10-14 alle 09:00 PM
    Sayonara aoki hibi yo!
    Sarò pure un Senior Member, ma seppur con tanti anni di anzianità, sono solo un'impiegata: quello che dico è da prendersi con le molle e ben più di un grano di sale. Sempre!

  10. #10
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Non mi stupirei se avesse effetto retroattivo.
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

Pagina 1 di 17 1 2 3 11 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Modello 730 IRPEF o Imposta sostitutiva del 10%?
    Di rampan980 nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 19-04-14, 03:17 AM
  2. irpef ed imposta sostitutiva
    Di vincenzo.mina nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-08-12, 10:38 AM
  3. Compensazione IMU con credito da imposta sostitutiva regime minimi
    Di factotum nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 13-06-12, 09:42 AM
  4. acconto Imposta sostitutiva irpef N.I.P.
    Di marcodellinoci nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 06-07-11, 08:47 AM
  5. Imposta sostitutiva riv. Tfr per nuovo assunto.
    Di michelin nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 10-12-08, 08:32 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15