Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Rottamazione Bis & Ter

  1. #1
    Valentino70 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    38

    Predefinito Rottamazione Bis & Ter

    Un cliente ha richiesto adesione definizione agevolata Rottamazione Bis con invio modulo telematico in data 26 aprile 2018 a cui l'Agenzia Entrate e Riscossione ha riposto accettando la richiesta di definizione e inviando il piano di rateizzazione in 5 rate di cui la 1° 31 luglio 2018 e ultima 28 febbraio 2019.
    Il cliente per insorti problemi di liquidità non ha versato NESSUNA delle suddette rate, decadendo di fatto dalla agevolazione Bis.
    Può ora per le stesse cartelle richiedere entro aprile 2019 l'adesione alla nuova rottamazione Ter ??

    Grazie mille

  2. #2
    paolab è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    3,605

    Predefinito

    Non ho seguito questa situazione ma trovi qui: Rottamazione ter e precedenti definizioni: come e chi ritorna “in gioco”
    https://www.commercialistatelematico...finizioni.html

  3. #3
    Valentino70 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    38

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da paolab Visualizza Messaggio
    Non ho seguito questa situazione ma trovi qui: Rottamazione ter e precedenti definizioni: come e chi ritorna “in gioco”
    https://www.commercialistatelematico...finizioni.html
    Grazie mille per l'indicazione. Ho letto ma sinceramente non mi è molto chiaro.
    In uno stralcio si legge :
    La novità più importante, tuttavia, riguarda il differimento al 7 dicembre 2018 delle rate di luglio, settembre e ottobre, per coloro i quali avevano aderito alla rottamazione bis

    e ancora :
    Orbene, le rate di luglio, settembre ed ottobre sono differite al 7 dicembre 2018, e i contribuenti potranno proseguire automaticamente con il versamento delle restanti somme in dieci rate consecutive di pari importo, con scadenza il 31 luglio e il 30 novembre di ciascun anno sulle quali, a decorrere dal 2019, saranno dovuti, dal 1° agosto 2019, gli interessi al tasso dello 0,3% annuo.
    Non si riesce a capire se per aderire bisognerebbe versare le prime tre rate al 7 dicembre e poi proseguire con la maggiore dilazione, posto che nel caso del mio cliente il sopravvenuto stralcio di alcune cartelle sotto i 1.000 € (come da nuova normativa) , comprese nella domanda di definizione agevolata bis che poi non è stata regolarizzata col pagamento, di fatto riduce tutto l'importo della rateizzazione.

  4. #4
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    854

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Valentino70 Visualizza Messaggio
    Grazie mille per l'indicazione. Ho letto ma sinceramente non mi è molto chiaro.
    In uno stralcio si legge :
    La novità più importante, tuttavia, riguarda il differimento al 7 dicembre 2018 delle rate di luglio, settembre e ottobre, per coloro i quali avevano aderito alla rottamazione bis

    e ancora :
    Orbene, le rate di luglio, settembre ed ottobre sono differite al 7 dicembre 2018, e i contribuenti potranno proseguire automaticamente con il versamento delle restanti somme in dieci rate consecutive di pari importo, con scadenza il 31 luglio e il 30 novembre di ciascun anno sulle quali, a decorrere dal 2019, saranno dovuti, dal 1° agosto 2019, gli interessi al tasso dello 0,3% annuo.
    Non si riesce a capire se per aderire bisognerebbe versare le prime tre rate al 7 dicembre e poi proseguire con la maggiore dilazione, posto che nel caso del mio cliente il sopravvenuto stralcio di alcune cartelle sotto i 1.000 € (come da nuova normativa) , comprese nella domanda di definizione agevolata bis che poi non è stata regolarizzata col pagamento, di fatto riduce tutto l'importo della rateizzazione.
    Credo che l'articolo in questione andasse letto con un po' più di calma.
    In primo luogo, viene specificato che la norma si apre con una clausola di salvezza per i carichi oggetto di stralcio (Si legge infatti "La norma si apre con una clausola di salvezza riguardante i debiti che rientrano nello stralcio delle somme fino a mille euro affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2010 che, pertanto, potranno essere detratti dall’importo dovuto, anche nei casi riguardanti la rottamazione ex decreto-legge 16 ottobre 2017, n. 148.").
    Inoltre, nel riportare l'articolo è stata omessa la parte che riguardava la precedente rateizzazione che fa da raccordo tra i due periodi citati.
    Si legge infatti "La novità più importante, tuttavia, riguarda il differimento al 7 dicembre 2018 delle rate di luglio, settembre e ottobre, per coloro i quali avevano aderito alla rottamazione bis ovvero quelli che non avevano aderito alla prima definizione, ed hanno poi definito le posizioni relative al periodo 2000-2016, nonché coloro i quali hanno rottamato i carichi affidati dal 1 gennaio al 30 settembre 2017.
    Essi avevano la possibilità di pagare il tutto entro il rateizzare gli importi in massimo 5 rate, di cui le prime due scadute a luglio e settembre 2018, la terza in scadenza ad ottobre 2018, mentre le restanti due avrebbero dovuto avere scadenza a novembre 2018 e febbraio 2019.
    Orbene, le rate di luglio, settembre ed ottobre sono differite al 7 dicembre 2018, e i contribuenti potranno proseguire automaticamente con il versamento delle restanti somme in dieci rate consecutive di pari importo, con scadenza il 31 luglio e il 30 novembre di ciascun anno sulle quali, a decorrere dal 2019, saranno dovuti, dal 1° agosto 2019, gli interessi al tasso dello 0,3 % annuo."
    Nell'articolo sono state appositamente indicate le singole scadenze, evidenziando il differimento al 7 dicembre delle due rate scadute e di quella in scadenza, spiegando che, come da norma, i contribuenti potranno poi proseguire automaticamente con i versamenti delle restanti somme in dieci rate.
    Nell'articolo si è volutamente usato il termine automaticamente, in aderenza con la norma, che specifica che in questi casi, vi è il differimento in automatico per quello che riguarda le restanti somme.
    Di seguito, viene evidenziata l'altra ipotesi di differimento al 7 dicembre, quella riguardante i piani di dilazione, specificando poi che
    "In tutti questi casi, sarà l’agente della riscossione che trasmetterà, entro il 30 giugno 2019, una apposita comunicazione, nonché i bollettini precompilati per eseguire il versamento delle ulteriori rate rideterminate."
    Rimango a disposizione per ogni ulteriore chiarimento in merito.
    Valeria Nicoletti

  5. #5
    L'avatar di roby
    roby è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Rimini, Italy
    Messaggi
    2,156

    Predefinito

    Grazie Valeria!

Discussioni Simili

  1. Rottamazione frigorifero
    Di Eliogaba nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-06-13, 05:47 PM
  2. Documenti per rottamazione
    Di Silvan nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 20-03-09, 02:56 PM
  3. Rottamazione Materiale
    Di Danilo_01 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09-03-09, 12:01 PM
  4. Incentivi rottamazione
    Di Danix nel forum AUTO E AUTOCARRI
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 06-03-09, 11:27 PM
  5. contributo rottamazione
    Di Manu nel forum AUTO E AUTOCARRI
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 17-12-08, 08:06 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15