Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Regime forfetario per ex amministratore srl non socio

  1. #1
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    231

    Predefinito Regime forfetario per ex amministratore srl non socio

    Buongiorno, come sappiamo tra le principali novità, la Legge di Bilancio 2019 prevede il divieto di accesso al regime forfettario per i titolari di partita IVA che percepiscono compensi da soggetti dai quali hanno percepito redditi da lavoro dipendente nei due anni precedenti o da soggetti agli stessi direttamente o indirettamente riconducibili.

    Detto questo, un amministratore di srl non socio che ha dato le dimissioni a fine anno, può nel 2019 aprire la partita iva con il regime forfetario?

    E se sì, può fatturare anche alla Srl di cui era amministratore?

    Grazie!

  2. #2
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    7,776

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da URBIS ET ORBIS Visualizza Messaggio
    Buongiorno, come sappiamo tra le principali novità, la Legge di Bilancio 2019 prevede il divieto di accesso al regime forfettario per i titolari di partita IVA che percepiscono compensi da soggetti dai quali hanno percepito redditi da lavoro dipendente nei due anni precedenti o da soggetti agli stessi direttamente o indirettamente riconducibili.

    Detto questo, un amministratore di srl non socio che ha dato le dimissioni a fine anno, può nel 2019 aprire la partita iva con il regime forfetario?

    E se sì, può fatturare anche alla Srl di cui era amministratore?

    Grazie!
    Il testo della norma che va preso in considerazione che va ad integrare con la lett. d-bis il comma 57 della L. 190/2014 é il seguente:

    d-bis) le persone fisiche la cui attività sia esercitata prevalentemente nei confronti di datori di lavoro con i quali sono in
    corso rapporti di lavoro o erano intercorsi rapporti di lavoro nei due precedenti periodi d’imposta, ovvero nei confronti di
    soggetti direttamente o indirettamente riconducibili ai suddetti datori di lavoro »

    Ora a ben vedere per stabilire se si puó accedere oppure no al regime forfetario con il limite di ricavi esteso a 65 mila euro, occorre stabilire se il rapporto di collaborazione coordinata e continuativa (tipico dei rapporti di amministratori di societá) configuri un rapporto con un ex datore di lavoro, fatto che impedirebbe all'accesso al regime agevolato.

    La risposta in questo caso non puó che essere positiva posto che il reddito percepito in qualitá di amministratore é qualificabile come reddito assimilato al reddito di lavoro dipendente ex art. 50 del TUIR, sottoposto al medesimo regime di tassazione del reddito di lavoro dipendente.

    Quindi, in presenza di questi redditi l'accesso al regime forfetario non é consentito per la stessa ragione per la quale l'accesso non é consentito all'ex lavoratore dipendente che voglia proseguire il suo rapporto di lavoro con un ex datore di lavoro per cosí dire "a fattura" , poiché la trasformazione del tipo di rapporto di lavoro permetterebbe di conseguire un risparmio fiscale (si passerebbe dalla tassazione progressiva ad una tassazione fissa) che diversamente non si potrebbe conseguire.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  3. #3
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    231

    Predefinito

    Dott. La Rocca La ringrazio...
    Ma la domanda successiva mi sorge spontanea: e se fattura a soggetti diversi dall'ex datore di lavoro? (cioè si mette in proprio?)

  4. #4
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    7,776

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da URBIS ET ORBIS Visualizza Messaggio
    Dott. La Rocca La ringrazio...
    Ma la domanda successiva mi sorge spontanea: e se fattura a soggetti diversi dall'ex datore di lavoro? (cioè si mette in proprio?)
    Solo mantenendo un rapporto verso un ex datore di lavoro non prevalente si potrebbe accedere al forfait. Ad esempio, a se parto con un cliente che non é un ex datore fatturando 5.000 e altri 5.000 in un secondo momento li fatturo ad un mio ex datore non c’è prevalenza quindi il regime forfetario può essere mantenuto. La prevalenza,a mio giudizio, si misura in termini di ricavi.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

Discussioni Simili

  1. Forfetario e socio srl trasparente
    Di ivan nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 20-10-17, 11:03 PM
  2. socio di società inattiva e regime forfetario 2016
    Di ROBERTO5096 nel forum Manovre fiscali, legge stabilità e Finanziarie
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 23-08-16, 10:18 AM
  3. regime minimi 5% e socio amministratore SRL
    Di albetony77 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 29-10-14, 05:55 PM
  4. nuovo regime dei minimi e socio amministratore di srl
    Di GIOVANNI5507 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29-09-11, 11:20 AM
  5. Rimborso forfetario amministratore
    Di marco.M nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19-12-07, 08:11 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15