Mi sembra pacifico il fatto che l'acquisto di beni ammortizzabili NEL CORSO del periodo in cui si applica il regime forfettario, non goda di alcun beneficio fiscale in termini di imposte dirette e indirette all'atto del passaggio ad un regime ordinario di determinazione dell'IVA e di applicazione dell'IRPEF, nel senso che una volta in regime, poniamo, semplificato non è possibile computare quote di ammortamento ai fini del calcolo del reddito imponibile.
Mi chiedevo, dandomi una risposta positiva, se tale svantaggio potesse essere evitato, almeno parzialmente, ricorrendo ad una qualche soluzione alternativa quale ad esempio il leasing o il noleggio a lungo termine. Il timore è che sia attribuita rilevanza al momento in cui il contratto sia stato firmato e che i canoni addebitati dopo il passaggio al regime semplificato siano gravati del "peccato originale" derivante dal titolo, sorto appunto in epoca di applicazione del regime forfettario.
Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione.