Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Fattura elettronica esclusi i forfettari

  1. #1
    PAOLA CA è offline Member
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    193

    Predefinito Fattura elettronica esclusi i forfettari

    Mi pongo un problema, il contribuente forfettario escluso dalla fattura elettronica, riceve dai fornitori le fatture elettroniche, invece continua a fare la fattura cartacea e la può consegnare a mano?

  2. #2
    LONGBOARD è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    60

    Predefinito

    Le fatture emesse , stante l'esenzione dalla fattura elettronica verranno emesse in formato analogico. L'obbligo permane per quelle emesse nei confronti della pubblica Amministrazione.
    Per quanto riguarda quelle ricevute consiglierei di inviare una comunicazione ai propri fornitori chiedendo espressamente l'invio anche di una copia cartacea conforme a quella elettronica alla cui emissione gli stessi potrebbero essere obbligati.
    La conservazione a norma delle fatture elettroniche ricevute non è obbligatorio se nelle stesse è indicato il codice destinario pari a sette volte 0. In sintesi i soggetti forfettari sono equiparati ai privati.
    L'interpretazione della Agenzia delle Entrate che imporrebbe invece l'obbligo di conservazione elettronica a norma delle fatture ricevute se nelle stesse risulti indicato un indirizzo pec (o codice destinatario )appare assurdo.
    La possibilità dell'indicazione della pec nel corpo delle fatture ricevute appare infatti del tutto svincolato dalla volontà del ricevente.(Qualche difficoltà in più si intravede nell'individuare il codice destinatario eventualmente ottenuto contrattualmente con software house)
    La semplice ricerca dell'indirizzo di posta elettronica certificata sul sito pubblico Inipec consente a qualsiasi fornitore di venirne a conoscenza e nulla vieta che quest'ultimo la indichi in fattura. La conseguenza estrema sarebbe quella di obbligare un soggetto forfettario potenzialmente esonerato a dover provvedere contro la propria volontà alla conservazione a norma.....

  3. #3
    LONGBOARD è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    60

    Predefinito

    La platea degli esclusi dall'obbligo della fatturazione elettronica si ampia con l'inclusione dei soggetti che trasmettono i dati al sistema Tessera sanitaria nonchè di altri soggetti forfettari come gli enti rientranti nella disciplina della legge 398/91. Questi ultimi se con ricavi percepiti nel 2018 inferiori a 65.000 euro annui saranno esonerati dal regime di fatturazione elettronica.
    Ma il bello è che il legislatore non ha ritenuto estendere tale agevolazione con le stesse modalità degli altri soggetti forfettari o minimi.
    Con il comma 2 dell'art. 10 della legge di conversione ha creato un meccanismo del tutto peculiare in merito alla fatturazione. Per quanto riguarda le prestazioni di sponsorizzazione e pubblicità ha previsto un regime di accollo degli obblighi di fatturazione e registrazione a carico dei soggetti fruitori di tali spese .
    Gli obblighi di fatturazione, a prescindere dal superamento o meno del limite dei 65000 euro , sono a carico dei "cessionari" ( al proposito si evidenzia l'infelice scelta terminologica di cessionari anzichè committenti). Quindi si dovrebbe ritenere che gli obblighi di fatturazione (cartacea) per i soggetti alla legge 398/91 debbano essere adempiuti dai committenti, i quali dopo avere emesso le fatture dovrebbero consegnarle agli enti non commerciali per permettere loro di versare l'iva in maniera forfettaria. C'è chi ipotizza che in tal caso le fatture (autofatture simili a quelle dell'agricoltura) dovrebbero essere elettroniche, ma letteralmente il comma citato parla di adempimento di obblighi posti a carico dei soggetti forfettari, che quindi essendo esonerati dalla fatturazione elettronica non possono che essere quelli di emissione analogica.
    L'intento sottostante pare forse quello di non perdere il tracciamento di tali operazioni di sponsorizzazione, che stante l'esonero concesso e la cessazione dello spesometro sembra sparire nel nulla. L'articolo di legge andava però in tal caso formulato diversamente....
    Per i soggetti forfettari di cui trattasi il superamento dei 65.000 euro annui determina invece per tutte le operazioni (non quindi solo per sponsorizzazioni e pubblicità) l'obbligo di fatturazione elettronica con traslazione degli obblighi in capo ai committenti.
    Come al solito pessima qualità nell'elaborazione del dettato normativo.

  4. #4
    paolab è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    3,511

    Predefinito

    Se ne parla in questo mini-video, di libero accesso per tutti... dura pochi minuti, consigliato: https://www.commercialistatelematico...e-quesiti.html

  5. #5
    LONGBOARD è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    60

    Predefinito

    Un sano ravvedimento normativo.....il comma 2 dell'art. 10 è sparito....Quindi non più traslazione di obblighi di fatturazione e registrazione per i "cessionari" invero assai contorti e mal formulati.
    Rimane peraltro l'obbligo per chi supera la soglia dei 65.000 euro annui.
    Mi chiedo chi adempia a tale obbligo se il destinatario sia anch'esso in regime di esonero perchè ad esempio forfettario o soggetto a 398/91....
    Ultima modifica di LONGBOARD; 27-12-18 alle 06:07 AM

  6. #6
    Studiopa è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    14

    Predefinito

    Scusate, ma mi sembrano esonerate solo le ASD (con fatturato inferiore ai 65000) e non tutte le associazioni in 398, quindi le culturali sono obbligati, confermate?

  7. #7
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    7,766

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Studiopa Visualizza Messaggio
    Scusate, ma mi sembrano esonerate solo le ASD (con fatturato inferiore ai 65000) e non tutte le associazioni in 398, quindi le culturali sono obbligati, confermate?
    La.norma va interpretata nel senso che l'applicabilità della 398, indipendentemente dall'oggetto associativo, rende obbligatoria l'adozione dell'inversione contabile per le prestazioni rese dall'associazione over 65.000 euro di ricavi.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

Discussioni Simili

  1. fattura per contribuenti forfettari o regime dei minimi
    Di adry7411 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 01-12-18, 09:17 AM
  2. Fatturazione elettronica forfettari
    Di tabs nel forum Altri argomenti
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 09-11-18, 03:18 PM
  3. Forfettari ed esenzione fattura elettronica.
    Di BRICIOLA nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27-10-18, 12:22 AM
  4. fatturazione elettronica per i minimi, forfettari o aziende agricole agevolate
    Di adry7411 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 23-10-18, 04:37 PM
  5. Fattura elettronica - Programma gratis per la compilazione delle fatture elettronica
    Di ONAGAP nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 04-12-15, 11:57 AM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15