Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: richiesta sentenza

  1. #1
    pettirosso è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    684

    Predefinito richiesta sentenza

    potreste incollarmi o inviarmi privatamente questa sentenza?

    C.T.P. di Mantova, Sez. V, Sentenza dell’8/07/2005


    oppure se potete darmi gli estemi di altre sentenze che abbiano a che fare con l'esclusione dagli studi di settore per il titolare che versa in uno stato di salute precario

    grazie
    Ultima modifica di pettirosso; 26-02-09 alle 10:38 AM

  2. #2
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pettirosso Visualizza Messaggio
    potreste incollarmi o inviarmi privatamente questa sentenza?

    C.T.P. di Mantova, Sez. V, Sentenza dell’8/07/2005

    oppure se potete darmi gli estemi di altre sentenze che abbiano a che fare con l'esclusione dagli studi di settore per il titolare che versa in uno stato di salute precario

    grazie
    Io non fonderei un ricorso su una sentenza della CTP.
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  3. #3
    M@pperò è offline Member
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    FACEBOOK
    Messaggi
    195

    Predefinito

    Accertamento sulla base degli studi di settore ex art. 62-bis, D.L. n. 331/1993. Diminuita capacità lavorativa per gravi motivi di salute. Causa per giustificare la non congruità in base agli studi di settore. Certificato medico antecedente all'anno accertato. Insufficienza.

    Oggetto della domanda e Svolgimento del processo

    A.R., residente a Viadana (MN), ha opposto tempestivo ricorso avverso l'avviso di accertamento riguardanti imposta IRPEF per l'anno 1999, emessa dall'Agenzia delle Entrate ufficio di Suzzara. Il ricorrente ha fatto istanza di discussione pubblica.

    L'accertamento si basa sul fatto che i redditi dichiarati non sono congrui con gli studi di settore applicabili all'attività svolta dal ricorrente, studi di cui all'art. 62-bis del D.L. 331/93, convertito dalla L. 427/93.

    A seguito dei contraddittori instaurati l'Ufficio ha adeguato il risultato degli studi alla particolare situazione dell'impresa, rettificando i ricavi dichiarati da Euro 68.629,89 a Euro 84.709,77 applicando tutte le relative nuove imposte, sanzioni ed interessi.

    II ricorrente fa presente che il reddito dichiarato è esatto.

    La rettifica non si basa su prove certe, gravi e concordanti né su controlli contabili ma solo sugli studi di settore non determinanti.

    II contribuente, per gravi motivi di salute (pensionato INAIL), si deve avvalere di addetti qualificati e non può lavorare direttamente.

    La buona fede è dimostrata dalla mancanza di patrimonio al di là del ricavato del suo lavoro.

    Chiede l'annullamento dell'accertamento.

    L'Ufficio si costituisce ritualmente in giudizio sostenendo che trattandosi di accertamento induttivo ricade sul contribuente l'onere di dimostrare l'infondatezza del maggior reddito accertato ciò che non è avvenuto in contraddittorio e in ricorso.

    Il certificato sullo stato di salute è del 1972 e non può dimostrare le condizioni di salute.

    Chiede il rigetto del ricorso con vittoria delle spese.

    Motivi della decisione

    La lagnanza del ricorrente non merita accoglimento.

    In effetti la rideterminazione del reddito effettuata sulla base dell'applicazione degli studi di settore non impedisce al contribuente di dimostrare che egli correttamente ha dichiarato un reddito inferiore per circostanze e fatti precisi e verificabili.

    Nel caso in esame la parte ricorrente ha solamente contestato l'operato dell'Ufficio senza addurre motivi contrari allo stesso se non portando a scusante dei presunti gravi motivi di salute comprovati però da una certificazione assolutamente molto antecedente all'anno in esame.

    Anche nel processo verbale stilato a seguito dell'invito al contraddittorio del 29 gennaio 2004, il ricorrente non ha voluto o potuto opporre valide giustificazioni limitandosi a dichiarare di volersi avvalere del condono.

    Sussistono motivi per compensare le spese di giudizio.

    P.Q.M.

    La Commissione respinge il ricorso. Compensa le spese.

  4. #4
    pettirosso è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    684

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da M@pperò Visualizza Messaggio
    Accertamento sulla base degli studi di settore ex art. 62-bis, D.L. n. 331/1993. Diminuita capacità lavorativa per gravi motivi di salute. Causa per giustificare la non congruità in base agli studi di settore. Certificato medico antecedente all'anno accertato. Insufficienza.


    P.Q.M.

    La Commissione respinge il ricorso. Compensa le spese.
    ti ringrazio

  5. #5
    kennedy08 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    847

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da M@pperò Visualizza Messaggio
    Accertamento sulla base degli studi di settore ex art. 62-bis, D.L. n. 331/1993. Diminuita capacità lavorativa per gravi motivi di salute. Causa per giustificare la non congruità in base agli studi di settore. Certificato medico antecedente all'anno accertato. Insufficienza.

    Oggetto della domanda e Svolgimento del processo

    A.R., residente a Viadana (MN), ha opposto tempestivo ricorso avverso l'avviso di accertamento riguardanti imposta IRPEF per l'anno 1999, emessa dall'Agenzia delle Entrate ufficio di Suzzara. Il ricorrente ha fatto istanza di discussione pubblica.

    L'accertamento si basa sul fatto che i redditi dichiarati non sono congrui con gli studi di settore applicabili all'attività svolta dal ricorrente, studi di cui all'art. 62-bis del D.L. 331/93, convertito dalla L. 427/93.

    A seguito dei contraddittori instaurati l'Ufficio ha adeguato il risultato degli studi alla particolare situazione dell'impresa, rettificando i ricavi dichiarati da Euro 68.629,89 a Euro 84.709,77 applicando tutte le relative nuove imposte, sanzioni ed interessi.

    II ricorrente fa presente che il reddito dichiarato è esatto.

    La rettifica non si basa su prove certe, gravi e concordanti né su controlli contabili ma solo sugli studi di settore non determinanti.

    II contribuente, per gravi motivi di salute (pensionato INAIL), si deve avvalere di addetti qualificati e non può lavorare direttamente.La buona fede è dimostrata dalla mancanza di patrimonio al di là del ricavato del suo lavoro.

    Chiede l'annullamento dell'accertamento.

    L'Ufficio si costituisce ritualmente in giudizio sostenendo che trattandosi di accertamento induttivo ricade sul contribuente l'onere di dimostrare l'infondatezza del maggior reddito accertato ciò che non è avvenuto in contraddittorio e in ricorso.

    Il certificato sullo stato di salute è del 1972 e non può dimostrare le condizioni di salute.

    Chiede il rigetto del ricorso con vittoria delle spese.

    Motivi della decisione

    La lagnanza del ricorrente non merita accoglimento.

    In effetti la rideterminazione del reddito effettuata sulla base dell'applicazione degli studi di settore non impedisce al contribuente di dimostrare che egli correttamente ha dichiarato un reddito inferiore per circostanze e fatti precisi e verificabili.

    Nel caso in esame la parte ricorrente ha solamente contestato l'operato dell'Ufficio senza addurre motivi contrari allo stesso se non portando a scusante dei presunti gravi motivi di salute comprovati però da una certificazione assolutamente molto antecedente all'anno in esame.Anche nel processo verbale stilato a seguito dell'invito al contraddittorio del 29 gennaio 2004, il ricorrente non ha voluto o potuto opporre valide giustificazioni limitandosi a dichiarare di volersi avvalere del condono.

    Sussistono motivi per compensare le spese di giudizio.

    P.Q.M.

    La Commissione respinge il ricorso. Compensa le spese.


    Assurdo!

    Ma se era un pensionato Inail perdurava lo stato di infermita' fisica, anzi c'era una vera e propria invalidita'.
    Le streghe hanno smesso di esistere quando noi abbiamo smesso di bruciarle.
    Voltaire

Discussioni Simili

  1. Notifica sentenza
    Di revisor nel forum Contenzioso tributario
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 04-08-12, 09:38 AM
  2. Richiesta motivazioni sentenza - Rimborso IRAP respinto
    Di David2006 nel forum Contenzioso tributario
    Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 08-02-12, 12:37 PM
  3. sentenza
    Di SPICCHIO nel forum Contenzioso tributario
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 21-12-09, 03:36 PM
  4. richiesta sentenza
    Di pettirosso nel forum Contenzioso tributario
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 26-02-09, 11:30 AM
  5. sentenza CTR
    Di f.p nel forum Altri argomenti
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 24-06-08, 06:18 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15