Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: studio di settore medico anestetista

  1. #1
    alessia Ŕ offline Member
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    85

    Predefinito studio di settore medico anestetista

    buongiorno,
    un medico anestetista riceve compensi per guardie mediche, assistenza in radiologia o in artroscopie, in cliniche private, ogni guardia medica Ŕ di 12 ore a prescindere dagli interventi effettuati, a volte va a gettone presenza a volte a paga oraria che varia se giorni feriali o festivi o notturni;
    come calcolereste il numero delle prestazioni effettuate? io ho pensato ogni volta che fa una guardia o un gettone presenza, ma sono talmente diversi i compensi che secondo me non Ŕ corretto, infatti l'esito richiede circa il doppio dei compensi dichiarati, nel caso specifico esito totalmente fuori dal reale.

  2. #2
    La matta Ŕ offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    LocalitÓ
    Imperia
    Messaggi
    3,296

    Predefinito

    Non saprei che dire. E non mi sembra un caso che gli SdS dei professionisti, lÓ dove sono valutati "a prestazione", raggiungano spesso se non sempre risultati esorbitanti. Delle due l'una: o tutti evadono - e nei casi specifici che seguo NON Ŕ cosý - oppure i nostri governanti, abituati ai loro pingui emolumenti, si sono fatti un'idea un po' troppo esagerata su quanto effettivamente si riscuota nel campo...
    Sayonara aoki hibi yo!
    Sar˛ pure un Senior Member, ma seppur con tanti anni di anzianitÓ, sono solo un'impiegata: quello che dico Ŕ da prendersi con le molle e ben pi¨ di un grano di sale. Sempre!

  3. #3
    alessia Ŕ offline Member
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    85

    Predefinito

    Infatti,
    Ŕ una cosa non da poco, assumersi la responsabilitÓ di inviare uno studio con un responso totalmente sballato,
    nel caso ci sarebbero tutti gli strumenti per difendersi, ma qui non si capisce cosa sia corretto mettere..

  4. #4
    Enrico Larocca Ŕ offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    LocalitÓ
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,181

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da alessia Visualizza Messaggio
    buongiorno,
    un medico anestetista riceve compensi per guardie mediche, assistenza in radiologia o in artroscopie, in cliniche private, ogni guardia medica Ŕ di 12 ore a prescindere dagli interventi effettuati, a volte va a gettone presenza a volte a paga oraria che varia se giorni feriali o festivi o notturni;
    come calcolereste il numero delle prestazioni effettuate? io ho pensato ogni volta che fa una guardia o un gettone presenza, ma sono talmente diversi i compensi che secondo me non Ŕ corretto, infatti l'esito richiede circa il doppio dei compensi dichiarati, nel caso specifico esito totalmente fuori dal reale.
    Io metterei il numero dei committenti se parliamo del quadro D, perchŔ il rapporto va considerato in modo unitario rispetto allo stesso committente (clinica) indipendentemente dalle modalitÓ di espletamento della prestazione. Lo considerei come attivitÓ di consulenza.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno Ŕ artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  5. #5
    alessia Ŕ offline Member
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    85

    Predefinito

    Ho provato a ragionare anche cosi, considerando un'unica prestazione rispetto alla clinica,
    il responso non cambia, l'unica variabile dello studio che incide sono le ore lavorate.
    A questo punto non mi resta che motivare ampiamente nelle annotazioni.

  6. #6
    Enrico Larocca Ŕ offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    LocalitÓ
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,181

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da alessia Visualizza Messaggio
    Ho provato a ragionare anche cosi, considerando un'unica prestazione rispetto alla clinica,
    il responso non cambia, l'unica variabile dello studio che incide sono le ore lavorate.
    A questo punto non mi resta che motivare ampiamente nelle annotazioni.
    Se la prestazione non Ŕ stabilita per ore di lavoro (per iscritto nella lettera di incarico) ma "a forfait", le ore di consulenza posso essere fissate in modo conseguente. D'altronde la mia prestazione non Ŕ quantificata ad ore.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno Ŕ artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

Discussioni Simili

  1. studio associato medico
    Di studiocontabileab nel forum Altri argomenti
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 13-03-15, 10:55 AM
  2. studio di settore medico dipendente
    Di annti nel forum Studi di settore e I.S.A.
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 23-07-12, 11:18 AM
  3. Studio Medico per ecografie
    Di Francois nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-12-11, 11:25 AM
  4. Studio Medico Associato
    Di pircar nel forum Altri argomenti
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 29-03-09, 11:15 AM
  5. Geometra in studio associato deve fare studio di settore
    Di Agenzia Italia 2 snc nel forum Studi di settore e I.S.A.
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 18-03-09, 12:14 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15