Sono dipendente presso un'azienda finanziaria pubblica e aderirei al regime dei superminimi per sviluppare un discorso prevalentemente di corsi di photoshop presso un negozio di un fotografo artigiano dal quale mi farei affittare la sala di corso in corso e workshop fotografici all'aperto (codice ateco 85.52.09). La sede ufficiale dell'impresa/libera professione sarà la mia abitazione principale.

Inoltre in misura marginale (incidenza sul reddito pari al 30%) mi occuperei di creazione siti (consulente multimediale 62.02.00), vendita foto da arredamento su web e su strada (47.91.10 e 90.03.09) e servizi fotografici per il siti internet (74.20.19).

Per quanto riguarda i corsi il contenuto verrà riprodotto su diapositive e tramite utilizzo di un pc personale. Formerei un elenco di email di tutti i partecipanti per contattarli ogni volta che esce un nuovo corso.

Essendo dipendente se aprissi un'impresa artigiana non pagherei l'inps essendo già iscritto a un altro fondo (lavoro dipendente). in caso di libero professionista pagherei il 22% sugli incassi.

Quanto è ragionevole iniziare l'attività come impresa piuttosto che come libero professionista?