Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Rimanenze finali in caso di cessata attività.

  1. #1
    G_ma_x è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    223

    Predefinito Rimanenze finali in caso di cessata attività.

    Buona sera a tutti,

    nel 2007 una sas cede l'attività di panificio, e non ne acquista altre se non nel 2008.

    La contabilità 2007 presentava delle rimanenze iniziali, mentre nel contratto di cessione il prezzo non tiene conto del valore di eventuali rimanenze di prodotti.

    Nell'unico quindi, si dovranno indicare le rimanenze iniziali sicuramente, ma per le rimanenze finali, io credo nessun valore, dato che non esiste neanche più un'attività.

    Siete d'accordo?

    Questo però determina delle incoerenze negli studi di settore, e allora basterà specificare nelle note quello che è avvenuto per avere un corretto comportamento?

    Grazie.

  2. #2
    anacleto è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    71

    Predefinito

    Ritengo che per cessione dell'attività tu intenda cessione di azienda (o ramo di azienda) in questo caso viene venduto un insieme di beni , attività e servizi oltre all'avviamento, funzionali per l'attività esercitata. Non essendo precisato nulla nell'atto, io considero che sia ceduto tutto quello che non è specificatamente escluso,quindi nel tuo caso anche le rimanenze, e considerando che il valore globale riscosso comprenda anche quelle.
    Caso contrario, le rimanenze rimaste sono entrate nella disponibilità del titolare o dei soci e pertanto dovrebbero essere fatte uscire dalla ditta come autoconsumo (quindi autofatturate)

    L'agomento interessa anche ( ho un caso simile) me pertanto aspetto altri pareri
    ciao

  3. #3
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,155

    Predefinito

    Se l'atto di cessione non specifica tra le attività cedute le rimanenze alla data della cessione, questo non vuole dire che non vi fossero rimanenze finali alla data della cessione. Potrebbe voler dire che non sono state oggetto di cessione, perchè l'acquirente non era interessato. Nelle cessioni d'azienda alcuni beni potrebbero essere stralciati dall'atto di cessione perchè il cessionario non era interessato.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  4. #4
    G_ma_x è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    223

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico Larocca Visualizza Messaggio
    Se l'atto di cessione non specifica tra le attività cedute le rimanenze alla data della cessione, questo non vuole dire che non vi fossero rimanenze finali alla data della cessione. Potrebbe voler dire che non sono state oggetto di cessione, perchè l'acquirente non era interessato. Nelle cessioni d'azienda alcuni beni potrebbero essere stralciati dall'atto di cessione perchè il cessionario non era interessato.
    Ringrazio innanzitutto per il contributo di entrambi.

    Nella realtà, le rimanenze finali non erano interessanti per l'acquirente e neanche di importo rilevante.

    Il venditore ha lasciato quello che c'era, intendolo compreso nel prezzo di cessione.

    A questo punto, potrebbero quindi ritenersi stralciati, rilevando una perdita corrispondente al loro valore?

    Buon lavoro

    P.s. Aggiungo una considerazione: se nell'atto di cessione invece fosse stata prevista una voce per rimanenze finali, sarebbe corretto rilevare un valore per "Vendita merci", non considerando alcuna r.f. in quanto vendute?

  5. #5
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    8,155

    Predefinito

    Credo a questo punto che le rimanenze finali alla data di cessione d'azienda, stralciate dalla vendita, rimangono in carico al venditore con le relative conseguenze fiscali, sebbene di modesto importo. La rilevazione della perdita non appare corretta.

    Saluti
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  6. #6
    Speedy è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3,152

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico Larocca Visualizza Messaggio
    Credo a questo punto che le rimanenze finali alla data di cessione d'azienda, stralciate dalla vendita, rimangono in carico al venditore con le relative conseguenze fiscali, sebbene di modesto importo. La rilevazione della perdita non appare corretta.

    Saluti
    Ciao Enrico,

    sono d'accordo con te. Aggiungo che i casi sono due:
    1. Le materie prime (parliamo di un panificio) sono state comprese nell'atto di cessione. In tal caso sono vendite per il cedente e sono acquisti per il cessionario.
    2. Le materie prime non sono state comprese nell'atto. In tal caso restano rimanenze finali, che devono essere rilevate fino a quando non vengono utilizzate (ad esempio nella nuova attività iniziata dal cedente) oppure cedute a terzi (anche mediante autoconsumo) oppure distrutte per superamento della data di utilizzabilità (parliamo sicuramente di derrate alimentari).

    Ciao
    alberto leggi
    i.a.

  7. #7
    G_ma_x è offline Member
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    223

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Speedy Visualizza Messaggio
    Ciao Enrico,

    sono d'accordo con te. Aggiungo che i casi sono due:
    1. Le materie prime (parliamo di un panificio) sono state comprese nell'atto di cessione. In tal caso sono vendite per il cedente e sono acquisti per il cessionario.
    2. Le materie prime non sono state comprese nell'atto. In tal caso restano rimanenze finali, che devono essere rilevate fino a quando non vengono utilizzate (ad esempio nella nuova attività iniziata dal cedente) oppure cedute a terzi (anche mediante autoconsumo) oppure distrutte per superamento della data di utilizzabilità (parliamo sicuramente di derrate alimentari).

    Ciao
    Chiarissimo!!!!

    Grazie nuovamente.

Discussioni Simili

  1. Risconto attivo in caso di cessata attività
    Di cedA nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 07-03-12, 03:57 PM
  2. minimi: cessata attività 2011 e rimanenze
    Di La matta nel forum IVA - Intrastat - SPESOMETRO - San Marino
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 17-02-12, 08:43 AM
  3. Rimanenze Finali
    Di carmelo nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-02-10, 09:00 AM
  4. Vendita rimanenze finali per cessazione attivita'
    Di marco76 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 18-01-09, 06:46 PM
  5. rimanenze finali
    Di giobriga nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 08-08-08, 05:10 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15