Nella determinazione della plusvalenza da permuta di area edificabile acquisita a titolo oneroso posso, secondo voi, considerare tra le spese inerenti (rilevanti per la determinazione del valore iniziale) i costi sostenuti per il miglioramento del fondo, quali ad esempio l'appianamento del fondo, la realizzazione di una condotta idrica (il fondo era fino ad una decina di anni fa a destinazione agricola), etc...

Le istruzioni ad Unico fanno un generico riferimento a "tutti gli altri costi inerenti"...la ricerca condotta in merito finora induce a considerare, come spese inerenti, soltanto le solite voci di spesa: imposte ipotecaria e catastale, spese notarili, eventuali oneri di urbanizzazione.

Qualcuno di voi ha esperienza in merito?

Grazie