Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: Valore normale immobile

  1. #1
    lucam78 Guest

    Predefinito Valore normale immobile

    Salve, avrei un dubbio e mi interessava avere i vostri pareri. Come risaputo nel caso di estromossione di immobile dalla sfera imprenditoriale e passaggio a quella privata è necessario procedere ad autofattura per assoggettare il valore normale dello stesso ad IVA e versare la plusvalenza sulla differenza fra valore normale (o di mercato) e valore contabile residuo. Ciò che mi chiedo è, come posso dimostrare all'ADE di aver calcolato le imposte sul corretto valore normale? è necessario farsi redigere una perizia da un geometra? o vi sono altri metodi? grazie.

  2. #2
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    33,924

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da lucam78 Visualizza Messaggio
    Salve, avrei un dubbio e mi interessava avere i vostri pareri. Come risaputo nel caso di estromossione di immobile dalla sfera imprenditoriale e passaggio a quella privata è necessario procedere ad autofattura per assoggettare il valore normale dello stesso ad IVA e versare la plusvalenza sulla differenza fra valore normale (o di mercato) e valore contabile residuo. Ciò che mi chiedo è, come posso dimostrare all'ADE di aver calcolato le imposte sul corretto valore normale? è necessario farsi redigere una perizia da un geometra? o vi sono altri metodi? grazie.
    Buone notizie per chi estromette immobili. La normativa Iva è cambiata. In autofattura l'imponibile è dato dal costo storico, non più dal valore normale del fabbricato.
    Ai fini Irpef, concordo sulla necessità di fare una perizia giurata di stima.

    ciao
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  3. #3
    lucam78 Guest

    Predefinito

    Ti ringrazio! quando è cambiata la normativa? non avevo sentito nulla, avevo proprio perso questo passaggio!

  4. #4
    fabrizio è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    1,141

    Predefinito

    Da luglio 2009 con l'approvazione della legge comunitaria 2008 (legge n. 88 del 7 luglio 2009), la quale ha modificato l'art. 13 prevedendo tra le altre modifiche, la sostituzione del costo storico al criterio del valore normale nel caso di estromissione dalla sfera d'impresa.
    Ciao
    Fabrizio Maimone
    Dottore Commercialista
    Revisore Legale

    www.studiomaimone.com

  5. #5
    lucam78 Guest

    Predefinito

    Ho capito, beh grazie, questa novità è veramente importante, nel mio caso modifica completamente i termini della questione. Vorrei essere più chiaro anche se forse sarebbe meglio se aprissi una nuova discussione. Nel mio caso mi trovo a dover decidere se estromettere un fabbricato commerciale da riscattare in quanto in leasing, se decidessi di estromettere quindi con tali novità mi ritroverei ad autofatturarmi il fabbricato al costo storico che nel caso del leasing è dato dal prezzo di riscatto, vantaggio non da poco!!! sempre chè tale novità non abbia avuto delle ripercussioni nella normativa sul leasing, la plusvalenza invece la calcolerei nel classico modo valore commerciale meno costo storico (prezzo di riscatto), confermate il mio ragionamento? sapete indicarmi per favore un documento-dispensa che magari approfondisca la questione? Mi sarebbe molto utile grazie.

  6. #6
    L'italiano è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    421

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da lucam78 Visualizza Messaggio
    Ti ringrazio! quando è cambiata la normativa? non avevo sentito nulla, avevo proprio perso questo passaggio!
    Idem

    Imparo quindi che ora in caso di autoconsumo/estromissione l'imponibile è pari al "prezzo di acquisto".
    Mi sembra incredibile, eppure il c. 2 lettera c del nuovo art. 13 Dpr 633/72 è chiaro.

    Sarà conveniente relativamente all'autoconsumo/estromissione di immobile, ma molto sconveniente in caso il bene da estromettere sia un'autovettura, se l'autofattura va fatta con il costo storico di x anni fa e non con il valore odierno.
    In buona sostanza l'erario vuole di ritorno tutta l'Iva, e non ne capisco il motivo, visto che il bene ha partecipato al processo produttivo.

  7. #7
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    33,924

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da L'italiano Visualizza Messaggio
    In buona sostanza l'erario vuole di ritorno tutta l'Iva, e non ne capisco il motivo, visto che il bene ha partecipato al processo produttivo.
    Si tratta di norma antielusiva.

    Che ne diresti se io estromettessi un bene a valore normale (assunto come pari a zero, vista l'obsolescenza) e poi lo rivendessi a terzi al valore effettivo (ovviamente più alto), dribblando la tassazione ?
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  8. #8
    L'italiano è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    421

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da danilo sciuto Visualizza Messaggio
    Si tratta di norma antielusiva.

    Che ne diresti se io estromettessi un bene a valore normale (assunto come pari a zero, vista l'obsolescenza) e poi lo rivendessi a terzi al valore effettivo (ovviamente più alto), dribblando la tassazione ?
    Se il giorno successivo all'estromissione con tua valorizzazione del bene a zero in quanto, a tuo dire, è obsoleto, poi lo rivendessi a terzi ricavandoci qualcosa saresti tu stesso a dare la prova che hai barato, evadendo Iva e imposte dirette sulla plusvalenza occultata.

    Qui invece si arriva alla opposta presunzione assoluta che il valore del bene al momento della dismissione sia sempre pari al valore come da nuovo, anche se magari, parlando di auto, ormai è un vecchio catorcio.
    E poi trovo illogico che per la stessa auto per cui è dovuta iva come nuova qualora me la portassi a casa io non si pongano gli stessi problemi qualora la vendessi invece a terzi.
    Ultima modifica di L'italiano; 17-12-09 alle 06:39 AM

  9. #9
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    33,924

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da L'italiano Visualizza Messaggio
    Se il giorno successivo all'estromissione con tua valorizzazione del bene a zero in quanto, a tuo dire, è obsoleto, poi lo rivendessi a terzi ricavandoci qualcosa saresti tu stesso a dare la prova che hai barato, evadendo Iva e imposte dirette sulla plusvalenza occultata.
    Il fatto è che questa fattispecie è (anzi, era) difficilmente accertabile dal fisco .....



    Citazione Originariamente Scritto da L'italiano Visualizza Messaggio

    Qui invece si arriva alla opposta presunzione assoluta che il valore del bene al momento della dismissione sia sempre pari al valore come da nuovo, anche se magari, parlando di auto, ormai è un vecchio catorcio.
    E poi trovo illogico che per la stessa auto per cui è dovuta iva come nuova qualora me la portassi a casa io non si pongano gli stessi problemi qualora la vendessi invece a terzi.
    Le norme antielusive sono proprio così.

    ciao
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  10. #10
    lucam78 Guest

    Predefinito

    Più leggo la norma più la trovo incomprensibile!
    Anche io ribadisco che così com'è non trova fondamento nei principi giuridici fondamentali, va bene fare una norma antielusiva ma quì si penalizza il contribuente a prescindere! Praticamente si stà togliendo la possibilità al contribuente di detrarre l'iva sui beni ammortizzabili, in quanto se io utilizzo un bene ammortizzabile per tanti anni ho diritto alla detrazione dell'imposta, ma è chiaro che dopo che il bene non ha più alcun valore non troverei nessuno a cui poterlo rivendere (anche ad 1€) mentre sarò costretto a rivenderlo a me stesso riversando l'intera imposta che avevo in precedenza detratto! E' assurdo tutto ciò!!!
    Con tutto il rispetto per le opinioni altrui, ci mancherebbe..

Pagina 1 di 2 1 2 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Accertamento valore normale
    Di Francosar nel forum Contenzioso tributario
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01-04-10, 04:27 PM
  2. Valore normale - Invalidità
    Di Aggiornamenti nel forum Studi di settore e I.S.A.
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 04-11-09, 09:15 AM
  3. Autovetture - valore normale
    Di ergo3 nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 03-07-09, 05:42 PM
  4. pretesa basata sul Valore normale
    Di Recinella nel forum Altri argomenti
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 12-02-09, 11:13 AM
  5. IVA e valore normale
    Di dott.mamo nel forum Altri argomenti
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 24-01-09, 05:12 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15