Ho acquistato con la mia ex compagna una PRIMA CASA – propr. 50% ciascuno-. Il mutuo si e’ estinto recentemente. Mi sono separato – ma non ero sposato- e la mia ex vive con il figlio in questa casa nel comune A.

Separandomi, ho comperato con un mutuo 100% una “seconda” seconda casa –sempre nel comune A per stare vicino al figlio- , avendone gia’ un’altra a mio nome nel comune B, a un’ora di macchina.Anche questa casa nel comune B ha un –piccolo- mutuo.

Per convenienze assicurative, ho finora mantenuto la residenza nella casa dove continua a vivere mio figlio. Ora, comincio ad essere in difficolta’ con le spese e vorrei risparmiare qualcosa sul mutuo/tasse/servizi come enel-gas-rifiuti etc. etc.

1) Se trasferisco la residenza/abitazione principale alla mia nuova casa nel comune A, posso non pagare l’ici per questa casa? Credo dovrei continuare a pagare l’ici al 50% per la casa dove vive mio figlio e per la casa nel comune B –seconde case-.
Oppure devo trasferire la residenza/abitazione principale nella casa del comune B per non pagare l’ici di quella casa continuando a pagare l’ici per la 2casa nel comune A e il 50% dell’ici per la casa dove vive mio figlio?

2) a seconda di dove trasferiro’ la residenza/abitazione principale , potro’ detrarre dalle tasse qualcosa del mutuo residuo ? Cosa? Posso detrarre anche se non trasferisco la residenza?

3) delle tasse pagate al momento dell’acquisto della seconda casa , uscendo da quella che ha goduto come prima casa delle agevolazioni fiscali, non credo di poter ottenere un “rimborso” o sbaglio? In caso, come potrei fare per avere diritto ad un rimborso magari cedendo la proprieta’ della casa dove vive mio figlio –minore- a lui stesso ? O dovrei cedere la proprieta’ di un’altra delle due case? Altro?

Grazie in anticipo per l’aiuto....