Pagina 4 di 6 PrimaPrima ... 2 3 4 5 6 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 52
Like Tree2Likes

Discussione: acconti irpef non pagati

  1. #31
    shailendra è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    3,387

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ric74 Visualizza Messaggio
    Grazie per le risposte. Solo che ho un caso che mi lascia un ulteriore dubbio. Ho un cliente che da Unico 2010 avrebbe dovuto versare per es. 500 euro d'acconto per IVS e non li versa. In Unico 2011 come dite voi dovrei indicare euro 500 come versati nel quadro RR, nell'apposita sezione. Ma se questo cliente non deve versare contributi IVS per l'anno 2010 si ritroverà un credito di euro 500 (quadro RR col. 34) da poter utilizzare per compensare gli eventuali altri debiti INPS o altro. La mia domanda è questa: può utilizzare questo credito inesistente (perché non versato) per compensare?
    In questo caso ti consiglio di non inserire niente. Infatti se il debito non è dovuto puoi dire di aver utilizzato il metodo previsionale.
    "Come spieghereste a un bambino che cos'è la felicità?" "Non glielo spiegherei. Gli darei un pallone per farlo giocare" D. Solle

  2. #32
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da robil Visualizza Messaggio
    Ora mi chiedo se nella pratica in caso di mancato versamento in toto degli acconti (non versando nemmeno il 40% del primo acconto) vengano inviati avvisi per omesso versamento ovvero se la norma che ho richiamato sia una norma "dormiente".
    Trattasi di norma dormiente, nonchè di norma sconosciuta al sottoscritto, che ti invita a citarla per studiarsela.
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  3. #33
    robil è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    1,270

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da danilo sciuto Visualizza Messaggio
    Trattasi di norma dormiente, nonchè di norma sconosciuta al sottoscritto, che ti invita a citarla per studiarsela.
    E' il decreto legge n. 69 del 1989.

    Allego la parte che interessa in particolare si veda l'art. 4 comma 2 lettera B.

    E' cosi Danilo. Ma mi son chiesto se di fatto la riduzione al di sotto del 40% si cui alla norma richiamata sopra sia sanzionata. L'esperienza mi sta portando a scindere il diritto scritto dal diritto "praticato".
    File Allegati File Allegati

    Roberto Loddo

    Dottore commercialista
    Revisore legale
    Soggetto incaricato CAF.Do.C Spa

    Sassari (SS)-Ortueri (NU)

  4. #34
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da robil Visualizza Messaggio
    E' il decreto legge n. 69 del 1989.

    Allego la parte che interessa in particolare si veda l'art. 4 comma 2 lettera B.

    E' cosi Danilo. Ma mi son chiesto se di fatto la riduzione al di sotto del 40% si cui alla norma richiamata sopra sia sanzionata. L'esperienza mi sta portando a scindere il diritto scritto dal diritto "praticato".
    Mah, ho letto la norma (che conoscevo); ma non mi risulta che dica che se non versi il primo acconto ti fanno comunque la sanzione.
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  5. #35
    robil è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    1,270

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da danilo sciuto Visualizza Messaggio
    Mah, ho letto la norma (che conoscevo); ma non mi risulta che dica che se non versi il primo acconto ti fanno comunque la sanzione.
    Uso parole mie ma letteralmente si dice che gli interessi e le sanzioni non sono dovuti se si omette il versamento del primo acconto se non inferiore al 40%. E' un "gioco di negazioni", visto specularmente gli interessi e le sanzioni sono dovuti se si omette di versare il primo acconto per importi inferiori al 40%.
    Si badi che si parla del 40% del primo acconto da non confondere con il 40% del 99% che determina il primo acconto pieno.
    Si badi ancora che una lettere disciplina il primo acconto e altra lettera della norma in questione disciplina il secondo acconto che può essere omesso totalmente senza limiti e senza sanzioni se per l'anno non saranno dovute imposte.

    Roberto Loddo

    Dottore commercialista
    Revisore legale
    Soggetto incaricato CAF.Do.C Spa

    Sassari (SS)-Ortueri (NU)

  6. #36
    L'avatar di roby
    roby è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Rimini, Italy
    Messaggi
    2,174

    Predefinito

    mi sono capitati molte volte clienti che per un motivo o per l'altro non hanno versato il primo acconto, o l'hanno versato in misura inferiore al dovuto: SEMPRE arrivata la sanzione (attraverso avviso bonario)!

  7. #37
    robil è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    1,270

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da roby Visualizza Messaggio
    mi sono capitati molte volte clienti che per un motivo o per l'altro non hanno versato il primo acconto, o l'hanno versato in misura inferiore al dovuto: SEMPRE arrivata la sanzione (attraverso avviso bonario)!
    Ovvio se si versa in misura inferiore al dovuto (da parametrare con il "rigo differenza" dell'unico dell'anno successivo al versamento dovuto) le sanzioni arrivano e sono dovute.

    Altra cosa è se il "rigo differenza" non obbliga al versamento dell'acconto. In questo caso l'acconto non è obbligatoriamente da versare e se per errore viene inviato un avviso bonario l'Agenzia deve annullarlo.

    Roberto Loddo

    Dottore commercialista
    Revisore legale
    Soggetto incaricato CAF.Do.C Spa

    Sassari (SS)-Ortueri (NU)

  8. #38
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,024

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da robil Visualizza Messaggio
    Uso parole mie ma letteralmente si dice che gli interessi e le sanzioni non sono dovuti se si omette il versamento del primo acconto se non inferiore al 40%. E' un "gioco di negazioni", visto specularmente gli interessi e le sanzioni sono dovuti se si omette di versare il primo acconto per importi inferiori al 40%.
    Si badi che si parla del 40% del primo acconto da non confondere con il 40% del 99% che determina il primo acconto pieno.
    Si badi ancora che una lettere disciplina il primo acconto e altra lettera della norma in questione disciplina il secondo acconto che può essere omesso totalmente senza limiti e senza sanzioni se per l'anno non saranno dovute imposte.
    Le disposizioni concernenti gli interessi e la soprattassa ................... non si applicano:
    a) in caso di omesso versamento di una o di entrambe le rate, se l'imposta dovuta in base alla dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta in corso, al netto delle detrazioni e crediti di imposta e delle ritenute di acconto, e' di ammontare non superiore a lire 100 mila per i contribuenti soggetti all'irpef nonche' a lire 40 mila per i contribuenti soggetti all'Irpeg.

    Quindi se io non verso nessun acconto, e alla fine dell'anno ho debito zero, non c'è nessuna sazione.
    Ovvio che se invece poi alla fine dell'anno risulto a debito, la sanzione viene applicata (sull'importo totale del debito consuntivo).
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  9. #39
    robil è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    1,270

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da danilo sciuto Visualizza Messaggio
    Le disposizioni concernenti gli interessi e la soprattassa ................... non si applicano:
    a) in caso di omesso versamento di una o di entrambe le rate, se l'imposta dovuta in base alla dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta in corso, al netto delle detrazioni e crediti di imposta e delle ritenute di acconto, e' di ammontare non superiore a lire 100 mila per i contribuenti soggetti all'irpef nonche' a lire 40 mila per i contribuenti soggetti all'Irpeg.

    Quindi se io non verso nessun acconto, e alla fine dell'anno ho debito zero, non c'è nessuna sazione.
    Ovvio che se invece poi alla fine dell'anno risulto a debito, la sanzione viene applicata (sull'importo totale del debito consuntivo).
    Ops!! E vero!!! C'è anche questo caso ossia il caso in cui le imposte dovute nel complesso siano inferiori a 51 euro (del resto c'è anche la regola che che il primo acconto non si versa ovvero si versa in concomitanza della scadenza del secondo acconto ovvero entrambi gli acconti non si versano se non superano determinati ammontari. Ho accavallato le fattispecie sebbene a ben vedere hanno relazioni ma sono differenti).
    In questo caso e solo in questo non c'è l'obbligo di versamento, ossia se gli importi sono inferiori ai 51 euro circa.

    In tutti gli altri casi dai 51 euro in su e quindi in tutti i casi in cui gli acconti sarebbero dovuti anche se in misura inferiore al calcolo classico (99%......) è obbligatorio versare almeno il 40% del primo acconto.
    E' la successiva lettera B che ci impone questo.

    Roberto Loddo

    Dottore commercialista
    Revisore legale
    Soggetto incaricato CAF.Do.C Spa

    Sassari (SS)-Ortueri (NU)

  10. #40
    Gastone74 è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    52

    Predefinito

    Ripropongo questo vecchio, ma interessante, post con uno dei miei tanti dubbi amletici.
    Si parla naturalmente di acconti non versati, importi abbastanza elevati, per cui non si ha alcuna intenzione di ravvedersi, ma di aspettare l'avviso di irregolarità.
    Voi come vi comportereste:
    1 - nel rigo acconti indichereste anche gli acconti che non sono stati versati (nonostante le istruzioni parlino di "importi versati") per poi versare la differenza a saldo

    2 - nel rigo acconti non indichereste nessun importo e versereste il tutto a saldo

    Ho questo dubbio perchè cmq si tratta di importi elevati ed indicando nel rigo gli acconti non versati, starei cmq dichiarando il falso. Però è anche vero che i primi controlli che vengono effettuati sono quelli automatici che rilevano l'incongruenza e ti mandano l'avviso per gli acconti indicati in dichiarazione a cui non corrisponde un F24.
    Aspetto un vostro parere...

Pagina 4 di 6 PrimaPrima ... 2 3 4 5 6 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. irpef e INPS non pagati
    Di matteo12 nel forum Contenzioso tributario
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 11-09-12, 06:58 PM
  2. Acconti IRPEF
    Di Annarella72 nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 20-06-11, 11:06 AM
  3. Acconti Irpef
    Di gian69 nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 06-06-11, 11:36 AM
  4. Più CUD e acconti IRPEF
    Di Gontur nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 13-07-10, 09:51 AM
  5. Acconti irpef
    Di RAGGG. nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 11-05-09, 10:40 AM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15