Salve,
con risoluzione 199 del 30 novembre 2001, l'agenzia delle entrate ha affermato la possibilità x il sostituto d'imposta di mantenere l'aliquota più elevata anche in occasione di conguaglio. Essendo un lavoratore dipendente, vorrei sapere se scelgo un'aliquota maggiore, a fine anno il datore di lavoro, può conguagliare l'accesso pagato?
Inoltre se l'aliquota scelta è del 27% nel caso il mio reddito per una parte entrasse nella fascia del 38%, a fronte della richiesta del 27 il datore applica il 27 su tutto o comunque la parte in aliquota del 38 va assoggettata al 38?