Ciao a tutti, dobbiamo ri-presentare una dichiarazione IVA 2010 (per l'anno 2009) in quanto ci siamo accorti che alla s.r.l. in oggetto bisognava applicare il pro rata iva (emette fatture esenti art. 10 per fitto di capannone).

Il pro rata dell'anno precedente, pari ad una certa percentuale X% sarebbe dovuto essere applicato nelle liquidazioni periodiche dell'anno 2009 per determinare la detraibilità dell'iva in via provvisoria.

Questo non è stato fatto, nè è stato calcolato il pro rata definitivo in sede di dichiarazione IVA 2010 (quadro VF sez. 3-A vuoto).

Il pro rata definitivo esce negativo, quindi indetraibilità al 100%.

Per "aggiustare" le liquidazioni iva a livello contabile, si potrebbe sistemare la cosa con opportune rettifiche a sopravvenienze passive nel 2010.

I maggiori versamenti dovuti non sono più ravvedibili.

Per quanto concerne la dichiarazione IVA, posso ri-presentare solo quella, in quanto la società è stata messa in liquidazione nel 2009 e quindi la dichiarazione IVA andava cmq staccata da Unico, giusto?

Inoltre: una volta compilato il quadro VF per il prorata, come mi comporto con le liquidazioni periodiche del VH? Devo esporre i dati (errati ma corrispondenti al bilancio depositato) delle liquidazioni così come sono state fatte nel 2009 oppure le liquidazioni iva COME SAREBBERO DOVUTE essere correttamente calcolate, con il pro rata provvisorio??