Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 4 5 6
Risultati da 51 a 59 di 59

Discussione: dubbi cap 4%

  1. #51
    Luca Bi è offline Moderator
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    415

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fabioalessandro Visualizza Messaggio
    fare avvocato part-time non è possibile
    se si è dipendenti bisogna iscriversi all'albo speciale
    ma una cosa non capisco
    se devi versare il 4% vuol dire che necessariamente hai aperto una posizione alla tua cassa quindi verserai anche il soggettivo se rientri nei paramentri
    altrimenti sei obbligato a versare tutto all'inps senza versare nulla alla cassa
    La Cassa forense non distingue fra albo speciale/ordinario.

    Per esperienza: sono gli iscritti ad albi speciali che versano quel 4%. Non serve neanche una partita IVA, basta aver svolto una prestazione occasionale professionale.
    L'unico caso che ho visto io è questo. Avvocato che fa il dipendente. Iscrizione all'albo. Se gli capita qualche causa (in collaborazione con altri) fa la famosa ricevuta fiscale delle prestazioni occasionali e su quelle si versa il 4%.

    Condivido quello che ho letto sopra: se uno apre la partita IVA da avvocato e fa l'avvocato si iscrive alla Cassa Forense, le altre soluzioni sono ripieghi.

  2. #52
    smercafigeri è offline Member
    Data Registrazione
    May 2011
    Messaggi
    81

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fabioalessandro Visualizza Messaggio
    fare avvocato part-time non è possibile
    se si è dipendenti bisogna iscriversi all'albo speciale
    ma una cosa non capisco
    se devi versare il 4% vuol dire che necessariamente hai aperto una posizione alla tua cassa quindi verserai anche il soggettivo se rientri nei paramentri
    altrimenti sei obbligato a versare tutto all'inps senza versare nulla alla cassa
    No non è così.... io ho tanti giovani colleghi avvocati miei amici che si trovano esattamente nella mia stessa posizione: iscritti all'albo degli avvocati ma non iscritti alla Cassa perchè non raggiungono il minimo reddituale che la Cassa richiede per l'iscrizione e versano il 4% alla Cassa.
    Del resto anche sul sito della Cassa si fanno una serie di esempi: avvocato iscritto all'albo e alla cassa, avvocato iscritto all'albo e non alla cassa ecc..
    E' vero che un avvocato, pur non raggiungendo i minimi di reddito, può sempre decidere di iscriversi alla Cassa ma questo comporterebbe troppe spese che, appaunto in relazione al reddito minimo, non potrebbero esseere sopportate.
    Domanda irrisolta: un avvocato non iscritto alla Cassa che versa il 4% alla Cassa deve versare i contributi prev anche all'Inps e duplicare le spese?

  3. #53
    smercafigeri è offline Member
    Data Registrazione
    May 2011
    Messaggi
    81

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Luca Bi Visualizza Messaggio
    La Cassa forense non distingue fra albo speciale/ordinario.

    Per esperienza: sono gli iscritti ad albi speciali che versano quel 4%. Non serve neanche una partita IVA, basta aver svolto una prestazione occasionale professionale.
    L'unico caso che ho visto io è questo. Avvocato che fa il dipendente. Iscrizione all'albo. Se gli capita qualche causa (in collaborazione con altri) fa la famosa ricevuta fiscale delle prestazioni occasionali e su quelle si versa il 4%.

    Condivido quello che ho letto sopra: se uno apre la partita IVA da avvocato e fa l'avvocato si iscrive alla Cassa Forense, le altre soluzioni sono ripieghi.
    No non è cosi mi dispiace. Tutti gli avvocati iscitti all'albo ordinario e speciale (iscritti e non iscritti alla cassa) versano il 4% alla Cassa.

    Se uno apre la partita iva da avvocato e guadagna nel primo anno euro 5.000 non gli conviene iscriversi alla Cassa...

  4. #54
    Luca Bi è offline Moderator
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    415

    Predefinito

    I contributi previdenziali sono obbligo di legge.
    Chi apre una partita IVA deve sapere che esiste il problema e che li deve versare secondo le quantificazioni di legge.

    Tutti i liberi professionisti versano una quota di contributi sul reddito (per gli avvocati il 12%) ed una quota sul fatturato (il 4%).
    Se tu decidi di non versare il 12% alla Cassa Forense, versi la quota all'INPS gestione separata (26,72% se ricordo bene) e versi il 4% sul fatturato alla Cassa Forense.
    L'unica cosa che puoi valutare è quale delle 2 strade è meno costosa.
    Il ragionamento vale anche per i commercialisti, gli ingegneri (http://www.inarcassa.it/site/Home/Is...arataInps.html)...

    Se non ti iscrivi a nessuna gestione previdenziale e fai la dichiarazione dei redditi, rischi l'evasione contributiva. Ad oggi l'INPS sta censendo tutte queste posizioni e richiedendo i contributi non versati (come ha segnalato Danilo prima).

    Il problema che tu sottoponi non è il versamento dei contributi, ma l'antieconomicità dell'attività ed è un problema di molti giovani professionisti. Quando hai aperto la partita IVA, il tuo commercialista/consulente ti dovrebbe aver segnalato il problema dei contributi previdenziali e del relativo costo.
    Ultima modifica di Luca Bi; 06-07-11 alle 11:31 AM

  5. #55
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    34,090

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smercafigeri Visualizza Messaggio
    No non è così.... io ho tanti giovani colleghi avvocati miei amici che si trovano esattamente nella mia stessa posizione: iscritti all'albo degli avvocati ma non iscritti alla Cassa perchè non raggiungono il minimo reddituale che la Cassa richiede per l'iscrizione e versano il 4% alla Cassa.
    Del resto anche sul sito della Cassa si fanno una serie di esempi: avvocato iscritto all'albo e alla cassa, avvocato iscritto all'albo e non alla cassa ecc..
    E' vero che un avvocato, pur non raggiungendo i minimi di reddito, può sempre decidere di iscriversi alla Cassa ma questo comporterebbe troppe spese che, appaunto in relazione al reddito minimo, non potrebbero esseere sopportate.
    Questo è veramente troppo !!!!

    Ma come .... avevi detto che non era possibile iscriversi, e ora dici che non è conveniente farlo?
    Se non è conveniente farlo significa che è possibile.

    Devi deciderti .... le affermazioni evidenziate sono contraddittorie, e danno ragione a chi come me ritiene che l'avvocato può iscriversi alla Cassa Forense anche se non fattura.

    Direi che puoi tornare a scrivere sul forum quando avrai le idee chiare, grazie !!!!!!!
    Non discutere con un idiota; ti porta al suo livello e poi ti batte con l'esperienza. SANTE PAROLE !

  6. #56
    Patty76 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Monterotondo (Rm)
    Messaggi
    4,528

    Predefinito

    L'errore di fondo che, secondo me, stai commettendo nel tuo ragionamento sta nel fatto che tu pensi alla duplicazione dei contributi perchè parli di 4% alla cassa e 4% alla gestione separata inps. Il discorso invece è diverso.

    Il professionista non iscritto alla cassa (per qualsiasi motivazione) viene considerato dall'inps senza cassa (anche se la cassa di pertinenza esiste, l'inps ti intende senza cassa quando non versi i contributi previdenziali a nessun ente previdenziale). Ora la legge 335/95 prevede che chiunque non versi contributi previdenziali ad altro ente deve essere iscritto alla gestione separata dell'inps e versare annualmente una percentuale (diciamo il 26,72% non ho verificato l'aliquota esatta). Dall'altra parte la cassa forense prevede che anche il soggetto non iscritto alla cassa versi comunque il contributo soggettivo. Ora fatalità vuole che sia la cassa forense sia la gestione separata dell'inps abbiamo in comune questo 4%. Però non si tratta di contributi aggiuntivi. Mi spiego: la cassa forense dà agli avvocati la possibilità di rigirare il 4% del contributo soggettivo sui clienti dell'avvocato. La stessa regola la prevede l'inps: del 26,72% che il professionista deve versare all'inps il 4% può essere addebitato al cliente (c.d. diritto di rivalsa). Quindi non stiamo parlando di duplicazione dei contributi. E' solo l'alternativa che devi valutare. La cassa forense ti dà questa alternativa (che altre casse non danno).

    Se ti iscrivi alla cassa forense pagherai il 4% del contributo soggettivo (comunque dovuto) più il 12% per i restanti contributi.

    Se non ti iscrivi alla cassa forense sei obbligato ad iscriverti all'inps e a pagare il contributo totale annuo del 26,72%. Quindi diciamo che iscrivendoti alla gestione separata dell'inps vai a sostituire il 12% della cassa con il 26,72 della G.s. Ti sembra una scelta conveniente? L'unica convenienza nello scegliere la gestione separata al posto della cassa di appertenenza sta nel fatto che generalmente tutte le casse (non ho verificato quindi non so se per la forense è lo stesso) i contributi che si pagano oltre il soggettivo hanno un minimale che non dipende dal fatturato. Cioè se la cassa stabilisce che i contributi sono minimo 1.000 euro tu dovrai pagare 1.000 anche se fatturi 0. Con la gestione inps non è così: paghi il 26,72% sul fatturato

    Ultima cosa: il 4% del contributo soggettivo, e il 4% della rivalsa inps sono entrambi contributi riaddebitabili al cliente. Ma pensi che una fattura maggiorata dell'8% possa riscontrare i favori del cliente?

    Ecco, questo è il punto della situazione, a me sembra chiara. Spero altrettanto anche agli altri.
    Servizio 730 anche compilazione conto terzi. Solo invio: servizio gratuito. Mandare messaggi privati

  7. #57
    fabioalessandro è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Milano/Pavia/Napoli
    Messaggi
    1,547

    Predefinito

    Patty76 il tuo post E' CASSAZIONE

  8. #58
    smercafigeri è offline Member
    Data Registrazione
    May 2011
    Messaggi
    81

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Patty76 Visualizza Messaggio
    L'errore di fondo che, secondo me, stai commettendo nel tuo ragionamento sta nel fatto che tu pensi alla duplicazione dei contributi perchè parli di 4% alla cassa e 4% alla gestione separata inps. Il discorso invece è diverso.

    Il professionista non iscritto alla cassa (per qualsiasi motivazione) viene considerato dall'inps senza cassa (anche se la cassa di pertinenza esiste, l'inps ti intende senza cassa quando non versi i contributi previdenziali a nessun ente previdenziale). Ora la legge 335/95 prevede che chiunque non versi contributi previdenziali ad altro ente deve essere iscritto alla gestione separata dell'inps e versare annualmente una percentuale (diciamo il 26,72% non ho verificato l'aliquota esatta). Dall'altra parte la cassa forense prevede che anche il soggetto non iscritto alla cassa versi comunque il contributo soggettivo. Ora fatalità vuole che sia la cassa forense sia la gestione separata dell'inps abbiamo in comune questo 4%. Però non si tratta di contributi aggiuntivi. Mi spiego: la cassa forense dà agli avvocati la possibilità di rigirare il 4% del contributo soggettivo sui clienti dell'avvocato. La stessa regola la prevede l'inps: del 26,72% che il professionista deve versare all'inps il 4% può essere addebitato al cliente (c.d. diritto di rivalsa). Quindi non stiamo parlando di duplicazione dei contributi. E' solo l'alternativa che devi valutare. La cassa forense ti dà questa alternativa (che altre casse non danno).

    Se ti iscrivi alla cassa forense pagherai il 4% del contributo soggettivo (comunque dovuto) più il 12% per i restanti contributi.

    Se non ti iscrivi alla cassa forense sei obbligato ad iscriverti all'inps e a pagare il contributo totale annuo del 26,72%. Quindi diciamo che iscrivendoti alla gestione separata dell'inps vai a sostituire il 12% della cassa con il 26,72 della G.s. Ti sembra una scelta conveniente? L'unica convenienza nello scegliere la gestione separata al posto della cassa di appertenenza sta nel fatto che generalmente tutte le casse (non ho verificato quindi non so se per la forense è lo stesso) i contributi che si pagano oltre il soggettivo hanno un minimale che non dipende dal fatturato. Cioè se la cassa stabilisce che i contributi sono minimo 1.000 euro tu dovrai pagare 1.000 anche se fatturi 0. Con la gestione inps non è così: paghi il 26,72% sul fatturato

    Ultima cosa: il 4% del contributo soggettivo, e il 4% della rivalsa inps sono entrambi contributi riaddebitabili al cliente. Ma pensi che una fattura maggiorata dell'8% possa riscontrare i favori del cliente?

    Ecco, questo è il punto della situazione, a me sembra chiara. Spero altrettanto anche agli altri.
    Grazie Patty finalmente una Commercialista con la C maiuscola!!! Ora mi è tutto più chiaro..complimenti per la tua spiegazione. Te ne sono grato.
    Grazie anche a tutti gli altri che sono intervenuti.

  9. #59
    Donatocdl è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    886

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smercafigeri Visualizza Messaggio
    Grazie Patty finalmente una Commercialista con la C maiuscola!!! Ora mi è tutto più chiaro..complimenti per la tua spiegazione. Te ne sono grato.
    Grazie anche a tutti gli altri che sono intervenuti.
    E cos'hai capito? Ripeti...
    Se potessi ti renderei intelligente 5 minuti per farti capire quanto sei idiota!

Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 4 5 6

Discussioni Simili

  1. Dubbi da 770
    Di marco.M nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 20-07-12, 03:45 PM
  2. Dubbi D.U.R.C.
    Di primula nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 14-04-10, 09:39 AM
  3. Dubbi sul F24
    Di cgmtech nel forum F24 e invii telematici
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22-04-08, 12:42 PM
  4. dubbi 770 semplificato
    Di mercury nel forum Altri argomenti
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 21-09-07, 09:12 AM
  5. dubbi Iva
    Di PAOLA3637 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-01-07, 10:02 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15