Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Docum. associazione senza scopo di lucro, no partita iva

  1. #1
    GordonG è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    2

    Predefinito Docum. associazione senza scopo di lucro, no partita iva

    Buongiorno,
    rappresento, come da titolo, un'associazione senza senza scopo di lucro che opera in Veneto.
    L'anno 2011 avevamo la partita iva per poter ricevere e fatturare alcune somme di denaro a titolo di sponsorizzazione per perseguire i nostri scopi. Abbiamo presentato, dunque, il modello unico per gli enti non commerciali e la dichiarazione iva.

    Ora, a gennaio 2012 è stata deliberata la chiusura della partita iva e, nell'arco di tutto l'anno, dal 1/1/2012 al 31/12/12, non abbiamo ricevuto alcuna somma a titolo di sponsorizzazione o relativa ad attività commerciali, nè da altri enti: le uniche entrate che sono state registrate sono quelle relative alle quote annuali versate dagli associati. Evidentemente, si tratta di importi molto esigui.

    In ragione di tutto ciò, quali sono le documentazioni che devono essere presentate per gli adempimenti fiscali?
    Per la contabilità del 2011 ci siamo rivolti ad un commercialista ma, visto e considerato il nostro "volume d'affari", pagare una parcella sarebbe una spesa davvero esosa. Per farvi capire l'ordine di grandezza, le quote raccolte dagli associati andrebbero completamente devolute al professionista.

    Mi sono rivolto ai caaf della zona, ma nessuno presta questo tipo di servizi; un operatore dell'agenzia delle entrate mi ha consigliato, invece, di chiedere un forte sconto al professionista.

    Cosa mi consigliate di fare?

    Grazie a tutti

  2. #2
    vincenzo è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    117

    Predefinito

    Dovete presentare l'ultima dichiarazione Iva e l'ultima dichiarazione dei redditi per il periodo dal 01 gennaio 2012 fino al giorno in cui è stata chiusa la partita Iva.
    Ciò anche senza avere fatto movimenti commerciali nella frazione del 2012. Peccato che non avete pensato prima a chiudere la partita Iva nel 2011 (magari presentandola entro il 30 gennaio dell'anno successivo ma con giorno di chiusura entro il 31-12-2011).


    Citazione Originariamente Scritto da GordonG Visualizza Messaggio
    Buongiorno,
    rappresento, come da titolo, un'associazione senza senza scopo di lucro che opera in Veneto.
    L'anno 2011 avevamo la partita iva per poter ricevere e fatturare alcune somme di denaro a titolo di sponsorizzazione per perseguire i nostri scopi. Abbiamo presentato, dunque, il modello unico per gli enti non commerciali e la dichiarazione iva.

    Ora, a gennaio 2012 è stata deliberata la chiusura della partita iva e, nell'arco di tutto l'anno, dal 1/1/2012 al 31/12/12, non abbiamo ricevuto alcuna somma a titolo di sponsorizzazione o relativa ad attività commerciali, nè da altri enti: le uniche entrate che sono state registrate sono quelle relative alle quote annuali versate dagli associati. Evidentemente, si tratta di importi molto esigui.

    In ragione di tutto ciò, quali sono le documentazioni che devono essere presentate per gli adempimenti fiscali?
    Per la contabilità del 2011 ci siamo rivolti ad un commercialista ma, visto e considerato il nostro "volume d'affari", pagare una parcella sarebbe una spesa davvero esosa. Per farvi capire l'ordine di grandezza, le quote raccolte dagli associati andrebbero completamente devolute al professionista.

    Mi sono rivolto ai caaf della zona, ma nessuno presta questo tipo di servizi; un operatore dell'agenzia delle entrate mi ha consigliato, invece, di chiedere un forte sconto al professionista.

    Cosa mi consigliate di fare?

    Grazie a tutti

  3. #3
    GordonG è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    2

    Predefinito

    Grazie Sig. Vincenzo. Purtroppo all'epoca non ero ancora un componente del consiglio direttivo, la soluzione che hai prospettato sarebbe stata ottimale.

    Parlando con un impiegato dell'agenzia delle entrate, tuttavia, è emerso che noi dovremmo comunque presentare il modello unico, anche se la partita iva è stata chiusa. Mi sembra di capire, dalla tua tua risposta, che per il periodo successivo alla chiusura della partita iva non si debba presentare nulla è corretto?

    Purtroppo le versioni differiscono, mi piacerebbe vederci chiaro.

    Citazione Originariamente Scritto da vincenzo Visualizza Messaggio
    Dovete presentare l'ultima dichiarazione Iva e l'ultima dichiarazione dei redditi per il periodo dal 01 gennaio 2012 fino al giorno in cui è stata chiusa la partita Iva.
    Ciò anche senza avere fatto movimenti commerciali nella frazione del 2012. Peccato che non avete pensato prima a chiudere la partita Iva nel 2011 (magari presentandola entro il 30 gennaio dell'anno successivo ma con giorno di chiusura entro il 31-12-2011).

  4. #4
    vincenzo è offline Member
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    117

    Predefinito

    Si confermo.
    L'ente non profit chiude la partita Iva qualora ormai svolga solo l'attività istituzione (non più d'impresa) per cui decade l'obbligo di presentare il Modello Unico.


    Citazione Originariamente Scritto da GordonG Visualizza Messaggio
    Grazie Sig. Vincenzo. Purtroppo all'epoca non ero ancora un componente del consiglio direttivo, la soluzione che hai prospettato sarebbe stata ottimale.

    Parlando con un impiegato dell'agenzia delle entrate, tuttavia, è emerso che noi dovremmo comunque presentare il modello unico, anche se la partita iva è stata chiusa. Mi sembra di capire, dalla tua tua risposta, che per il periodo successivo alla chiusura della partita iva non si debba presentare nulla è corretto?

    Purtroppo le versioni differiscono, mi piacerebbe vederci chiaro.

  5. #5
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    67

    Predefinito

    Non sono d'accordo sul fatto che non debba presentare l'UNICO se ha solo codice fiscale. Avrà redditi pari a zero e va bene ma l'IRAP? se solo avesse dipendenti e/o collaboratori e/o interessi passivi, l'associazione paga IRAP e presenta il modello ENC.
    Secondo me, la DR la deve presentare anche se tutta a zero.

  6. #6
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    67

    Predefinito

    Chiedo venia, in effetti controllando meglio, gli ENC sono tenuti a presentare la DR se hanno perseguito redditi d'impresa, fondiari, di capitale, quindi se hanno solo redditi di natura "istituzionale" non debbono presentare l'Unico. Resta comunque il discros fatto poco sopra relativamente all'eventuale IRAP da pagare.

Discussioni Simili

  1. Associazione senza scopo di lucro
    Di EMMEKAPPA nel forum Altri argomenti
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 02-05-13, 08:37 AM
  2. associazione senza scopo di lucro
    Di elebuj nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-09-11, 02:32 PM
  3. IVA e Associazione senza scopo di lucro
    Di lucal nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 20-07-09, 12:15 PM
  4. associazione senza scopo di lucro
    Di danilo sciuto nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 31-01-09, 06:10 PM
  5. Associazione senza scopo di lucro
    Di Denis75 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 12-07-07, 10:25 AM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15